Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

ipoteca esatri

Riferimento: ipoteca esatri

:sun:Salve Cristina, non ti ho risposto prima perchè non conoscevo questo forum.
Prima di parlare con il notaio, l'agente della riscossione, vendi, non vendi, paghi la serit e compri la casa, e quant'altro....devi partire dall'origine.
Ovvero devi farti fare l'estratto di iscrizione ipotecaria, in quanto lo stesso (per esperienza provata in commissione tributaria) è solitamente illeggittimo ed annullabile a seguito si impugnazione. dopodichè si valutano le altre ipotesi.
Resto a tua disposizione.
 
Riferimento: ipoteca esatri

che io sappia l'importante è:
che non siano già state notificate altre cartelle esattoriali riguardanti debiti diversi da quelli per cui è stata messa l'ipoteca (quindi che tuo fratello non sia a conoscenza di altre posizioni debitorie prima dell'atto di vendita);
avere l'autorizzazione a vendere da parte di esatri;
vendere a valore di mercato;
estinguere, immediatamente dopo la vendita, i debiti per i quali era stata messa l'ipoteca.
l'ideale sarebbe estinguere i debiti prima del rogito e poi procedere con l'assenso alla cancellazione dell'ipoteca da parte di esatri alla vendita della quota di immobile.
 

Giulio

Utente
Riferimento: ipoteca esatri

ciao a tutti

la questione è delicata
premetto che l'ipoteca grava su 1/6 del bene e che se venisse avviata una procedura immobiliare, con vendita coattiva del bene, verrebbe messo all'asta solo tale sesto E NON L'INTERO IMMOBILE.
L'ipoteca è una garanza patrimoniale che assicura al creditore (concessionario per la ricossione nel caso in esame) il diritto di soddisfare il proprio credito, con diritto di prelazione(diritto di essere preferito) rispetto agli altri creditori, sul ricavato della vendita del bene ipotecato.
è chiaro che se l'immobile vale 100 ed il credito è 5000 il creditore potrà ottenere, se tutto va bene, non più di 100 dedotte le spese di procedura, il rimanente credito rimarrà insoddisfatto.
L'ipoteca è una garanzia reale, grava su un immobile determinato, se il bene viene alienato a terzi l'ipoteca "segue" il bene fino a quando venga estinta, con il pagamento del credito per il quale viene accesa più le spese per l'iscrizione nei registi immobiliari, o venga avviata l'espropriazione forzata.
C'è da tenere presente inoltre che nel caso in cui si arrivi alla vendita giudiziaria l'eventuale acquirente dovrebbe essere disposto ad acquistare un sesto dell'immobile in una situazione di comproprietà, dovendo mitigare i propri diritti (di proprietario) con gli altri com-proprietari, nel caso di specie altre due persone. .... .... ma questa è una semplice valutazione

per quanto riguarda l'azione revocatoria il suo esperimento richiede (come già stato detto):
consilium fraudis - la consapevolezza di arrecare un pregiudizio alle ragioni del creditore.
L’art. 2901 c.c. richiede, infatti, che il debitore, “al momento del compimento dell’atto, conoscesse il pregiudizio che l’atto arrecava alle ragioni del creditore". Inoltre, nel caso di atti atitolo oneroso il terzo deve essere stato partecipe della dolosa preordinazione.
La dolosa preordinazione è la volontà del terzo acquirente di partecipare col debitore, alla causazione di un pregiudizio alle ragioni del creditore.
L'onere della prova, peraltro abbastanza difficoltoso, della dolosa preordinazione spetta al creditore (nel caso in esame concessionario alla riscossione ), difficoltà che sarebbe alleviata dalla circostanza che nel caso in esame il terzo acquirente è la sorella del debitore.
l'eventus damni - una alterazione della situazione patrimoniale del debitore, capace anche soltanto di rendere incerta o difficoltosa la realizzazione del credito.

Il punto della questione è che se:
1) la quota (1/6) del bene viene acquista al valore di mercato, ovvero la somma di denaro che il concessionario per la riscossione ricaverebbe dalla vendita forzata della stessa
2) se l'intero corrispettivo della vendita del bene non viene occultato dal debitore(fratello) ma versato al concessionario a soddisfacimento di tutto o parte del suo credito
ALLORA NON SUSSITE EVENTUS DAMNI!

ricordo che per un utile esperimento dell'azione revocatoria devono sussitere entambi i requisiti eventus e consilium.
rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti
CRISTINA, ho scritto solo per cercare di chiarire le tue idee, il mio consiglio è di parlare con il tuo avvocato di fiducia, se non lo hai cercatene uno, a volte spendere un pò di più può evitarti una marea di problemi. Quello che ti serve non è fare causa a qualcuno ma solo una consulenza, in ogni caso la spesa sarà modesta.
ciao
 
Ultima modifica:
Riferimento: ipoteca esatri

salve, ho un problema simile a quello di cristina.

mia madre è comproprietaria di un immobile insieme a 3 fratelli. uno dei fratelli ha un debito con l'equitalia di 27.000 euro che con l'ipoteca a quanto ho capito diventano 54.000. l'ipoteca è stata iscritta nel marzo 2007, ma nessuno ne sapeva niente. ce ne siamo accorti ora che stavamo per fare un atto di vendita dell'immobile.

siccome anche lui ha altri debiti e quindi c'è il rischio che si vadano a sommare a quelli che già ci sono, non sappiamo qual'è la soluzione migliore: se pagare la somma di 27.000 euro, che però a tutt'oggi, grazie agli interessi è diventata di 31.000 euro, se aspettare che il bene vada all'asta e magari partecipare alla stessa asta (in questo caso non so se i comproprietari sono privilegiati), o acquistare la sua quota.

c'è da considerare anche che l'immobile in oggetto ha un valore molto basso, in quanto si tratta di una cantinola interrata e un terreno annesso di poche centinaia di metri, neanche edificabile.

in più era stato fatto un preliminare di compravendita con relativa caparra versata e ci sorge il dubbio che l'acquirente non possa recedere nel caso non si risolva il poblema in tempi brevi.

ah! un'altra cosa: ma non è che viene messa all'asta tutto l'immobile e non solo la quota? perchè se fosse così saremmo proprio rovinati.
 

Giulio

Utente
Riferimento: ipoteca esatri

Assolutamente NO! EQUITALIA o qualunque altro concessionario può indire la vendita giudiziaria SOLAMENTE per la quota di immobile di proprietà del debitore. Nel tuo caso debitore sembra essere solo tuo fratello, pertanto potrà essere venduta solo quella quota.
Se il valore dell'immobile è già di per sè basso (figurati quello della quota di tuo fratello!) .
Accertati del valore dell'immobile, e di conseguenza della quota di tuo fratello, se questa è inferiore alla somma per cui è iscritta ipoteca, o meglio ancora se inferiore al valore del debito non c'è dubbio, aspetta la vendita!
ciao
 

Giulio

Utente
Riferimento: ipoteca esatri

il preliminare è stato redatto dal notaio? il notaio non si è accorto dell'ipoteca? dai più informazioni.
se l'acquirente non è a conoscenza dell'ipoteca che grava sull'immobile può recedere dal preliminare.
 

claudio

Utente
Riferimento: ipoteca esatri

:sun:Salve Cristina, non ti ho risposto prima perchè non conoscevo questo forum.
Prima di parlare con il notaio, l'agente della riscossione, vendi, non vendi, paghi la serit e compri la casa, e quant'altro....devi partire dall'origine.
Ovvero devi farti fare l'estratto di iscrizione ipotecaria, in quanto lo stesso (per esperienza provata in commissione tributaria) è solitamente illeggittimo ed annullabile a seguito si impugnazione. dopodichè si valutano le altre ipotesi.
Resto a tua disposizione.
"Ovvero devi farti fare l'estratto di iscrizione ipotecaria, in quanto lo stesso (per esperienza provata in commissione tributaria) è solitamente illeggittimo ed annullabile a seguito si impugnazione".. Ciao, cosa si contesta di solito?
 

SOLARIS

Utente
Riferimento: ipoteca esatri

anche io ho un problema analogo. I miei genitori hanno un appartamento di proprietà sul quale c'è una piccola ipoteca della banca pagata regolarmente. Il restante 40% invece non è ipotecato.Al momento un creditore vuole essere pagato con sentenza del tribunale entro fine giugno. I miei hanno messo in vendita l'appartamento ma ci vuole del tempo... Vorrei sapere cosa succede se entro giugno non pagano questo creditore, se questi può pignorare la casa o cosa... o impedire ai miei di vendere l'appartamento. Questa proprietà è l'unica cosa che hanno i miei. Mio padre è disoccupato da più di un anno e mia madre fa le pulizie per cercare di non morire di fame. Quindi non hanno alternative. Questo creditore inoltre, ha coinvolto anche me nel pagare questo debito in quanto socia della snc che mio padre ha chiuso e ha creato vari debiti. Al momento cerco di aiutare i miei come posso, infatti risultano a mio carico, ma non vorrei che mi pignorassero il quinto dello stipendio... prendo uno stipendio normale e pago un affitto non mi rimane molto per vivere è già molto complicato adesso, quindi vorrei sapere i rischi e le eventuali soluzioni se ce sono....
 

vanessa76

Utente
Riferimento: ipoteca esatri

Buonasera a tutti

volevo sapere cosa succede nel caso in cui Equitalia Esatri costituisca ipoteca per un importo abbastanza elevato su di un appartamento sul quale c'è gia una ipoteca al 200% del valore immobile da parte della banca che ha concesso il mutuo per acquisto (con tutte le rate che vengono pagate regolarmente)... se Equitalia decide di vendere l'appartamento, i soldi ricavati li prende prima la Banca o la concessionaria per la riscossione?
 
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto