HOME

/

PMI

/

IDENTITÀ DIGITALE

/

DESKTOP TELEMATICO: COME CREARE UNA NUOVA UTENZA DI LAVORO

Desktop telematico: come creare una nuova utenza di lavoro

Come fare per creare una nuova area di lavoro su desktop telematico delle Entrate

L'applicazione Desktop Telematico dell'agenzia delle entrate è un "contenitore" destinato ad accogliere le applicazioni per: 

  • il controllo,
  • l’autenticazione
  • l’invio

dei file.

“Entratel”, “FileInternet” ed i vari moduli di controllo sono le applicazioni che si possono installare all'interno del Desktop Telematico che provvede a gestirne gli aggiornamenti in modo automatico. 

Con il “Desktop Telematico” vengono accolte al suo interno le varie applicazioni installate dall’utente sulla propria postazione di lavoro.

Desktop telematico: i passaggi da seguire per una nuova utenza di lavoro

Dopo aver avviato il “Desktop Telematico” la prima operazione da effettuare è quella di creare una specifica utenza di lavoro ovvero definire, per ogni utente che deve operare sulla stessa postazione, una propria area di lavoro a cui si accede attraverso la scelta di un nome utente e di una password.

In particolare, in fase di attivazione dell’applicazione “Desktop Telematico”, viene presentata una finestra di “Login” che consente di effettuare le seguenti operazioni: 

  • creare un nuovo utente;
  • modificare la password di sicurezza; 
  • effettuare l’accesso all’applicazione; 
  • eliminare un utente precedentemente inserito;
  • annullare l’operazione che si sta effettuando, chiudendo l’applicazione. 

Al primo accesso al desktop telematico l’utente deve definire la propria utenza attraverso la selezione della voce “Nuovo utente” e indicando  tutti i dati richiesti.

Nella finestra di configurazione occorre specificare i seguenti dati:

  • nome utente, ovvero l’identificativo dell’utente che deve operare nell’ambito dell’applicazione “Desktop Telematico”. Tale identificativo può essere liberamente scelto dall’utente, tuttavia la stringa può contenere solo numeri, lettere non accentate ed i caratteri speciali “-” (trattino) e “_” (trattino basso); 
  • password di sicurezza con una lunghezza minima di 8 caratteri e massima di 15 caratteri e contenente solo numeri, lettere non accentate ed i caratteri speciali “-”(trattino) e “_” (trattino basso);
  • conferma password di sicurezza. Tale password deve coincidere con quanto indicato alla voce “Password”;
  • area di lavoro utente, ovvero il percorso dell’area di lavoro dell’utente su cui sarà creata la struttura di cartelle di ciascuna applicazione che verrà installata successivamente all’interno dell’applicazione “Desktop Telematico”.

Una volta configurato il primo accesso all’applicazione “Desktop Telematico”, ogni qual volta l’utente attiva l’applicazione viene evidenziata una finestra di “Login” mediante la quale è possibile effettuare l’accesso alle funzionalità dell’applicazione stessa. 

Ti consigliamo anche Novità Desktop telematico: cosa si deve fare entro il 30 aprile 2022? Ecco la guida

Ti potrebbero  interessare gli e-book:

Tag: IDENTITÀ DIGITALE IDENTITÀ DIGITALE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

IDENTITÀ DIGITALE · 27/06/2022 Digitalizzazione notifica atti in materia tributaria: tutte le regole

Notifica digitale atti: l’avviso di cortesia, il perfezionamento della notifica, la decadenza e la prescrizione, la conservazione dei documenti informatici

Digitalizzazione notifica atti in materia tributaria: tutte le regole

Notifica digitale atti: l’avviso di cortesia, il perfezionamento della notifica, la decadenza e la prescrizione, la conservazione dei documenti informatici

Notifica digitale atti in materia tributaria

Modalità di notificazione atti e avvisi di accertamento sulla piattaforma digitale del DPCM 8 febbraio 2022

Notifiche digitali atti amministrativi: il regolamento in vigore dal 21 giugno

Pubblicato in G.U. del 6 giugno il Decreto con le regole per le notifiche digitali di multe e altri atti amministrativi

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.