HOME

/

LAVORO

/

INCENTIVI ASSUNZIONI E SGRAVI CONTRIBUTIVI 2022

/

INCENTIVO ASSUNZIONI CON ASSEGNO RICOLLOCAZIONE E CIGS

7 minuti, Redazione , 01/07/2020

Incentivo assunzioni con Assegno Ricollocazione e CIGS

Requisiti, procedure, istruzioni e codici Uniemens sull'esonero contributivo per i datori di lavoro che assumono percettori di ADR - Assegno di ricollocazione

E' stata pubblicata lo scorso 27 giugno la circolare INPS n. 77 con le istruzioni sull'  esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nella misura del 50%  , per le assunzioni di lavoratori  beneficiari di un assegno di ricollocazione. La norma risale alla legge di bilancio 2018 (L. 205 2017).

Come già chiarito con la circolare n. 109/2019, l’assegno di ricollocazione dal 1° gennaio 2018, è stato esteso, a determinate condizioni, ai titolari di un trattamento straordinario di integrazione salariale (CIGS).

Durata e importo dell'esonero contributivo 

La riduzione spetta ai datori di lavoro privati per:

  • 12 mesi per le assunzioni a tempo determinato e 
  • 18 mesi  per  assunzioni a tempo indeterminato. 

La misura della soglia massima di esonero è pari a 4.030 euro.

L’agevolazione può essere riconosciuta anche in caso di rapporto a tempo parziale, fermo restando che andrà proporzionalmente  ridotta sulla base dell'orario di lavoro.

Non sono compresi nello sgravio :

  •  premi e i contributi INAIL
  •  contributo dello 0,30% della retribuzione imponibile, destinato, o comunque destinabile, al finanziamento dei fondi interprofessionali per la formazione continua ;
  • contributo, ove dovuto, al “Fondo per l’erogazione ai lavoratori dipendenti del settore privato dei trattamenti di fine rapporto 
  •  contributo, ove dovuto, ai Fondi di cui agli articoli 26, 27, 28 e 29 del D.lgs n. 148/2015,nonché al Fondo territoriale intersettoriale della Provincia autonoma di Trento e al Fondo di solidarietà bilaterale della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige.
  •  contribuzioni che non hanno natura previdenziale riferite alle gestioni previdenziali dei fondi di solidarietà 
  • quota (0,30 punti percentuali)  destinata al finanziamento delle iniziative di formazione  dirette ai lavoratori dipendenti del settore agricolo.

In relazione ai rapporti di lavoro part-time (di tipo orizzontale, verticale o misto), la misura  va adeguata in diminuzione sulla base dello specifico orario  di lavoro.

La soglia massima di esonero contributivo è riferita al periodo di paga mensile ed è pari a 335,83 euro (€ 4.030,00/12)

Per rapporti di lavoro instaurati o risolti nel corso del mese, detta soglia va riproporzionata assumendo a riferimento la misura di 10,83 euro (€ 335,83/31 gg.) per ogni giorno di fruizione dell’esonero contributivo.

Chi ha diritto, per quali assunzioni  - Cumulabilità con altri sgravi

L’incentivo in oggetto è riconosciuto a tutti i datori di lavoro privati, a prescindere dalla circostanza che assumano o meno la natura di imprenditore, ivi compresi i datori di lavoro del settore agricolo.

L’incentivo spetta per le assunzioni sia a tempo determinato che indeterminato , ivi comprese:

  • assunzioni a scopo di somministrazione
  • rapporti di apprendistato.
  • rapporti di lavoro subordinato  in associazione  con una cooperativa di lavoro.

Il beneficio non spetta, invece,  per:

  • contratto di lavoro domestico;
  • contratto di lavoro intermittente;
  • prestazioni di lavoro occasionale di cui all’articolo 54-bis del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50.

Le  condizioni per il diritto all’esonero contributivo sono quelle ordinarie, relative  al rispetto delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro e dell’assicurazione obbligatoria dei lavoratori di regolarità degli obblighi di contribuzione previdenziale. Necessario quindi che l'assunzione:

  • non costituisca attuazione di un obbligo preesistente. Tale condizione  non si applica, di contro, alle norme speciali che regolano le assunzioni obbligatorie dei lavoratori disabili ai sensi dell’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68, quando permanga in capo al datore di lavoro la discrezionalità di scelta del contraente lavoratore disabile - l’incentivo in trattazione risulta applicabile;
  •  non violi il diritto di precedenza, stabilito dalla legge o dal contratto collettivo, alla riassunzione di un altro lavoratore licenziato da un rapporto a tempo indeterminato o cessato da un rapporto a termine. 
  •  non riguardi lavoratori licenziati, nei sei mesi precedenti, da parte di un datore di lavoro che, alla data del licenziamento, presentava elementi di relazione con il datore di lavoro che assume . Questo vale anche nei casi di somminsitraizone di lavoro 

L'esonero contributivo è cumulabile con :

  1. l’incentivo per l’assunzione di lavoratori con più di 50 anni di età disoccupati da oltre dodici mesi e di donne prive di impiego regolarmente retribuito da almeno ventiquattro mesi ovvero prive di impiego da almeno sei mesi e appartenenti a particolari aree o settori economici o professioni (articolo 4, commi da 8 a 11, della legge 28 giugno 2012, n. 92).
  2. l'incentivo per l’assunzione dei lavoratori disabili ( subordinata al rispetto del requisito dell’incremento occupazionale);
  3.  l’incentivo all’assunzione di beneficiari del trattamento NASpI ( subordinata al rispetto della disciplina comunitaria sugli aiuti c.d. “de minimis”)

Come fare domanda

La domanda va inviata con il modulo  on-line “BADR”appositamente predisposto dall’Istituto sul sito internet www.inps.it, nella sezione denominata “Portale delle Agevolazioni (ex DiResCo)”

L’INPS dopo i controlli autorizza la fruizione dell’agevolazione per il periodo spettante.

In seguito all’autorizzazione, il soggetto interessato potrà fruire del beneficio mediante conguaglio/compensazione nelle denunce contributive (Uniemens o DMAG) .

Istruzioni operative per la fruizione 

1. I datori di lavoro non agricoli 

A partire dal flusso Uniemens di competenza giugno 2020, i lavoratori per i quali spetta l’incentivo, valorizzano, secondo le consuete modalità, l’elemento <Imponibile> e l’elemento <Contributo> della sezione <DenunciaIndividuale>. In particolare, nell’elemento <Contributo> deve essere indicata la contribuzione piena calcolata sull’imponibile previdenziale del mese. Gli elementi  da valorizzare all’interno di <DenunciaIndividuale>, <DatiRetributivi>, elemento <Incentivo>, sono i seguenti:

  • nell’elemento <TipoIncentivo> dovrà essere inserito il valore “BADR”, avente il significato di “Incentivo assunzione lavoratori percettori di assegno di ricollocazione”;
  • nell’elemento <CodEnteFinanziatore> dovrà essere inserito il valore “H00” (Stato);
  • nell’elemento <ImportoCorrIncentivo> dovrà essere indicato l’importo posto a conguaglio relativo al mese corrente;
  • nell’elemento <ImportoArrIncentivo> dovrà essere indicato l’eventuale importo dell’incentivo relativo ai mesi pregressi. Si sottolinea che la valorizzazione del predetto elemento può essere effettuata esclusivamente nei flussi Uniemens di competenza di giugno, luglio e agosto 2020.

Ai fini del  monitoraggio della spesa si richiede la compilazione dell’elemento <InfoAggcausaliContrib> secondo le seguenti modalità:

- elemento <CodiceCausale>: indicare il codice causale definito per il conguaglio, relativo all’esonero contributivo arretrato “L527”;

- elemento <IdentMotivoUtilizzoCausale>: inserire il valore ‘N’;

- elemento <AnnoMeseRif>: indicare l’AnnoMese di riferimento del conguaglio;

- elemento <ImportoAnnoMeseRif>: indicare l’importo conguagliato, relativo alla specifica competenza.

( la somma degli importi esposti nella sezione <InfoAggcausaliContrib> deve essere uguale all’importo esposto nell’elemento <ImportoArrIncentivo>, a parità di <CodiceCausale>).

Nel caso di restituzione di importi non spettanti, i datori di lavoro dovranno valorizzare all’interno di <DenunciaIndividuale>, <DatiRetributivi>, <AltreADebito>, i seguenti elementi:

  • nell’elemento <CausaleADebito> dovrà essere inserito il nuovo codice causale “M319”, avente il significato di “Restituzione incentivo assunzione lavoratori percettori di assegno di ricollocazione”;
  • nell’elemento <ImportoADebito> dovrà essere indicato l’importo da restituire.

L’utilizzo di tale codice di restituzione sarà consentito fino al 30 settembre 2020  

2. Datori di lavoro agricoli

A seguito dell’ammissione al beneficio, ai datori di lavoro agricoli sarà attribuito il nuovo Codice di Autorizzazione (C.A.) “AR”, avente il significato di “Incentivo assunzione lavoratori percettori di assegno di ricollocazione”, che potrà essere dichiarato nelle denunce della manodopera agricola a decorrere dai periodi retributivi di luglio 2020.

Le aziende agricole ammesse al beneficio potranno verificare l’attribuzione del C.A. “AR” consultando le sezioni “Codici Autorizzazione” e “Lavoratori Agevolati” della propria posizione aziendale presente nel Cassetto previdenziale aziende agricole.

La denuncia contenente l’agevolazione in esame sarà sottoposta, nella fase della trasmissione telematica, ad una verifica di coerenza tra i dati contenuti nella denuncia e quelli della richiesta datoriale di ammissione all’incentivo.

Nelle denunce principali, con riferimento al lavoratore agevolato, oltre ai consueti dati retributivi, il datore di lavoro dovrà indicare:

  • per il Tipo Retribuzione, il valore Y;
  • nel campo CODAGIO, il C.A. “AR”;
  • nel campo retribuzione, nessun importo.

Il calcolo dell’importo dell’incentivo spettante all’azienda sarà effettuato a cura dell’Istituto.

La circolare fornisce anche i dettagli di compilazione per i datori di lavoro Uniemens sezione <ListaPosPA> (iscritti alla Gestione  Pubblica).  

Tra le nostre novità  in tema di lavoro ti potrebbero interessare :

Paghe e contributi 2022  di A. Gerbaldi libro di carta   Maggioli editore 424 pagine

ISEE 2021 (eBook) di A. Donati: tutte le regole e oltre 140 risposte a quesiti

IRPEF 2022: applicazioni pratiche ed esempi (eBook)

Pensioni 2022 (e-Book) di L. Pelliccia

Lavoro autonomo occasionale (obbligo di comunicazione preventiva) ebook 2022 di P. Ballanti

La busta paga: guida operativa 2021  - E- BOOK di M.C. Prudente

I Rimborsi spese, aspetti fiscali e previdenziali   2021 - Pacchetto eBook + foglio excel

Collaborazioni coordinate e continuative - ebook  di P. Ballanti

Il contenzioso contributivo con INPS - Libro di carta 2021 Maggioli editore

Su altri  temi specifici visita  la sezione  in continuo aggiornamento dedicata al Lavoro

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO INCENTIVI ASSUNZIONI E SGRAVI CONTRIBUTIVI 2022 INCENTIVI ASSUNZIONI E SGRAVI CONTRIBUTIVI 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI · 28/07/2022 Agenzie viaggi: domande per l'esonero entro il 9 settembre

Esonero contributivo totale per agenzie viaggi e tour operator ecco le istruzioni per le domande. Importo da definire sulla base del numero di richieste

Agenzie viaggi: domande per l'esonero entro il 9 settembre

Esonero contributivo totale per agenzie viaggi e tour operator ecco le istruzioni per le domande. Importo da definire sulla base del numero di richieste

Decontribuzione SUD 2022:  le nuove istruzioni

Decontribuzione SUD con esonero del 30% fino a fine 2022: escluse le imprese oggetto di sanzioni UE. Fruizione dall'Unimens di luglio 2022

Sgravio cooperative da aziende in crisi: ecco le istruzioni

Tutti i dettagli e istruzioni INPS per la fruizione dello sgravio contributivo totale per le nuove cooperative (workers' buy out) a partire dal flusso di competenza agosto 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.