Sostituzione maternità

Discussione in 'Lavoro e dintorni. La Riforma del Lavoro' iniziata da guest777, 11 Gennaio 2019.

  1. guest777

    guest777 Utente

    Nel caso di assunzione di un lavoratore con contratto di sostituzione per maternità, è possibile dare le dimissioni, non essendo indicata una data di fine contratto? Su internet leggo che per questa specifica tipologia di contratto non esiste un termine di preavviso per dimissioni, e che l'unico modo per uscire è aspettare il rientro della ragazza sostituita o un accordo col datore di lavoro. Varia forse in base al contratto collettivo? Qualcuno potrebbe aiutarmi? Vi ringrazio!
     
  2. domenico

    domenico Utente

    Negativo, l'assunzione a termine come nel caso di specie( in sostituzione) è compiuta per coprire il totale periodo di assenza della sostituita, quindi senza un termine esplicito ma con la sola indicazione in generale "fino al rientro della lavoratrice".
     
  3. guest777

    guest777 Utente

    Grazie Domenico. Ma questo vale solo per la sostituzione per maternità o tutti i contratti a tempo determinato? Perché, probabilmente errando, credevo che dando il dovuto preavviso indicato da contratto collettivo, anche un dipendente a termine potesse dimettersi, ma forse non è così. Grazie ancora.
     
  4. domenico

    domenico Utente

    La risposta vale per il contratto a termine per sostituzione, resta inteso che anche in questi casi sono possibili le dimissioni, ma si deve avere consapevolezza che quest'operazione potrebbe avere conseguenze di natura risarcitoria in favore del datore di lavoro.
     
  5. guest777

    guest777 Utente

    Scusa Domenico ma non mi è chiara la risposta. Se nei due casi (sostituzione maternità e contratto a tempo determinato "classico") il lavoratore intenda dimettersi, e dà al datore di lavoro il preavviso dovuto da CCNL previsto per i lavoratori a tempo indeterminato (o i CCNL prevedono preavvisi per lavoratori a termine?), questo comunque potrebbe dover risarcire i danni al datore, o il termine di preavviso dato lo esenta? Grazie
     
  6. domenico

    domenico Utente

    Nel contratto a termine, salvo non sia stabilito nel contratto individuale, non è previsto il periodo di preavviso, le dimissioni quindi prima del termine fissato, potrebbe esporre al risarcimento del danno
     
  7. guest777

    guest777 Utente

    Grazie mille Domenico, gentilissimo, come sempre! Ti faccio un'ultimissima domanda. Nel caso in cui chi viene assunto con contratto di sostituzione maternità, sia percettore di Naspi, alla firma del contratto l'INPS non sapendo a priori la durata del contratto (più o meno di sei mesi), la sospende d'ufficio oppure decade? Se il rapporto di interrompesse entro i 6 mesi (anche per risoluzione consensuale) si riattiverebbe la disoccupazione interrotta? Grazie infinite!
     
  8. domenico

    domenico Utente

    La comunicazione di assunzione deve avere un termine stabilito, il riferimento “senza un termine esplicito ma con la sola indicazione in generale "fino al rientro della lavoratrice" è inteso il contratto sottoscritto tra le parti.

    Saluti
     
  9. guest777

    guest777 Utente

    Scusami ma qui mi perdo. Se il contratto non ha appunto un termine definito perché variabile dal momento di rientro della lavoratrice madre, come può il datore comunicare a priori il termine? Sceglie lui una data a sua discrezione?
     
    A STUDIOCEL piace questo elemento.
  10. STUDIOCEL

    STUDIOCEL Utente

    Solitamente il termine provvisorio contratto sostituzione corrisponde al termine provvisorio astensione obbligatoria che corrisponde a 3 mesi dopo la dpp
     
    A guest777 piace questo elemento.

Condividi questa Pagina

CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE