Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

responsabilità commercialista

Jo-Vinco

Utente
Riferimento: responsabilità commercialista

nel 2003 il mio commercialista non paga un inps di 553, nel 2006 equitalia prepara la cartella esattoriale, ma non mi viene recapitata, non ci sono altri avvisi, non ne so niente. nel 2009 per richiedere un DURC (documento di regolarità contributiva) scopro da solo che non sono in regola. vado da equitalia pago la mora di 300,00 euro e sano la situazione.
chiedo al mio commercialista perchè è successo ciò, a parte il discorso della mancata recapitazione della cartella ovviamente, ma mi preme sapere perchè diavolo non mi ha pagato un inps, tra l'altro era una delle 3-4 rata minimali, e lui mi dice che ad agosto non avevi i soldi e volevo andare in vacanza. mamma mia prima di tutto non ho mai detto nulla del genere, secondo tutti sanno che le tasse vanno pagete se no devi pagare una mora e ci sono addizionali casini, terzo avevo il fido in banca e non c'erano problemi a pagare 553 euro!
domanda, il commercialista non ha colpe?
siccome nel 2005 ho cambiato commercialista, e nel 2006 anche il nuovo commercialista non ha pagato una rata e dopo alcuni anni ho pagato un'altra mora, e la risposta del secondo commercialista è stata: mi avevi detto di non pagare percgè non avevi i soldi ( assolutamente non vero) , mi pare di capire che sia la scusa ufficiale dei commercialisti per venirne fuori?
ma nessino tutele i clienti?
non ci sono dei dirittti/doveri, quando si paga la prestazione che si suppone professionale, di un commercialista?
cosa mi consigliate di fare con il terzo nuovo commercialista, fargli firmare un foglio con cui metto nero su bianco che mi deve sempre pagare le tassse, mi basta per essere tranquillo per il futuro?
questa poi..
 

prostaf

Utente
Riferimento: responsabilità commercialista

Concorsdo con Kob, pagatele da solo le tasse, così come un buon imprenditore fa tutto il resto da solo, pagamenti bonifici ecc. ecc. Il commercialista ha il compito di fornirti, nei termini e, conseguentemente alla tempistica con cui gli fornisci i documenti, gli f24 da pagare. E', purtroppo, una pratica che io non considero del tutto professionale, quella di pagare le cose per i clienti, ciò comporta questo tipo di problematiche, ed è la ragione principale che mi ha sempre impedito di fare questo "favore" ai clienti. Senza parlare poi di chi ti dice anticipa e poi saldo tutto con la parcella, quello è il momento che la parcella non la vedi più, perchè quando presenti il conto hanno i "mancmenti" .......... "ma come tutti sti soldi, posso darle solo quelli delle tasse e nemmeno li ho tutti!!!!!!"
Come si difende un commercialista da questo tipo di cliente? E ce ne sono moltissimi.
Secondo me facendo solo il commercialista e non l'agenzia tuttofare, capisco e immagino già l'obiezione,... "ma così arriva un altro che fa tutto e si perde il cliente". Un cliente così o riesci agovernarlo bene (e costa una gran fatica) o è già perso.
Ciao amici del forum
 

robertcan

Utente
Riapro il Post.
Oggi, entrando nel mio cassetto fiscale mi ritrovo L'INPS non pagata del tutto dal 2014 fino al 2019.
Essendo a credito di IVA, il commercialista si è sempre servito della compensazione. Come devo comportarmi?
 
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto