Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center
  • Buon Natale a tutti e Buon Anno 2021 Che il 2020 vada via senza rimpianti e il 2021 ci porti un po di Luce! Questo l'augurio di Buon Natale. Luigia e tutto lo staff di Fisco e Tasse

Fatture elettroniche ricevute

Buongiorno,
per le fatture elettroniche ricevute come si procede alla registrazione? E' necessario aprire un sezionale IVA dedicato? Come devono essere conservate? E' sufficiente stamparle e conservare il cartaceo?
Grazie.
 

catia71

Utente
Come per le emesse occorre aprire un sezionale iva per non dover procedere alla conservazione sostitutiva di tutte in caso di commistione con le cartacee. Io mi stampo un pdf per la registrazione ma non ha valore in caso di richiesta da parte degli organi di controllo, perché vanno conservate elettronicamente, o sul sito Ade facendo l'adesione o attraverso un servizio ad hoc.
 

catia71

Utente
Mah! Ho letto di tutto riguardo a ciò. Confortata dal parere di un esperto io mi sono conformata a questa prassi. Cmq tra i vari e presumo che ce ne siano altrettanti contrari: la circolare AE n. 18/E del 24/06/2014, il decreto legislativo 20 febbraio 2004, n. 52 (Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica ed armonizza le modalità' di fatturazione in materia di IVA. -GU n.49 del 28-2-2004 - Suppl. Ordinario n. 30-) e di conseguenza quanto dettato nella Circolare n. 45/E dell'Agenzia delle Entrate che approfondisce i contenuti DL e al punto 3.1.2 riporta: "È necessario, tuttavia, correlare detta previsione con l’obbligo di operare la conservazione elettronica per “tipologie di documenti” ai sensi del D.M., così che, prescelta una determinata modalità di conservazione (sia essa analogica o elettronica) in relazione ad un periodo d’imposta, la stessa deve essere adottata per tutti i documenti rientranti nella medesima categoria, anche in presenza di modalità alternative di conservazione previste dalla norma. Poi mi pare dovesse uscire un documento ufficiale che confortasse l'esatto contrario dopo la puntualizzazione sulla numerazione univoca delle fatture, ma non mi pare che sia uscito nulla.
 

catia71

Utente
ops pure queste: ADE Ris. 9/7/2007 n. 161/E; ris. 30/07/2009 n. 196/E e anche 30/07/2009 n. 195/E, insomma probabilmente ce ne sono a carrettate, non son leggi ma come dire indicata una strada si cerca di seguire quella per cui avere meno contestazioni.
 

kermit

Utente
Ma se ho ricevuto una fattura elettronica per una prestazione/beni che non sono ancora soggetti all'obbligo della fatturazione elettronica (ad esempio una consulenza o un noleggio auto...) e il fornitore mi ha inviato sia la fattura elettronica che quella cartacea, sono comunque obbligato a conservare il documento in formato elettronico e a registrarlo in sezionale distinto? Avevo trovato un articolo del sole24ore del 12/06/2018 del direttore di Assosoftware che riporta quanto segue: upload_2018-7-31_15-13-21.png
lasciando supporre che, se il fornitore emette la fattura elettronica per sua scelta e non per obbligo, è ancora possibile conservarla in maniera cartacea.
E' attendibile questa interpretazione?
 

Rocco

Utente
Ma se ho ricevuto una fattura elettronica per una prestazione/beni che non sono ancora soggetti all'obbligo della fatturazione elettronica (ad esempio una consulenza o un noleggio auto...) e il fornitore mi ha inviato sia la fattura elettronica che quella cartacea, sono comunque obbligato a conservare il documento in formato elettronico e a registrarlo in sezionale distinto? Avevo trovato un articolo del sole24ore del 12/06/2018 del direttore di Assosoftware che riporta quanto segue: Vedi l'allegato 402
lasciando supporre che, se il fornitore emette la fattura elettronica per sua scelta e non per obbligo, è ancora possibile conservarla in maniera cartacea.
E' attendibile questa interpretazione?
L'interpretazione è secondo me attendibile. Nel caso di fattura elettronica emessa per scelta e non per obbligo il cessionario/committente non è tenuto a seguire il processo di conservazione (elettronica) adottato dal cedente/prestatore.
Saluti.
 

Rocco

Utente
Mah! Ho letto di tutto riguardo a ciò. Confortata dal parere di un esperto io mi sono conformata a questa prassi. Cmq tra i vari e presumo che ce ne siano altrettanti contrari: la circolare AE n. 18/E del 24/06/2014, il decreto legislativo 20 febbraio 2004, n. 52 (Attuazione della direttiva 2001/115/CE che semplifica ed armonizza le modalità' di fatturazione in materia di IVA. -GU n.49 del 28-2-2004 - Suppl. Ordinario n. 30-) e di conseguenza quanto dettato nella Circolare n. 45/E dell'Agenzia delle Entrate che approfondisce i contenuti DL e al punto 3.1.2 riporta: "È necessario, tuttavia, correlare detta previsione con l’obbligo di operare la conservazione elettronica per “tipologie di documenti” ai sensi del D.M., così che, prescelta una determinata modalità di conservazione (sia essa analogica o elettronica) in relazione ad un periodo d’imposta, la stessa deve essere adottata per tutti i documenti rientranti nella medesima categoria, anche in presenza di modalità alternative di conservazione previste dalla norma. Poi mi pare dovesse uscire un documento ufficiale che confortasse l'esatto contrario dopo la puntualizzazione sulla numerazione univoca delle fatture, ma non mi pare che sia uscito nulla.
Dal lato di chi riceve le fatture l'Ade, che a me risulti, non si è mai pronunciata in merito alla tenuta di un sezionale "dedicato" alla fatture elettroniche ricevute distinte da quelle cartacee...
Saluti.
 
Alto