Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

dubbi successione e agevolazioni prima casa

justfrank

Utente
Buongiorno,

mia madre lascia a mio padre e due figli (io e mia sorella) un totale di 3 appartamenti. Il primo è in comunione dei beni con mio padre (quindi proprietà al 50%), gli altri due immobili sono due appartamenti con intera proprietà di mia madre.

Per questioni di equità, vorremmo fare una divisione (tramite atto notarile) di questo tipo: io acquisisco la piena proprietà dei due immobili (che sommati hanno pressapoco lo stesso valore dell'immobile in comunione dei beni) e andrò ad abitare in uno di questi. Mia sorella invece prenderebbe appunto la piena proprietà dell'immobile in comunione dei beni, acquisendo il 50% in successione ereditaria da parte di mia madre e l'altro 50% lo acquisisce tramite atto di donazione della nuda proprietà da parte di mio padre. Egli in questo modo rinuncia a ogni quota ereditaria, mantenendo comunque il diritto di abitazione (oppure da valutare usufrutto..) nell'immobile in questione. Per mia sorella questa sarebbe una seconda proprietà immobiliare perchè ha già una prima casa di cui sta pagando il mutuo.

Domande:
1) mia sorella può diventare piena proprietaria dell'immobile in questione anche se mio padre donerebbe solo la "nuda proprietà"?

2) per i miei 2 immobili, come pago le imposte di successione? Io non ho altri immobili di mia proprietà, quindi potrei chiedere le agevolazioni prima casa su uno dei due immobili in cui andrò ad abitare? Quindi per uno pago l'imposta di successione agevolata (200 catastale + 200 ipotecaria) mentre per l'altro (che risulterà mia seconda casa) pago la tassazione ordinaria (ipotecaria e catastale al 3%)?

3) mia sorella, avendo già una prima casa in cui vive, pagherà la tassazione ordinaria?


Grazie per l'attenzione.
Un saluto a tutti
 

pluto

Utente
Buongiorno,

mia madre lascia a mio padre e due figli (io e mia sorella) un totale di 3 appartamenti. Il primo è in comunione dei beni con mio padre (quindi proprietà al 50%), gli altri due immobili sono due appartamenti con intera proprietà di mia madre.

Per questioni di equità, vorremmo fare una divisione (tramite atto notarile) di questo tipo: io acquisisco la piena proprietà dei due immobili (che sommati hanno pressapoco lo stesso valore dell'immobile in comunione dei beni) e andrò ad abitare in uno di questi. Mia sorella invece prenderebbe appunto la piena proprietà dell'immobile in comunione dei beni, acquisendo il 50% in successione ereditaria da parte di mia madre e l'altro 50% lo acquisisce tramite atto di donazione della nuda proprietà da parte di mio padre. Egli in questo modo rinuncia a ogni quota ereditaria, mantenendo comunque il diritto di abitazione (oppure da valutare usufrutto..) nell'immobile in questione. Per mia sorella questa sarebbe una seconda proprietà immobiliare perchè ha già una prima casa di cui sta pagando il mutuo.

Domande:
1) mia sorella può diventare piena proprietaria dell'immobile in questione anche se mio padre donerebbe solo la "nuda proprietà"?

2) per i miei 2 immobili, come pago le imposte di successione? Io non ho altri immobili di mia proprietà, quindi potrei chiedere le agevolazioni prima casa su uno dei due immobili in cui andrò ad abitare? Quindi per uno pago l'imposta di successione agevolata (200 catastale + 200 ipotecaria) mentre per l'altro (che risulterà mia seconda casa) pago la tassazione ordinaria (ipotecaria e catastale al 3%)?

3) mia sorella, avendo già una prima casa in cui vive, pagherà la tassazione ordinaria?


Grazie per l'attenzione.
Un saluto a tutti
al punto 1) se gli viene donata la nuda proprietà come fa ad essere ora piena proprietaria?...in futuro...

comunque gli immobili della successione sono soggetti tutti allo stesso trattamento, se uno degli eredi ha i requisiti per l'agevolazione prima casa questo vale su tutti gli immobili e terreni in successione...

devi fare prima la successione, anche senza notaio, e poi andare dal notaio per fare la permuta e donazione per portare tutto al risultato finale da te prospettato...
 
Ultima modifica:

Giuldi

Utente
.....
Per questioni di equità, vorremmo fare una divisione (tramite atto notarile)....
Prima della divisione dovete presentare la successione, solo una volta messe a posto le quote di proprietà ve le potete giocare come volete...
Ecco un paio di link per orientarti:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Agenzia+informa/pdf+guide+agenzia+informa/Guida_Fisco_e_casa_Successioni_e_donazioni.pdf
agevolazione prima casa: come richiederla in caso di successione
 

justfrank

Utente
al punto 1) se gli viene donata la nuda proprietà come fa ad essere ora piena proprietaria?...in futuro...

comunque gli immobili della successione sono soggetti tutti allo stesso trattamento, se uno degli eredi ha i requisiti per l'agevolazione prima casa questo vale su tutti gli immobili e terreni in successione...

devi fare prima la successione, anche senza notaio, e poi andare dal notaio per fare la permuta e donazione per portare tutto al risultato finale da te prospettato...
Ok, per il punto 1) mia sorella dovrebbe accettare l'eredità non come piena proprietà ma come nuda proprietaria, riservando l'usufrutto / abitazione a mio padre...in questo modo dovrebbe risolversi...poi un giorno diverrà piena proprietaria

Per il discorso delle agevolazioni prima casa....io ne ho diritto ma mia sorella no...ma stando a quanto dici tu dovremmo pagare per tutti gli immobili l'imposta agevolata? Cioè sul primo immobile paghiamo 200+200, sul secondo 200+200 e così anche sul terzo? Ho capito bene? Mi pare un po' strano...

Ok, quindi prima facciamo la dichiarazione di successione e poi si va dal notaio...
 

pluto

Utente
Ok, per il punto 1) mia sorella dovrebbe accettare l'eredità non come piena proprietà ma come nuda proprietaria, riservando l'usufrutto / abitazione a mio padre...in questo modo dovrebbe risolversi...poi un giorno diverrà piena proprietaria

Per il discorso delle agevolazioni prima casa....io ne ho diritto ma mia sorella no...ma stando a quanto dici tu dovremmo pagare per tutti gli immobili l'imposta agevolata? Cioè sul primo immobile paghiamo 200+200, sul secondo 200+200 e così anche sul terzo? Ho capito bene? Mi pare un po' strano...

Ok, quindi prima facciamo la dichiarazione di successione e poi si va dal notaio...
Per la successione ùn solo 200+200....ti sembrerà fantascienza ma è cosi....
 

AL FRED

Utente
Pongo anch'io un quesito sul tema...

La situazione è questa.

Due genitori e un figlio maggiorenne.
Il padre muore e il figlio maggiorenne rinuncia all'eredità per lasciare tutto alla propria madre (moglie della persona deceduta).

I beni consistono in un appartamento con box e giardino e un po' di risparmi.



Se la moglie è titolare del diritto di usufrutto di un appartamento sito in altro Comune (la nuda proprietà è del figlio), potrà ugualmente usufruire del beneficio "prima casa" se rinuncia all'usufrutto in favore del figlio (che da "nudo proprietario" diventerà proprietario") prima della chiusura dell'eredità?

Grazie!
 

pluto

Utente
Dubito che tua sorella possa avere il beneficio prima casa, se eredita ben DUE immobili...
e anche se fossero DUEcento gli immobili ereditati... basta che solo uno degli eredi usufruisca in sede di successione dell'agevolazione prima casa che per tutti gli immobili e terreni dell'asse ereditario, anche se fossero DUEmila, si usufruisce dell'imposta catastale e ipotecaria in misura fissa, un unico 200+200!!!
 
Ultima modifica:

pluto

Utente
Se la moglie è titolare del diritto di usufrutto di un appartamento sito in altro Comune (la nuda proprietà è del figlio), potrà ugualmente usufruire del beneficio "prima casa" se rinuncia all'usufrutto in favore del figlio (che da "nudo proprietario" diventerà proprietario") prima della chiusura dell'eredità?
non sappiamo se l'appartamento/usufrutto l'ha acquisito usufruendo dell'agevolazione prima casa....
nel caso deve cederlo ma ritengo che non necessariamente debba farlo prima della presentazione della dichiarazione di successione...potrà dichiarare che lo farà entro un anno dalla presentazione della successione (ma meglio non oltre i 18 mesi dall'apertura della successione, al pari del tempo concesso per il trasferimento della residenza)
 
Ultima modifica:
Alto