Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

..i viaggi in auto..

Jo-Vinco

Utente
..sicuramente tutti noi ci si ricorda di quando si era bambini e si giocava in auto, seduti sul sedile posteriore, a chi, durante per esempio il periodo natalizio, contava più alberi di natale, o vedeva piu prinz "prinz tua senza ritorno", o si cercava di indovinare la provincia di appartenenza dalle targhe delle auto..
ecco, le provincie.. ora con le nuove targhe le provincie sono sparite sostituite da lettere e numeri, non c'è piu il vecchio BG BS MN MI NA SS .. indi ora non si riesce piu a riconoscere da dove potrebbe venire un'auto, chi potrebbe essere il guidatore.. tutti, tranne uno.. il milanese..

ecco, prendi un milanese, mettilo in autostrada A4 in direzione Venezia nei weekend, ponti, pasqua, natale ed agosto ed ovviamente in direzione Milano al rientro, beh il milanese lo riconosci subito..
Il milanese poi, da quando sul tratto MI-BG hanno fatto la quarta corsia, risulta essere totalmente spaesato, non sa che fare.. allora lo vedi a 80km orari in seconda corsia, 95 in terza corsia e non si sposta manco se da dietro arriva un missile cruise arrabbiandosi pure se sulla seconda, sulla sua destra cioè, viene oltrepassato dagli altri che magari vanno a 110 km orari (e badate bene questo non è sorpasso a destra ma marcia sulla propria corsia solo che tu vai ad una velocità decente, l'altro, il milanese, crede di andarci non sapendo che rallenta il traffico causando pericolo agli altri e a se stesso, e a 180 in quarta pure con la Punto (qualcuno di loro ci ha provato anche con la 600).. l'unica corsia ove è impossibile trovarlo è la prima, da sempre, il milanese non la usa, per uscire allo svincolo taglia a destra direttamente da dove si trova quarta terza seconda corsia che sia, ovviamente rallentando e omettendo l'indicatore di direzione..
insomma, un milanese lo si riconosce subito, è inconfondibile, lo riconoscono pure i bambini..:D

come in tutte le cose, ovviamente, v'è l'eccezione che conferma la regola, non tutti quelli che guidano cosi sono milanesi, ma un buon 90% si, insomma quando trovi uno in mezzo a 90km orari sulla A1 verso Roma ti dici, impossibile sia un milanese, siamo quasi a Roma, non hanno unito le due metropolitane cittadine, beh, fidatevi, quello o è un milanese in vacanza o un milanese che si è perso sull'appennino in una notte di nebbia..:rolleyes:

quindi un nuovo gioco, per far mettere via il gameboy ai bimbi, potrebbe essere vince chi conta piu milanesi oppure vince chi conta piu automobilisti capaci di capire come si guida sulle rotatorie e come vi si usa l'indicatore di direzione (qui beh, diciamolo, non tutti sono milanesi, anzi :D)

Ovviamente si fa per scherzare (insomma), si aspettano luoghi comuni sui bergamaschi :D

buona pasqua a tutti
 
Ultima modifica:

PICO

Utente
Riferimento: ..i viaggi in auto..

Grazie per la tua sottile ironia. Ogni tanto è bello divagare. Vorrei commentare l'uso delle frecce: trattasi di arma notoriamente in uso agli indiani d'America e quindi, con riferimento all'intero Stivale, di un popolo ormai quasi estinto.
Ciao
 

Jo-Vinco

Utente
Riferimento: ..i viaggi in auto..

eh, magari fosse solo ironia
Giorno di Pasqua, altezza casello Peschiera, ore 11.00 autostrada affollata, il milanese (stavolta anche con bollino MI sulla targa), dalla terza corsia si buttava sull'uscita autostradale senza preavviso alcuno e incurante di chi gli stava dietro e a fianco, il pirla..
a costoro bisognerebbe fare l'esame della patente due volte l'anno.

ciao
 

PICO

Utente
Riferimento: ..i viaggi in auto..

Suggerirei di vendergli l'auto senza volante, da conquistarsi dopo aver accertato che sia in grado di utilizzare tutte le dotazioni della suddetta, opzional compresi. P.S. quanto all'esame suggerirei non quello per la patente ma quello dello psichiatra.
 
Ultima modifica:
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto