Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

guadagni online e dichiarazione dei redditi

Elisaaaaa

Utente
Buongiorno
sono una ragazza disoccupata che da qualche mese ha iniziato a vendere dei video.
In pratica carico i video da me prodotti su un sito web americano (stati uniti) e chi vuole li compra.
ho iniziato a maggio e qualche giorno fa ho ricevuto il primo bonifico (450 euro)...prevedo poi di riceverne un altro verso dicembre (sempre sui 400 euro).
i soldi non sono tassati alla fonte, quindi si tratta di importi lordi...
ho pensato di fare la dichiarazione dei redditi nel 2020 e trattarli come reddito da lavoro autonomo occasionale.
ma ora mi è venuto il dubbio perchè in vari forum c'è scritto che siccome i video, una volta caricati nel sito, possono essere comprati dagli utenti in qualsiasi momento della giornata, allora risulterebbe essere un'attività abituale e quindi necessita di partita iva.
trattandosi di cifre basse non ho aperto partita iva,
che cosa posso fare? rischio delle sanzioni?
non posso aprire partita iva per un guadagno di 950 euro annui.
p.s.: il fatto che mi arrivino 2 bonifici nell'arco di un anno dovrebbe far figurare l'attività come occasionale, giusto?
 
Ciao @Elisaaaaa ,

il dubbio che hai è legittimo: l'occasionalità di una professione non dipende dall'introito che realizzi, ma proprio dall'abitualità che ne scaturisce. Io posso fare anche un e-book in un anno ma se questo viene comprato da 100 persone a mio avviso il fisco ha qualcosa da obbiettare. Poi per carità dipende anche dalla rilevanza: 950 € se li dichiari come prestazione occasionale difficile che qualcuno venga a farti le pulci, diverso è se quest'attività inizia a fruttarti.

Come partita iva dovresti inquadrarti come videomaker, ti allego il link del mio blog dove spiego nel dettaglio il funzionamento: LINK
 

Elisaaaaa

Utente
Ciao @Elisaaaaa ,

il dubbio che hai è legittimo: l'occasionalità di una professione non dipende dall'introito che realizzi, ma proprio dall'abitualità che ne scaturisce. Io posso fare anche un e-book in un anno ma se questo viene comprato da 100 persone a mio avviso il fisco ha qualcosa da obbiettare. Poi per carità dipende anche dalla rilevanza: 950 € se li dichiari come prestazione occasionale difficile che qualcuno venga a farti le pulci, diverso è se quest'attività inizia a fruttarti.

Come partita iva dovresti inquadrarti come videomaker, ti allego il link del mio blog dove spiego nel dettaglio il funzionamento: LINK
grazie per la risposta, sei stato molto gentile :)
ho due domande:
1- ma se io anche nei prossimi anni dovessi sempre guadagnare sui 900 euro all'anno posso andare avanti a dichiararli nel 730 e basta, oppure sarei obbligata ad aprire partita iva?
2- e se invece, a fine 2019 smetto per sempre di fare video, basta che quei 950 euro li dichiaro al caf quando vado a fare la dichiarazione dei redditi, giusto? oppure devo fare altro?
 
Alto