Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

Acconto cedolare secca non versato

Faber65

Utente
Alcuni giorni fa mi sono visto recapitare raccomandata dalla Agenzia delle Entrate relativo ad un omesso versamento dell'acconto della cedolare secca (anno riferimento 2016).
Racconto come sono andate le cose
Anno 2015: immobile locato con cedolare secca (dal 01/01/2015 fino al 30/09/2015), ovvero 273 gg., poi sfitto.
In data 29/05/2016 presento il mod. 730/2016 e, non avendo più locato l'immobile, barro la casella del quadro F6 per non effettuare i versamenti in acconto, in quanto alla data di presentazione l'immobile risultava sfitto.
Successivamente, in data 15/07/2016 stipulo un altro contratto di locazione con cedolare secca, il quale ad oggi è ancora in vigore.
Pertanto in data 23/05/2017 presento il mod. 730/2017 e pago gli acconti della cedolare secca. Così anche per l'anno successivo (mod. 730/2018).
Mi sono recato presso l'AdE e mi è stato riferito che avrei dovuto pagare lo stesso gli acconti, anche se il mod. 730/2016 era stato presentato, mediante la compilazione successiva del mod. F24, visto che l'immobile è stato poi locato.
Pertanto l'AdE mi ha recapitato avviso di pagamento per sanzione + interessi, da effettuarsi entro 30 gg..
Secondo voi è giusto quello che mi viene richiesto ? Avrei dovuto pagare gli acconti anche con il mod. 730/2016 ?
 

Rocco

Utente
Alcuni giorni fa mi sono visto recapitare raccomandata dalla Agenzia delle Entrate relativo ad un omesso versamento dell'acconto della cedolare secca (anno riferimento 2016).
Racconto come sono andate le cose
Anno 2015: immobile locato con cedolare secca (dal 01/01/2015 fino al 30/09/2015), ovvero 273 gg., poi sfitto.
In data 29/05/2016 presento il mod. 730/2016 e, non avendo più locato l'immobile, barro la casella del quadro F6 per non effettuare i versamenti in acconto, in quanto alla data di presentazione l'immobile risultava sfitto.
Successivamente, in data 15/07/2016 stipulo un altro contratto di locazione con cedolare secca, il quale ad oggi è ancora in vigore.
Pertanto in data 23/05/2017 presento il mod. 730/2017 e pago gli acconti della cedolare secca. Così anche per l'anno successivo (mod. 730/2018).
Mi sono recato presso l'AdE e mi è stato riferito che avrei dovuto pagare lo stesso gli acconti, anche se il mod. 730/2016 era stato presentato, mediante la compilazione successiva del mod. F24, visto che l'immobile è stato poi locato.
Pertanto l'AdE mi ha recapitato avviso di pagamento per sanzione + interessi, da effettuarsi entro 30 gg..
Secondo voi è giusto quello che mi viene richiesto ? Avrei dovuto pagare gli acconti anche con il mod. 730/2016 ?
L'utilizzo del metodo previsionale nel versamento degli acconti necessita di molta cautela perché se la previsione non viene rispettata si commette una violazione, sanzionata dalla legge.
Ciò scritto, evidentemente per quell'anno gli acconti erano da versare ed in fase di controllo automatizzato ex art. 36-bis l'Ade ha rilevato la mancanza del loro versamento. Da ciò è scaturita la comunicazione di irregolarità.
Saluti.
 
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto