Il Fallimento e i vari esiti dopo DL 118/2021 (eBook)

Il Fallimento e i vari esiti dopo DL 118/2021 (eBook)

eBook dedicato agli organi, le procedure e gli effetti del fallimento e del concordato fallimentare. Disciplina valida fino al 15.05.2022; pdf di 206 pag.

Leggi dettagli prodotto

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 9788891648860

In Promozione fino al 15/10/2021

16,90 € + 4% IVA

14,90 € + 4% IVA
(15,50 € IVA Compresa)
Data: 03/09/2021
Tipologia: E-Book


Dettagli prodotto

Gli organi, le procedure e gli effetti del fallimento e del concordato fallimentare, dopo il D.L. 118/2021 (disciplina valida fino al 15 maggio 2022) con le novità del D.L. 118/2021, inclusa la procedura di Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa.

eBook in pdf di 206 pagine.

La pandemia del Covid-19, oltre ad aver avuto pesanti effetti sul sistema economico mondiale, la cui durata non è ancora prevedibile a un anno e mezzo dal suo sorgere (febbraio 2020- settembre 2021), ha indotto il legislatore del nostro paese ad intervenire più volte sulla materia fallimentare, sia rinviando per ben 2 volte l’entrata in vigore del Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza (D.Lgs. 14/2019), sia introducendo una nuova procedura ibrida (Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa), che assomiglia sia alla procedura di Composizione della crisi da sovraindebitamento (per i piccoli operatori economici), delineata dalla legge 3/2012, sia alla Composizione assistita della crisi di impresa (per le imprese più grandi), prevista dal Codice della crisi di impresa.

Il primo rinvio dal 15 agosto 2020 al 1° settembre 2021 dell’entrata in vigore del Codice della crisi di impresa, e la conseguente sopravvivenza della legge fallimentare (R.D. 267/42), ha avuto luogo con l’art. 5 del D.L. 8 aprile 2020, n. 23, contenente “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali”, che è stato pubblicato nella G.U. n. 94 del 8/4/2020, per essere poi convertito dalla legge 5 giugno 2020, n. 40, pubblicata nella G.U. n. 143 del 6/6/2020.

Il secondo rinvio dal 1° settembre 2021 al 16 maggio 2022 dell’entrata in vigore del Codice della crisi di impresa è stato decretato dall’art. 1 del D.L. 24 agosto 2021, n. 118, recante “Misure urgenti in materia di crisi di impresa e di risanamento aziendale, nonché ulteriori misure urgenti in materia di giustizia”, e pubblicato nella G.U. n. 202 del 24/8/2021, non ancora convertito in legge, al momento di pubblicare il presente ebook. Va però precisato che la parte del Codice relativa alle procedure di allerta e di composizione assistita della crisi è stata rinviata al 31 dicembre 2023.

Ecco quindi che dei testi, ossia gli ebook sul fallimento e sulle procedure concorsuali previste dal R.D. 267/42, che l’autore riteneva ormai professionalmente morti, sono tornati ad essere utili.

Il testo consente di comprendere come gestire la procedura fallimentare, e soprattutto di conoscere in anticipo i possibili esiti della procedura, nel cui novero vi è anche il concordato fallimentare.

Si ricorda che questo ebook è accompagnato da altri due collegati, relativi rispettivamente a:

  • “Le soluzioni extragiudiziali alla crisi di impresa”, che includono il rilancio manageriale, il Piano di risanamento e la nuova procedura della Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa,
  • e “L’Accordo di ristrutturazione dei debiti e il Concordato preventivo”, che puntano a presentare nel loro complesso i vari percorsi che un’impresa in difficoltà può tentare al fine di salvaguardare, per quanto possibile, l’operatività, nonché le stesse prospettive future di continuità e redditività dell’azienda.

Passando ora ad una presentazione più dettagliata del presente testo, c’è un primo capitolo, che illustra le principali novità del D.L. 118/2021, che riguardano, oltre ad alcune modifiche alla disciplina dell’accordo di ristrutturazione dei debiti e del concordato preventivo, anche l’introduzione della nuova procedura della Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa.

Dopo questa illustrazione delle novità, il testo continua con un secondo capitolo, finalizzato alla descrizione dei diversi organi coinvolti nella procedura fallimentare, ossia il Tribunale, il giudice delegato, il curatore, il Comitato dei creditori, che costituiscono l’oggetto del secondo capitolo.

Nel terzo capitolo si esamina passo per passo la procedura fallimentare. Dopo aver richiamato le condizioni per l’attivazione della procedura, si descrive il primo passaggio, costituito dall’istruttoria prefallimentare, che può concludersi con la dichiarazione di fallimento.

A quel punto inizia la complessa gestione del fallimento, che si avvia con l’acquisizione delle attività del fallito, e la raccolta delle richieste dei creditori, per la formazione dello stato passivo. Sono poi spiegate in dettaglio le misure tese alla conservazione dell’attività aziendale, e quindi il testo affronta gli istituti dell’esercizio provvisorio e dell’affitto dell’azienda. Infine, si esamina il procedimento liquidatorio, nel cui ambito si inseriscono la vendita dell’azienda, così come l’alienazione delle sue singole componenti.

Si arriva così alla conclusione della procedura, con i passaggi della ripartizione dell’attivo e del rendiconto del curatore.

Vi è poi il quarto capitolo, che effettua una disamina degli effetti del fallimento sui creditori e sul fallito, sotto il profilo economico, legale, processuale, ed anche personale, ed in questo contesto si illustra il possibile beneficio dell’esdebitazione, tema con il quale si conclude il quarto capitolo.

Il quinto capitolo è invece dedicato al concordato fallimentare, che può costituire un possibile esito della procedura fallimentare, vantaggioso in termini di parziale mantenimento dell’attività dell’impresa in crisi, ma sottoposto a determinate condizioni. Infatti, si comincia con l’esame delle condizioni per l’accesso a questa possibile soluzione, per poi seguire passo per passo la procedura, e concludere con gli effetti che essa genera.

Indice prodotto

Presentazione
CAPITOLO 1. LE NOVITÀ DEL D.L. 118/2021 15
1. Le principali novità del D.L. 118/2021
2. Il prolungamento della vigenza della legge fallimentare
2.1 L’estensione fino al 15 maggio 2022 della vigenza del R.D. 267/42
2.2 Le norme del Codice della crisi di impresa comunque in vigore
2.3 Le ragioni del rinvio dell’entrata in vigore del Codice della crisi di impresa
3. La nuova procedura della Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa
3.1 La procedura ordinaria di Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa
3.2 La procedura semplificata di Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa
3.3 Il Concordato semplificato per la liquidazione del patrimonio
4. Le modifiche alla legge fallimentare apportate dal D.L. 118/2021
5. I rinvii e le deroghe ai termini apportati dal D.L. 118/2021
5.1 La possibilità di passare dalle procedure concorsuali a quella del piano di risanamento fino al 31/12/2022
5.2 La possibilità di predisporre la documentazione completa in caso di concordato in bianco anche in presenza di una richiesta di fallimento fino al 31/12/2021
5.3 L’improcedibilità della risoluzione del concordato preventivo fino al 31/12/2021
CAPITOLO 2. GLI ORGANI DELLA PROCEDURA FALLIMENTARE
1. Quadro sintetico dei compiti degli organi della procedura fallimentare
2. Il Tribunale fallimentare
3. Il giudice delegato
3.1 Le funzioni del giudice delegato
3.2 Il ricorso alle decisioni del giudice delegato e del Tribunale
4. Il curatore
4.1 Il ruolo del curatore
4.2 La nomina del curatore
4.3 Le funzioni del curatore
4.4 Le responsabilità ed il compenso del curatore
4.5 La gestione finanziaria da parte del curatore
4.6 Il reclamo contro gli atti del curatore e del Comitato dei creditori
4.7 La revoca del curatore
5. Il Comitato dei creditori
5.1 La nomina e la revoca dei membri del Comitato dei creditori
5.2 I compiti del Comitato dei creditori
5.3 Il funzionamento del Comitato dei creditori
5.4 Le responsabilità ed il compenso dei componenti del Comitato dei creditori
CAPITOLO 3. LA PROCEDURA FALLIMENTARE
1. Introduzione
1.1 Le imprese sottoponibili alla procedura fallimentare
1.2 Le procedure alternative al fallimento
2. L'inizio della procedura fallimentare
2.1 Le circostanze che danno luogo all'inizio della procedura fallimentare
2.2 I soggetti che possono richiedere l'attivazione della procedura fallimentare
2.3 Il Tribunale competente a dichiarare il fallimento
2.4 L'avvio della procedura per la dichiarazione del fallimento
2.5 L'istruttoria prefallimentare
2.6 La sentenza di fallimento e la sua pubblicazione
2.7 Gli effetti della sentenza di fallimento
2.8 Il ricorso alla sentenza di fallimento
3. La gestione del fallimento
3.1 La presa in custodia delle attività del fallito
3.2 L'accertamento del passivo
3.3 L’insufficienza dell'attivo come ragione per l’interruzione della procedura fallimentare
3.4 Le contestazioni e le modifiche alle decisioni sullo stato del passivo
3.5 L'esercizio provvisorio dell’impresa del fallito
3.6 L’affitto dell’impresa del fallito
3.7 Il programma di liquidazione dei beni del fallito
3.8 La liquidazione dei beni del fallito: la vendita dell’azienda
3.9 La liquidazione dei beni del fallito: la vendita di rami di azienda o il suo conferimento a società
3.10 La liquidazione dei beni del fallito: i crediti ed i titoli
3.11 La liquidazione dei beni del fallito: gli immobili, gli altri beni iscritti in pubblici registri, ed i diritti di proprietà intellettuale
3.12 Le modalità di vendita dei beni del fallito
4. La conclusione della procedura fallimentare
4.1 La ripartizione dell'attivo
4.2 Il rendiconto del curatore
4.3 La ripartizione finale
4.4 La chiusura del fallimento
5. La riapertura del fallimento
6. Il fallimento di società
6.1 Il fallimento delle società di capitali
6.2 Il fallimento delle società di persone
6.3 Il fallimento delle Spa con patrimoni separati
CAPITOLO 4. GLI EFFETTI DEL FALLIMENTO
1. Gli effetti del fallimento sui creditori
1.1 Gli effetti economici
1.2 Gli effetti legali
2. Gli effetti del fallimento sul fallito
2.1 Gli effetti economici
2.2 Gli effetti personali
2.3 Gli effetti legali
2.4 Gli effetti processuali
2.5 L’inefficacia degli atti del fallito e le revocatorie
3. L'esdebitazione
3.1 Il concetto dell'esdebitazione
3.2 L’ambito di applicazione dell’esdebitazione
3.3 L’impostazione dell’esdebitazione
3.4 Le limitazioni e le condizioni per l'esdebitazione
3.5 La procedura di esdebitazione
3.6 Gli effetti dell’esdebitazione
CAPITOLO 5. IL CONCORDATO FALLIMENTARE
1. Quadro generale
2. Le condizioni per il concordato fallimentare
3. La procedura del concordato fallimentare
3.1 La proposta di concordato fallimentare
3.2 La pubblicizzazione della proposta di concordato fallimentare
3.3 L’approvazione della proposta di concordato fallimentare
3.4 L’omologazione della proposta di concordato fallimentare
3.5 L’opposizione al concordato fallimentare
3.6 L’attuazione del concordato fallimentare
3.7 La conclusione del concordato fallimentare
4. Gli effetti del concordato fallimentare
5. Le regole specifiche per il concordato fallimentare di società

Descrizione breve

Gli organi, le procedure e gli effetti del fallimento e del concordato fallimentare, dopo il D.L. 118/2021 (disciplina valida fino al 15 maggio 2022) con le novità del D.L. 118/2021, inclusa la procedura di Composizione negoziata per la soluzione della crisi di impresa.

eBook in pdf di 206 pagine.

Isbn: 9788891648860



SKU FT-44842 - Ulteriori informazioni: cat1e-book_pratici / cat2collana_e-book