Gli assetti organizzativi, amministrativi e contabili

Gli assetti organizzativi, amministrativi e contabili

Guida per PMI e professionisti sugli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili previsti dal Codice civile e dal CCII; eBook pdf 130 pag.

Leggi dettagli prodotto

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 9788891648334

In Promozione fino al 15/07/2021

15,90 € + 4% IVA

14,90 € + 4% IVA
(15,50 € IVA Compresa)
Data: 03/06/2021
Tipologia: E-Book


Dettagli prodotto

eBook in pdf di 130 pagine sugli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili, una guida per le PMI e professionisti.

L’imprenditore, che opera in forma societaria o collettiva, ha il dovere di istituire un assetto organizzativo, amministrativo  e  contabile  adeguato  alle  dimensioni  e  alla  natura  dell’impresa,  anche  in  funzione  della rilevazione tempestiva della crisi dell’impresa e della perdita della continuità aziendale, nonché di attivarsi senza indugio per l’adozione e  l’attuazione di uno degli strumenti previsti dall’ordinamento per il superamento della crisi e il recupero della continuità aziendale.

Dopo un'esposizione delle norme di legge su cui s’incardina il modello OrAmCo, gli autori articolano il concreto funzionamento degli adeguati assetti, iniziando con l’istituzione dell’assetto organizzativo, proseguendo con l’illustrazione degli strumenti della migliore tecnica di amministrazione aziendale, attraverso i quali si snoda l’organizzazione delle risorse umane e materiali, e terminando con l’esposizione dei presidi e dei controlli che assicurano la corretta e tempestiva rilevazione e comunicazione dei fatti di gestione e la loro sintesi in bilancio.

Infine, si richiamano i primi interventi della giurisprudenza sul tema e mettendo in luce come adeguati assetti OrAmCo, oltre ad essere strumento di gestione e di virtuosa performance di un’impresa in bonis, costituiscono preziosi fari anticipatori di possibili crisi e perdita di continuità aziendale.

La trattazione si prefigge di offrire un aiuto concreto soprattutto alle PMI, indicando la via che esse possono perseguire nell’immettersi, con adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili, nel nuovo e promettente mercato che sta nascendo al termine del periodo epidemico, e rafforzando il percorso indicato con alcuni moduli.

L’esposizione tiene in debito conto le dimensioni dell’azienda, la piccola come la media. Dimostra come il bilancio, il budget e il cash flow, redatti almeno su base semestrale, come impone l’art. 2381 cod. civ. per s.p.a e s.r.l., ma più puntualmente con la periodicità richiesta dalla natura dell’attività imprenditoriale, siano diventati, con l’introduzione a partire dal 16 marzo 2019 del nuovo art. 2086 cod. civ., necessari strumenti di gestione di tutte le PMI.

Gli autori rivolgono la propria attenzione anche alla media impresa, individuando le sinergie che nascono dallo svolgimento dell’attività degli amministratori, singolarmente o nell’ambito del consiglio di amministrazione.

Autori:

studio verna società professionale
Lo studio verna società professionale, costituitasi nel 1973, è la più antica società semplice professionale ed offre consulenza ed assistenza economico-giuridica a Milano, con studi anche a Roma e Busto Arsizio. Persegue una politica di qualità fondata su etica, competenza e specializzazione. I suoi soci hanno pubblicato oltre un centinaio di libri e articoli in materia contabile, societaria, concorsuale e tributaria, oltre un manuale di gestione della qualità per studi professionali.

Giuseppe Verna
Dottore Commercialista, Socio Fondatore dello studio verna società professionale, ha maturato notevole esperienza in campo giuridico-contabile e tributario a livello nazionale ed internazionale come membro dello IASB-International Accounting Standards Board, dell’EFRAG-European Financial Reporting Advisory Group e del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti, vicepresidente della Commissione Nazionale statuizione principi contabili, presidente dell’Inpact e della Commissione norme tributarie di comportamento dell’AIDC. È esperto di: conflitti interni societari, crisi d’impresa e ristrutturazione dei debiti. È autore di numerosi scritti in materia tributaria, contabile, societaria e fallimentare.

Stefano Verna
Dottore Commercialista, Revisore Legale e CTU presso il tribunale di Milano. Socio dello studio verna società professionale, opera prevalentemente a fianco delle imprese italiane e all’estero, che assiste non solo nella gestione ordinaria, ma soprattutto nei processi di sviluppo, riorganizzazione e passaggio generazionale. Rappresenta lo studio verna società professionale nei rapporti con il network Inpact International. È autore di articoli e libri e relatore a convegni in materia societaria e tributaria.

Marco Rubino
Dottore Commercialista e Revisore Legale, CTU presso il tribunale di Milano e iscritto all’albo degli Amministratori Giudiziari. Socio dello studio verna società professionale svolge la sua attività nel campo delle procedure concorsuali e della ristrutturazione aziendale. Grazie all’esperienza maturata come curatore e commissario giudiziale, fornisce consulenza e assistenza alle imprese in crisi, anche in qualità di advisor e professionista attestatore di piani di risanamento e di concordato preventivo.
Collabora, insieme ad altri membri dello studio, alla pubblicazione di manuali e monografie in tema di crisi d’impresa.

Laura Restelli
Ragioniere Commercialista, dottore in Giurisprudenza e Revisore Legale, CTU presso il tribunale di Milano. Socia dello studio verna società professionale, ha ultratrentennale esperienza nella revisione contabile-legale, acquisita in primarie società di revisione, revisione di enti no profit e revisione condominiale. Fondatrice e co-amministratrice di Prorevi Auditing srl, società di revisione contabile con sede a Milano e Busto Arsizio. Presidente del Collegio dei Revisori della Fondazione dell’ODCEC di Milano. È co-autrice di libri e relatrice a corsi e convegni in Università e presso gli Ordini in materia di revisione legale.

Alessandro Turchi
Dottore commercialista in Milano, specializzato in procedure concorsuali e ristrutturazioni aziendali. Membro della Commissione Crisi di impresa e procedure concorsuali dell’ODCEC di Milano. Cultore della materia di gestione d’impresa e creazione di valore l’Università degli studi di Bergamo.

Indice prodotto

1. L’assetto Or.Am.Co nel codice civile e nel codice della crisi
1.1 L’art. 2086 quale apriporta di principi di corretta amministrazione
1.2 Le principali definizioni
1.3 L’assetto OrAmCo secondo le dimensioni e la natura dell’impresa
1.4 Istituzione, valutazione ed attuazione dell’assetto OrAmCo nell’art. 2381 cod. civ.
1.5 Strumenti dell’assetto OrAmCo previsti dall’art. 2381 cod. civ.
1.6 L’assetto OrAmCo e i doveri di sindaci e revisori
1.7 Responsabilità inerenti l’istituzione dell’assetto OrAmCo gravanti su amministratori, sindaci e revisori
2. L’assetto organizzativo. La Corporate Governance
2.1 L’impresa come entità organizzata
2.2 La centralità dei ruoli di corporate governance
2.3 Le norme di funzionamento della società: lo statuto
2.4 L’assemblea dei soci
2.5 L’organo amministrativo
2.5.1 La competenza nella gestione dell’impresa
2.5.2 Le diverse configurazioni dell’organo amministrativo
2.5.3 Il ruolo dell’organo di amministrazione nell’istituzione e la valutazione degli assetti organizzativi
2.6 Il Comitato controllo rischi e l’internal auditor
2.7 Il ruolo del collegio sindacale e del revisore nell’ambito degli assetti organizzativi
3. L’assetto organizzativo: la progettazione della struttura
3.1 La centralità della struttura organizzativa
3.2 Il concetto di assetto organizzativo dell’impresa
3.3 L’adeguatezza dell’assetto organizzativo
3.4 La progettazione di un adeguato assetto organizzativo
3.4.1 La divisione dei compiti e il raggruppamento in unità organizzative
3.4.2 Struttura accentrata e struttura decentrata: il sistema di delega
3.4.3 Il coordinamento delle unità organizzative
3.4.4 La formalizzazione dei ruoli: organigrammi e mansionari
3.4.5 Le procedure aziendali
3.4.6 In particolare: le procedure contabili
3.5 I modelli di struttura organizzativa
3.5.1 La struttura semplice
3.5.2 La struttura funzionale
3.5.3 La struttura divisionale
3.5.4 La struttura a matrice
3.6 Sistema di controllo interno e gestione dei rischi
3.6.1 L’importanza del controllo interno e della gestione dei rischi
3.6.2 L’Enterprise Risk Management per creare valore
3.7 Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. Lgs. 231/2001
3.7.1 L’esimente da responsabilità e l’Organismo di vigilanza
3.8 Gli altri modelli organizzativi di gestione della compliance
3.8.1 Sicurezza sul lavoro
3.8.2 Ambiente
3.8.3 Cybersecurity
3.8.4 Privacy
3.9 Il sistema di gestione della qualità
3.10 Un modello di gestione integrata del rischio: CoSo ERM framework
4. L’assetto amministrativo: il suo concreto funzionamento
4.1 Il concetto di adeguatezza dell’assetto amministrativo
4.2 Sistema di pianificazione, programmazione e controllo
4.3 La contabilità analitica e il sistema di misurazione dei costi
4.3.1 Oggetti di calcolo, tipologia delle informazioni e modalità di calcolo dei costi
4.4 Budgeting e forecasting
4.4.1 Il processo di budgeting e il master budget
4.4.2 Il sistema di forecasting
4.5 Reporting aziendale
4.5.1 Il reporting a balanced scorecard
4.5.2 L’analisi degli scostamenti
4.5.3 Il reporting e i sistemi di Business Intelligence
4.6 Il piano industriale e il piano di risanamento
4.6.1 Il piano come strumento di pianificazione e attuazione degli obiettivi aziendali
4.6.2 Il monitoraggio costante del piano: business review periodiche
5. L’assetto contabile
5.1 Il concetto di assetto contabile e la sua adeguatezza
5.2 L’adeguatezza delle procedure contabili
5.2.1 Gestione delle anagrafiche
5.2.2 Ciclo attivo e passivo
5.2.3 Gestione della tesoreria e gestione del personale
5.3 L’analisi di bilancio: capitale circolante netto, EBITDA e flusso di cassa
5.3.1 Riclassificazione dello stato patrimoniale: capitale circolante netto
5.3.2 Riclassificazione del conto economico: EBITDA
5.4 Il rendiconto finanziario: flusso di cassa della gestione operativa
5.5 L’analisi per indici
6. Il punto di vista del revisore in relazione all’assetto contabile prescritto dall’art. 2486, co. 2, cod. civ.: la verifica del sistema di controllo interno
6.1 Premessa
6.2. Il modello organizzativo
6.3 Il controllo del revisore
6.4 Svolgimento del controllo del revisore
6.5 Conclusioni sulla valutazione del sistema di controllo interno
7. Gli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili nella recente giurisprudenza di merito
7.1 Premessa
7.2 La denunzia di gravi irregolarità al tribunale ex art. 2409 c.c.
7.3 Le gravi irregolarità derivanti dall’inadeguatezza degli assetti ex art. 2086
7.4 Responsabilità degli amministratori per inadempimento dei doveri imposti dall’art. 2086
7.5 Scelte organizzative e business judgment rule
7.6 Scelte organizzative e business judgment rule (segue)
7.7 Conclusioni 6
8. Adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili e il sistema di allerta nel Codice della crisi
8.1 Premessa
8.2 Dal concetto di “insolvenza” a quello di “crisi”
8.3 Doveri dell’imprenditore e strumenti di allerta: gli obblighi organizzativi
8.4 Allerta interna, indicatori e indici della crisi
8.5 Allerta esterna: i creditori pubblici qualificati
8.6 La procedura di composizione della crisi dinnanzi all’OCRI
8.7 Doveri dell’imprenditore e misure premiali
8.8 Considerazioni conclusive
FORMULARIO

  • Relazione sugli adeguati assetti societari del consiglio di amministrazione
  • Verbale del consiglio di amministrazione per relazione semestrale di cui all’art.2381, co.5, cod. civ..
  • Verbale del consiglio di amministrazione per rilevamento crisi

Descrizione breve

Guida in pdf di 130 pagine, per PMI e professionisti, sugli adeguati assetti organizzativi, amministrativi e contabili.
Dopo un'esposizione delle norme di legge su cui s’incardina il modello OrAmCo, gli autori articolano il concreto funzionamento degli adeguati assetti, iniziando con l’istituzione dell’assetto organizzativo, proseguendo con l’illustrazione degli strumenti della migliore tecnica di amministrazione aziendale, attraverso i quali si snoda l’organizzazione delle risorse umane e materiali, e terminando con l’esposizione dei presidi e dei controlli che assicurano la corretta e tempestiva rilevazione e comunicazione dei fatti di gestione e la loro sintesi in bilancio.
Infine, si richiamano i primi interventi della giurisprudenza sul tema e mettendo in luce come adeguati assetti OrAmCo, oltre ad essere strumento di gestione e di virtuosa performance di un’impresa in bonis, costituiscono preziosi fari anticipatori di possibili crisi e perdita di continuità aziendale.

Isbn: 9788891648334



SKU FT-44436 - Ulteriori informazioni: cat1e-book_pratici / cat2collana_e-book