Disposizioni del Codice della crisi d'impresa in vigore

Disposizioni del Codice della crisi d'impresa in vigore

Le disposizioni che restano in vigore del Codice della crisi d'impresa dopo il rinvio al 1 settembre 2021 a cura del dl 23/2020 - Book in pdf di 112 pagin

Leggi dettagli prodotto

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 8891642943

In Promozione fino al 31/12/2020

14,90 € + 4% IVA

14,16 € + 4% IVA
(14,73 € IVA Compresa)
Data: 21/05/2020
Tipologia: E-Book Maggioli


Dettagli prodotto

L'e-Book, tenendo conto del rinvio a settembre 2021 dell'entrata in vigore di tutto il Codice della Crisi disposto dal Decreto Liquidità, esamina le norme già entrate in vigore tra le quali si annoverano, quale parte integrante del sistema dell’allerta, non ancora in vigore, gli assetti organizzativi dell’impresa (art. 375 CCII) e gli assetti organizzativi societari (art. 377 CCII). Poi le norme sulla Responsabilità degli amministratori (art. 378 CCII) e la Nomina degli organi di controllo (art. 379 CCII così come modificato dall’art. 8 comma 6-sexies della L. 8/2020 (Decreto milleproroghe).

Inoltre verranno esaminate anche le norme, anch’esse già in vigore, relative a:

  1. Individuazione del Tribunale competente per le procedure di concordato preventivo e/o dell’accordo di ristrutturazione del debito delle imprese di grandi dimensioni (art. 27, comma 1 CCII);
  2. Individuazione del Tribunale competente a dichiarare lo stato di insolvenza delle società in amministrazione straordinaria (art. 350 CCII);
  3. Albo degli incaricati della gestione e del controllo delle procedure concorsuale e suo funzionamento (art. 356, 357 e 359 CCII );
  4. Certificazione dei debiti contributivi e per premi assicurativi e dei debiti tributari (art. 363 e 364 CCII);
  5. Area web riservata (art. 359 CCII );
  6. Modifica al Testo Unico in materia di spese di Giustizia (art. 366 CCII);
  7. Modifica della disciplina esistente relativa alle garanzie in favore degli acquirenti degli immobili da costruire (art. 385, 386, 387 e 388 CCII).

Queste ultime disposizioni, entrate in vigore il 16 marzo 2019 e facenti parte del diritto positivo a tutti gli effetti, si possono distinguere anche a seconda della valenza che esplicheranno all’interno dell’Ordinamento: la n. 1 e la n. 2 hanno caratteristiche meramente processuali e verranno trattate congiuntamente, la n. 3, la n. 4, la n. 5 e la n. 6 parrebbero asservite a funzioni di mero funzionamento, la 7 rivisita parzialmente il regime delle garanzie nel settore dell’edilizia, mentre quelle inerenti gli assetti, la nomina degli organi di controllo e la responsabilità degli amministratori incidono profondamente nella vita e nella gestione dell’impresa e nelle vicende dell’organo gestorio assumendo quindi una valenza di carattere sostanziale volte a predisporre le condizioni ottimali per poter dare applicazione alla Riforma e, in particolare, proprio alle procedure di allerta oggi rinviate al 1° settembre 2021.

La loro disamina, in questa sede, non seguirà l’ordine cronologico delle norme che le prevedono, bensì quello dell’impatto che hanno provocato e che provocheranno sul tessuto economico nazionale.
Pertanto verranno trattate prima le disposizioni aventi carattere sostanziale sugli assetti organizzativi, sulla responsabilità degli amministratori e sulla nomina degli organi di controllo. A seguire le altre.

Indice prodotto

1. Premessa 
2. Introduzione 
3. Le norme relative all’assetto organizzativo dell’impresa 
4. La nomina degli organi di controllo 
4.1. L’organo di controllo nel codice della crisi 
4.2. La continuità aziendale e il covid-19 
4.2.1. Il principio della continuità aziendale 
4.2.2. Le disposizioni temporanee 
4.2.3. L’informativa di bilancio 
5. La manipolazione dei conti 
6. La responsabilità degli amministratori 
6.1. La determinazione del danno risarcibile 
7. La nuova competenza per materia e per territorio 
7.1. La nuova competenza in capo al tribunale sede delle sezioni specializzate in materia di amministrazione straordinaria 
7.2. La competenza territoriale dei procedimenti di regolazione della crisi e dell’insolvenza relativi a gruppi di imprese di rilevante dimensione 
7.3. L’individuazione del tribunale competente sulla base del centro degli interessi principali 
8. Le certificazioni dei debiti contributivi e tributari 
9. Area web riservata 
10. L’albo degli incaricati della gestione e del controllo nelle procedure 
11. Le spese di giustizia nel fallimento revocato 
12. Le garanzie in favore degli acquirenti di immobili da costruire 
13. Appendice - Normativa di riferimento 

Descrizione breve

eBook in pdf di 112 pagine, che esamina le disposizioni già in vigore del Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza, verranno trattate prima le disposizioni aventi carattere sostanziale:
- sugli assetti organizzativi,
- sulla responsabilità degli amministratori,
- e sulla nomina degli organi di controllo.
Inoltre verranno esaminate anche le norme, anch’esse già in vigore, relative a:
1. Individuazione del Tribunale competente per le procedure di concordato preventivo e/o dell’accordo di ristrutturazione del debito delle imprese di grandi dimensioni;
2. Individuazione del Tribunale competente a dichiarare lo stato di insolvenza delle società in amministrazione straordinaria;
3. Albo incaricati della gestione e del controllo delle procedure concorsuale e suo funzionamento;
4. Certificazione dei debiti contributivi e per premi assicurativi e dei debiti tributari;
5. Area web riservata; 6. Modifica al Testo Unico in materia di spese di Giustizia

Isbn: 8891642943



SKU FT-42356 - Ulteriori informazioni: cat1e-book_pratici / cat2collana_e-book