Attività turistiche e somministrazione enti no profit

La disciplina delle attività turistiche e di somministrazione che possono essere esercitate da associazioni senza scopo di lucro. 42 pag. + allegati

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 9788868054434

In Promozione fino al 28/02/2018
12,40 € + 4% IVA
10,48 € + 4% IVA
(10,90 € IVA Compresa)
Data: 07/02/2018
Tipologia: E-Book

Dettagli prodotto

Aggiornato ai Decreto Legislativi n° 117 e 112 del 2017 sulla riforma del terzo settore e dell’impresa sociale.

L’argomento di questo e-book è l’esame della disciplina delle attività turistiche in generale ed, in particolare, delle attività di organizzazione e vendita di viaggi (cioè dell’attività tipica delle agenzie di viaggio) e delle attività ricettive (cioè di ospitalità di turisti) che possono essere svolte da tutte le associazioni senza scopo di lucro che non sono enti del terzo settore (ETS) o imprese sociali.

Inoltre, nei paragrafi da 5) a 9) di questo Quaderno esamineremo la disciplina delle attività di somministrazione di alimenti e bevande che possono essere svolte sempre dalle associazioni che non hanno la qualifica di ETS o di impresa sociale (con l’avvertenza che il Paragrafo 9 riguarda anche le attività turistiche e ricettive che possono essere esercitate sempre dalle associazioni senza scopo di lucro).

Questa disciplina, soprattutto per quanto riguarda l’avvio delle attività turistiche citate, era stata profondamente innovata dal c.d. “Codice del turismo” contenuto nell’Allegato I del Decreto Legislativo n° 79 del 2011, ma, con l’abrogazione degli articoli 8, 16 e 21 di questo Codice da parte della Sentenza n° 80 del 2012 della Corte Costituzionale per la violazione, da parte di essi, della competenza legislativa esclusiva in materia di turismo che il 4° comma dell’articolo 117 della Costituzione assegna alle Regioni, queste innovazioni sono state cancellate (anche se, come vedremo, ci sono alcuni dubbi in merito) e si è tornati all’applicazione delle leggi regionali che in ciascuna regione disciplinano l’avvio delle attività di organizzazione e vendita di viaggi e delle attività ricettive (vale a dire delle attività di ospitalità di turisti in strutture alberghiere od extralberghiere).

In questo e-book viene esaminata non solo la disciplina legislativa e regolamentare dell’avvio di queste attività, le caratteristiche che gli enti associativi devono possedere per esercitarle, ma anche le norme sulla gestione di queste attività, in particolare quelle sulla disciplina fiscale di esse e, soprattutto, delle agevolazioni da quest’ultima previste.

Completa il testo dell’e-book un paragrafo, il n° 10, di appendice sulla disciplina della vendita diretta di prodotti agricoli da parte degli enti non commerciali (associazioni, fondazioni, comitati) a cui sono state recentemente apportate delle significative innovazioni dal Decreto-Legge n° 69 del 2013 (il c.d. “Decreto del fare”).

Infine, al testo dell’e-book sono allegati i testi delle principali norme legislative e regolamentari citate nel testo e due fac-simili di SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attività relativi all’avvio dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande da parte di circoli privati gestiti da associazioni senza scopo di lucro affiliati oppure non affiliati ad enti nazionali le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’Interno.

Indice

1. Premessa: l’argomento dell’e-book
2. L’esercizio dell’attività di organizzazione e vendita di viaggi da parte di associazioni senza scopo di lucro nell’articolo 5 del Codice del turismo
3. L’esercizio dell’attività ricettiva da parte delle associazioni dopo l’abrogazione dell’art. 16 del Codice del turismo
4. Il regime fiscale delle attività turistiche gestite dalle associazioni senza scopo di lucro
5. I circoli privati in cui si somministrano alimenti e bevande gestiti da associazioni senza scopo di lucro: l’avvio dell’attività
6. La disciplina della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) riportata negli articoli 19 e 19-bis della Legge n° 241 del 1990
7. Gli altri aspetti dell’attività di questi circoli privati
8. Il regime fiscale dell’attività di somministrazione di alimenti e bevande nei circoli privati
9. Gli obblighi contabili per le attività turistiche e di somministrazione esercitate dalle associazioni. Il regime dell’IVA per cassa
10. Appendice: la vendita diretta di prodotti agricoli da parte di enti non commerciali (associazioni, fondazioni, comitati) dopo il “Decreto del fare” (Decreto-Legge n° 69 del 2013)

Allegati
Parte 1: Le principali norme legislative e regolamentari richiamate nel testo
Parte 2: Fac-simili di segnalazione certificata di inizio attività di circoli privati di somministrazione di alimenti e bevande

Isbn: 9788868054434


Ulteriori informazioni: cat1e-book_di_approfondimento / cat2e-book_approfondimento