La disciplina delle reti d'impresa II Ed. E-book

Le reti di Impresa, come costituirli, i vantaggi per professionisti e imprese, e-book di 124 pag. aggiornato con la L. 81 del 2 maggio 2017.

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 9788868055585

In Promozione fino al 30/09/2017
16,25 € + 4% IVA
14,33 € + 4% IVA
(14,90 € IVA Compresa)
Data: 31/08/2017
Tipologia: E-Book

Dettagli prodotto

NOVITA’ DELLA II EDIZIONE

Il presente intervento, che prende spunto dal precedente ebook pubblicato nel 2015, vuole approfondire la figura del contratto di rete, strumento elastico e snello per poter creare “nuovo business” rafforzando rapporti stabili di organizzazione fra imprese che mantengono distinta la propria autonomia realizzando così valore per l'azienda stessa.

Di seguito si sintetizzano le novità del presente lavoro:

- Rete fra professionisti: l’interesse alla costituzione di Reti, si farà ancora più forte visto che di recente è stata approvata la Legge 81/2017 sul lavoro autonomo (in vigore dal 14 giugno scorso) che introduce significative novità. Al’art. 12, c.3 di detta Legge è prevista infatti la possibilità per tutti i professionisti di creare reti fra professionisti, di partecipare alle reti di imprese miste (art. 3 DL. 5/2009).

Le reti, che non danno vita a un soggetto giuridico autonomo rispetto ai singoli professionisti partecipanti, si presentano forse come lo strumento più adatto ai piccoli studi di professionali, soprattutto per i costi contenuti. Le reti, che rappresentano una posizione intermedia tra lo studio professionale individuale e il consorzio, hanno il vantaggio di costi contenuti e potrebbero essere un primo passo verso la difficile aggregazione che in Italia è “segno” caratteristico dei professionisti.

- Distacco del lavoratore e Codatorialità: l’argomento è diventato un paragrafo “autonomo” e sono stati approfonditi maggiormente gli argomenti che disciplinano i lavoratori nel contratto di rete.

- Registrazione in proprio del Contratto di rete: si è provveduto all’aggiornamento in base alle nuove indicazioni delle Camere di Commercio, precisamente su: Compilazione contratto di rete tipizzato; Firma del contratto tipizzato; Trasmissione al registro imprese; Iscrizione del contratto al registro imprese; Modifica del contratto di rete; Cessazione dal contratto di rete.

- Aspetti contabili del contratto di rete: si sono aggiunte alcune fattispecie distinguendo le scritture in base al contratto di mandato con o senza rappresentanza ma soprattutto s’introduce l’argomento del super c.d. “super ammortamento” e del c.d. “iper ammortamento” applicabile anche alle reti d’impresa (CM.4 del marzo 2017 scritta congiuntamente dall’Agenzia delle Entrate assieme al MISE).

- Il deposito della situazione patrimoniale

- Cenni sul Contratto di rete agricolo: prendendo spunto dalla recente Risoluzione Ministeriale n.75/E del 21/06/2017 con oggetto la consulenza giuridica relativa al: Contratto di rete agricolo – trattamento tributario ai fini dell’IVA e delle imposte dirette.

- Reti innovative Regionali: per rete innovativa regionale si intende un'aggregazione tra imprese e soggetti pubblici e privati, presenti in ambito regionale, ma non necessariamente territorialmente contigui, che operano in ambiti innovativi di qualsiasi settore e sono in grado di sviluppare un insieme di iniziative e progetti rilevanti per l'economia regionale, non necessariamente limitati ad un ambito produttivo specifico ma aperti alla multisettorialità.

Al 3 agosto 2017 INFOCAMERE ha registrato 3.940 contratti di rete (nello stesso periodo dell’anno 2015 erano 2.304) di cui 532 con soggettività giuridica (erano 300 nel 2015), presenti in tutte le regioni di Italia, che coinvolgono 19.865 imprese (nel 2015 erano 11.674), certificando lo sviluppo notevole del fenomeno.

I vantaggi per cui scegliere di costituire una rete di imprese sono tanti, nonostante quelli fiscali (per le reti contratto) siano attualmente non usufruibili.

Alcuni vantaggi sono: miglioramento del rating bancario per i soggetti retisti, possibilità di incrementare la produttività e la competitività, di condividere conoscenze e competenze, di sviluppare maggiore potenzialità innovativa, di conquistare nuovi mercati e internazionalizzarsi, vantaggi fiscali (per ora “sospesi”); infine, per le imprese retiste è ammessa la codatorialità dei dipendenti ingaggiati con le regole stabilite attraverso il contratto di rete stesso.

La Rete di impresa, pertanto, può essere considerata un valido strumento per permettere alle piccole e medie imprese di raggiungere una massa critica per competere a livello globale.

Con il presente lavoro si vuole sintetizzare e riepilogare la normativa di riferimento analizzandone gli aspetti contabili e fiscali, tenendo presente che il lavoro è stato completamente rivisto ed aggiornato tranne che per la parte dei “vantaggi fiscali” perché temporaneamente sospesi. Sul tema si è riportato quanto in precedenza elaborato, ben coscienti che il regime agevolativo fiscale sia non più applicabile, tuttavia si ritiene che il meccanismo agevolativo presenti interessanti spunti e che, se dovesse essere “rispristinato” come più volte “promesso” dal legislatore, verrebbe molto probabilmente reintrodotto con le stesse caratteristiche precedenti.

Indice

Indice.

Schema Operativo.

DEFINIZIONE DI RETE. 

Le diverse tipologie di forme giuridiche consentite: 

Tipologia: RETE-CONTRATTO.. 

Richiesta di attribuzione del codice fiscale nelle reti contratto. 

Effetti giuridici 

La fiscalità nella rete-contratto. 

Tipologia: RETE-SOGGETTO.. 

Richiesta di attribuzione del codice fiscale nelle reti soggetto. 

La fiscalità nella RETE-SOGGETTO.. 

La tenuta della contabilità nella rete-soggetto. 

LA RETE FRA PROFESSIONISTI.

L’IMPOSTA DI REGISTRO.. 

Imposta di registro per la RETE-CONTRATTO.. 

Imposta di registro per la RETE-SOGGETTO.. 

I VANTAGGI DEL CONTRATTO DI RETE. 

Vantaggi Fiscali 

Vantaggi Amministrativi 

Vantaggi finanziari e di accesso al credito. 

Vantaggi competitivi e strategici 

L’AGEVOLAZIONE FISCALE (ora sospesa). 

L’ASSEVERAZIONE DEL PROGRAMMA DI RETE. 

LA FRUIZIONE DELL’AGEVOLAZIONE. 

PERIODO DI ESECUZIONE E NOZIONE DI INVESTIMENTI 

LA PARZIALE REALIZZAZIONE DEGLI INVESTIMENTI 

DISTACCO DEI DIPENDENTI E LA CODATORIALITÀ NEI CONTRATTI DI RETE. 

IL CONTRATTO DI RETE: MODALITÀ DI REDAZIONE. 

Responsabilità in capo ai retisti 

REGISTRAZIONE IN PROPRIO DEL CONTRATO DI RETE. 

FIRMA DEL CONTRATTO TIPIZZATO.. 

TRASMISSIONE AL REGISTRO DELLE IMPRESE. 

ISCRIZIONE DEL CONTRATTO AL REGISTRO IMPRESE. 

MODIFICA DEL CONTRATTO DI RETE. 

CESSAZIONE DAL CONTRATTO DI RETE. 

IL FONDO PATRIMONIALE COMUNE. 

I CONFERIMENTI 

IL PATRIMONIO DESTINATO AD UNO SPECIFICO AFFARE PER LE S.P.A. 

GLI ASPETTI CONTABILI DEL CONTRATTO DI RETE. 

Il conferimento iniziale. 

Il patrimonio destinato ad uno specifico affare. 

Gli aspetti contabili relativi al fondo patrimoniale comune della rete. 

La rilevazione dei fatti di gestione della rete. 

Gli adempimenti contabili delle partecipanti alla rete. 

Le rilevazioni contabili del conferimento nel fondo patrimoniale comune. 

SUPER AMMORTAMENTI ANCHE ALLE RETI D’IMPRESA. 

IL DEPOSITO DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE. 

IL CONTRATTO DI RETE IN AGRICOLTURA: cenni 

Reti Innovative Regionali 

Le FORME DI AGGREGAZIONE DI IMPRESE PIÙ COMUNI. 

Differenza con il Consorzio. 

Differenza con i Distretti 

Differenza con l’ATI – Associazione Temporanea di Impresa. 

TIPOLOGIA DI RETI: QUADRO SINOTTICO.. 

EVOLUZIONE NORMATIVA. 

Isbn: 9788868055585


Ulteriori informazioni: cat1e-book_di_approfondimento / cat2e-book_approfondimento