Dimissioni e violenza morale - Cassazione n. 4006/2017

Dimissioni e violenza morale - Cassazione n. 4006/2017

Dimissioni annullabili e violenza morale: Commento alla sentenza di Cassazione lavoro n. 4006 del 15.2.2017

Il prodotto è in formato pdf - ISBN 2499 - 5797

3,75 € + 4% IVA
(3,90 € IVA Compresa)
Data: 23/02/2017
Tipologia: Approfondimento

Dettagli prodotto

Cassazione civile, sez. lavoro  Sentenza n. 4006 del 15 Febbraio 2017 (PDF - 8 pagine)

La minaccia di far valere un diritto assume i caratteri della violenza morale, invalidante il consenso prestato, soltanto se è diretta a conseguire un vantaggio ingiusto, situazione che si verifica quando il fine ultimo perseguito consista nella realizzazione di un risultato che, oltre ad essere abnorme e diverso da quello conseguibile attraverso l'esercizio del diritto medesimo, sia iniquo ed esorbiti dall'oggetto di quest'ultimo. Consegue che le dimissioni del lavoratore rassegnate sotto minaccia di far valere un diritto sono annullabili per violenza morale solo qualora venga accertata, con onere probatorio a carico del lavoratore che deduce l'invalidità dell'atto di dimissioni, l'inesistenza dell'invocato diritto del datore di lavoro.

Indice

IL CASO

IL COMMENTO

1. Violenza morale e dimmissioni

2. Orientamenti giurisprudenziali 

IL TESTO INTEGRALE DELLA SENTENZA

Isbn: 2499 - 5797



SKU FT-32688 - Ulteriori informazioni: cat1archivio / cat2i_commenti_archivio-pubblicazioni