La gestione delle festività nel lavoro dipendente

Guida operativa sulla gestione delle festività nazionali, infrasettimanali ed ex festività nel lavoro dipendente

Il prodotto è in formato pdf

3,20 € + 22% IVA
(3,90 € IVA Compresa)
Data: 14/03/2016
Tipologia: Approfondimento

Dettagli prodotto

Durante la gestione del rapporto lavorativo  il datore di lavoro deve  confrontarsi con la problematica della retribuzione delle giornate  festive in quanto , come noto,  il lavoratore , oltre al riposo giornaliero, al riposo  settimanale e  alle ferie, ha diritto alla sospensione dal lavoro anche in occasione delle  festività nazionali, civili e religiose (il lavoratore durante le ricorrenze festive  ha diritto all'astensione  dal lavoro e  alla relativa retribuzione).La legge 22 Febbraio 1934 n. 370  indica espressamente che sono da considerarsi  giorni festivi le domeniche o i giorni di riposo settimanale compensativo, salvo le eccezioni stabilite dalla norma stessa. In seguito,  la  legge n. 336/2000 ha ripristinato a decorrere dal 2001 la festività nazionale del 2 giugno (fondazione della Repubblica) e si vuole sottolineare il ruolo della contrattazione collettiva di categoria nel prevedere particolari trattamenti economici per le festività soppresse.

E' comunque importante ribadire che a  far data dall'anno 1977 il numero delle giornate considerate come festive è stato ridotto e i contratti collettivi hanno generalmente compensato tale  perdita con  la concessione di permessi retribuiti  da fruirsi su base individuale .

SOMMARIO:

L'elenco delle festivita' nazionali, infrasettimanali e  delle ex festivita' - Il trattamento economico delle festivita’ -  Retribuzione fissa mensile -  Retribuzione oraria  -  Effettuazione della prestazione lavorativa durante la festività  - Le Festività  e  il   rapporto con  le altre assenze  - Le Festività  e   la   Cassa integrazione - il trattamento  economico della festivita' del  4  novembre


SKU FT-28820 - Ulteriori informazioni: cat1lavoro_e_risorse_umane / cat2dipendenti