Il redditometro applicabile dal 2011

Il redditometro applicabile dal 2011

Il redditometro applicabile dal 2011 - La Circolare del Giorno n. 209 del 04.11.2015

Il prodotto è in formato pdf

4,02 € + 22% IVA
(4,90 € IVA Compresa)
Data: 04/11/2015
Tipologia: Circolari

Dettagli prodotto

Con il Decreto MEF 16.09.2015, viene individuato il contenuto induttivo degli elementi indicativi di capacità contributiva sulla base del quale può essere fondata la determinazione sintetica del reddito complessivo delle persone fisiche in base al nuovo redditometro per gli accertamenti relativi al periodo d'imposta 2011 e successivi.

Il nuovo Decreto, sebbene simile nella struttura al precedente Decreto 24.12.2012 le cui regole erano applicabili per gli accertamenti a partire dal periodo d'imposta 2009, differisce tuttavia per alcune significative novità, anche per recepire il parere del Garante della Privacy del 2013. In particolare:

  • escono ufficialmente di scena le spese medie Istat, per le quali si erano registrate molte polemiche;
  • in presenza di informazioni afferenti a spese effettive in Anagrafe tributaria relative ad elementi certi, il dato presente in Anagrafe tributaria si considera comunque prevalente rispetto a quello calcolato induttivamente;
  • infine, la quota risparmio formatasi nell’anno rileva al netto della quota non utilizzata per consumi e investimenti.

Indice

  1. Il nuovo Redditometro ed il quadro normativo di riferimento
  2. Un confronto tra “vecchio” e “nuovo” redditometro
  3. Il nuovo Decreto sul redditometro per i periodi d'imposta dal 2011
  4. Le tipologie di nucleo familiare
  5. Gli elementi di spesa indicativi di capacità contributiva
  6. Utilizzo dei dati ai fini della determinazione sintetica del reddito
  7. Prova contraria da parte del contribuente


SKU FT-27398 - Ulteriori informazioni: cat1circolare_del_giorno / cat2circolare_del_giorno_2015