Licenziamento e dati aziendali - Cass. n. 9900/2015

Commento alla sentenza della Corte di Cassazione n. 9900 del 14 Maggio 2015: "Licenziamento disciplinare per cancellazione di dati aziendali"

Il prodotto è in formato pdf

3,20 € + 22% IVA
(3,90 € IVA Compresa)
Data: 26/05/2015
Tipologia: Approfondimento

Dettagli prodotto

E’ legittimo il licenziamento disciplinare di un lavoratore che ha cancellato tutti documenti di lavoro dal computer aziendale. Questa la decisione della Corte di Cassazione  nella sentenza n.  9900 del  14  maggio 2015,  dopo aver ripercorso  di vari motivi di ricorso del lavoratore  in merito alla contestazione dell'addebito, alla mancata affissione del codice disciplinare e alla mancata prova del comportamento persecutorio nei suoi confronti da parte dell'azienda  e ribadendo in sostanza la responsabilità del giudice di merito nella valutazione della proporzionalità tra comportamento illecito e sanzione disciplinare,.

Indice

IL CASO

IL COMMENTO

  1. Contestazione dell'addebito
  2. Mancata affissione del codice disciplinare
  3. Valutazione del giudice sull’esistenza della giusta causa di licenziamento
  4. Mobbing e onere della prova

IL TESTO INTEGRALE DELLA SENTENZA


SKU FT-25841 - Ulteriori informazioni: cat1archivio / cat2i_commenti_archivio-pubblicazioni