Split payment: individuati gli Enti Pubblici

La Circolare del Giorno n. 35 del 18.02.2015

Il prodotto è in formato pdf

4,02 € + 22% IVA
(4,90 € IVA Compresa)
Data: 18/02/2015
Tipologia: Circolari

Dettagli prodotto

Con la recente circolare n.1/2015, l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti ufficiali sul meccanismo della scissione dei pagamenti (o cd. “split payment”), individuando l’ambito soggettivo di applicazione della norma.

In particolare, l’Agenzia ha chiarito che:

  • il metodo in esame  riguarda tutti gli acquisti effettuati dagli Enti pubblici destinatari delle nuove disposizioni e quindi sia quelli in ambito “istituzionale” che quelli nell’esercizio di attività d’impresa;
  • sono escluse dallo split payment le operazioni documentate da scontrino / ricevuta fiscale;
  • in considerazione della finalità perseguita dalla norma, l’individuazione degli Enti pubblici destinatari va effettuata sulla base di un’interpretazione “basata su valutazioni sostanziali di ordine più generale”, rispetto all’analogo riferimento che disciplina l’esigibilità differita dell’IVA.

Dal punto di vista sanzionatorio, riconosciuta l’obiettiva incertezza della norma, l’Agenzia fa salvi i comportamenti tenuti dai contribuenti fino al 9/02/2015 e, pertanto, fino a tale data non saranno sanzionate le violazioni eventualmente commesse.

Indice

  1. Premessa
  2. Ambito applicato dello split payment
  3. Ambito soggettivo di applicazione dello split payment
  4. decorrenza dello split payment
  5.  Aspetti sanzionatori
  6. Versamento imposta: i codici tributo

SKU FT-24965 - Ulteriori informazioni: cat1circolare_del_giorno / cat2circolare_del_giorno_2015