HOME

/

FISCO

/

SUPERBONUS 110%

/

SUPERBONUS VILLETTE UNIFAMILIARI 2023 AL 90% LEGATO AL REDDITO FAMILIARE E PROROGA 110

4 minuti, Redazione , 30/03/2023

Superbonus villette unifamiliari 2023 al 90% legato al reddito familiare e proroga 110

Proroga al 30.09 per completare i lavori del Superbonus 110% e calcolo della soglia di reddito per accedere al Superbonus unifamiliari al 90% nel 2023 con alcuni esempi di calcolo

Ascolta la versione audio dell'articolo

Proroga Superbonus 110% per le villette unifamiliari fino al 30 settembre 2023 ma solo a certe condizioni.

Lo ha annunciato il Ministero dell'Economia e delle Finanze con un comunicato del 30 marzo 2023.

In particolare, con un emendamento al decreto legge n. 11 del 16.02.2023, in corso di esame per la sua conversione in legge, viene previsto che per gli interventi effettuati su unità immobiliari dalle persone fisiche, la detrazione del 110% spetta anche per le spese sostenute entro il 30 settembre 2023 (in luogo dell'attuale scadenza del 31 marzo 2023, già a sua volta prorogata), ma solo a condizione che alla data del 30 settembre 2022 siano stati effettuati lavori per almeno il 30% dell'intervento complessivo, nel cui computo possono essere compresi anche i lavori non agevolati. 

Superbonus villette unifamiliari 2023 al 90%: agevolazione legata al reddito familiare

Ricordiamo che il Decreto aiuti quater (DL del 18.11.2022 n. 176) pubblicato in GU del 18.11.2022, ha prorogato per il 2023 il Superbonus (al 90% in luogo del 110) per gli edifici unifamiliari adibiti ad abitazione principale, a condizione che il contribuente interessato sia titolare di diritto di proprietà o di diritto reale di godimento sull’unità immobiliare e che abbia un reddito complessivo familiare medio fino a 15.000 euro calcolato sulla base del numero di componenti familiari determinato con quoziente familiare.

In sostanza, per gli interventi finalizzati all'efficienza energetica (ivi inclusa l'installazione di impianti fotovoltaici e delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici) nonché al consolidamento statico o alla riduzione del rischio sismico degli edifici, avviati dalle persone fisiche, di cui al DL n. 34/2020 art. 119 comma 9, lettera b), a partire dal 1° gennaio 2023 su abitazioni unifamiliari, la detrazione spetta nella misura del 90% per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023, a condizione che:

  • l’unità immobiliare sia adibita ad abitazione principale,
  • e che il contribuente abbia un reddito di riferimento non superiore a 15.000 euro, tale soglia può tuttavia subire un innalzamento in base al quoziente familiare.

Viene quindi reintrodotta la possibilità di accedere al beneficio per i proprietari di singole abitazioni, ma solo al verificarsi delle suddette condizioni.

Come calcolare il reddito di riferimento

Al fine dell'accesso alla detrazione per le abitazioni unifamiliari, il reddito di riferimento è calcolato dividendo:

  • il "reddito complessivo familiare", dato dalla somma dei redditi complessivi posseduti, nell’anno precedente quello di sostenimento della spesa:
    • dal contribuente, dal coniuge del contribuente, dal soggetto legato da unione civile o convivente se presente nel suo nucleo familiare, 
    • e dai familiari, diversi dal coniuge, di cui all'articolo 12 del TUIR (dPR n. 917/1986), dal soggetto legato da unione civile o dal convivente, presenti nel suo nucleo familiare, che nell’anno precedente quello di sostenimento della spesa si sono trovati nelle condizioni previste nel comma 2 del medesimo articolo 12, ovvero fiscalmente a carico (ricordiamo che una persona si considera fiscalmente a carico di un suo familiare quando dispone di un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili. Solo per i figli di età non superiore a 24 anni, dal 1° gennaio 2019 questo limite è aumentato a 4.000 euro), 
  • e il "numero di parti" quantificato­ tenendo conto della composizione del nucleo familiare, ed in particolare della presenza del coniuge, del soggetto legato al contri­buente da unione civile e dei familiari a carico, diversi dal coniuge e dal soggetto legato al contribuente da unione civile, e viene determinato come segue:
 Composizione nucleo familiare

Numero di parti

Contribuente

1

Se nel nucleo familiare è presente un coniuge, il soggetto legato da unione civile o la persona convivente

si aggiunge 1

Se nel nucleo familiare sono presenti familiari, diversi dal coniuge di cui all'articolo 12 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al dPR 22 dicembre 1986, n. 917, dal soggetto legato da unione civile o dal convivente, che nell’anno precedente quello di sostenimento della spesa si sono trovati nelle condizioni previste nel comma 2 del medesimo articolo 12, in numero pari a:

un familiare

si aggiunge 0,5

due familiari

si aggiunge 1

tre o più familiari

si aggiunge 2

Alcuni esempi di calcolo della soglia di reddito

Facciamo alcuni esempi di calcolo.

ESEMPIO 1

  • un contribuente con un reddito complessivo dell’anno prece­dente di 25.000 euro
  • nel cui nucleo sia presente un coniuge con un reddito pari a 11.000 euro

avrà un reddito di riferimento pari a (25.000 + 11.000) / (1 + 1) = 18.000 euro, superiore alla soglia di riferimento massima di 15.000 euro, non potrà quindi usufruire del superbonus. In sostanza, una famiglia composta solo da marito e moglie, potranno usufruire del superbonus se non superano i 30.000 euro di reddito complessivo.

ESEMPIO 2

  • una famiglia composta solo da marito e moglie e un figlio fiscalmente a carico, il limite massimo del reddito complessivo di riferimento sarà pari a 37.500 euro, infatti 37.500/2,5 = 15.000, risulta rispettato la soglia massima del reddito di riferimento.

Tag: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 2023 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 2023 SUPERBONUS 110% SUPERBONUS 110%

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

SUPERBONUS 110% · 25/07/2024 Dl Salva Casa 2024: testo approvato anche in Senato

Salva Casa 2024: novità per destinazione d'uso, sottotetti e stato legittimo. Il testo ora è atteso in GU

Dl Salva Casa 2024: testo approvato anche in Senato

Salva Casa 2024: novità per destinazione d'uso, sottotetti e stato legittimo. Il testo ora è atteso in GU

Dl salva casa: in soffitta la doppia conformità degli immobili

Il Dl Salva Casa è atteso in Senato: tanti gli emendamenti al testo originario, vediamo come cambiano le regole per accertare la conformità

Plusvalenza da cessione immobile con superbonus: come si calcola nell'usucapione

Interpello n 157/2024 chiarimenti Ade sulla plusvalenza da cessione di immobile usucapito e oggetto di superbonus

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.