HOME

/

LAVORO

/

SMART WORKING (LAVORO AGILE) 2022

/

SMART WORKING: SLITTA AL 1 GENNAIO LA SCADENZA PER I NUOVI ACCORDI

Smart working: slitta al 1 gennaio la scadenza per i nuovi accordi

Per le comunicazioni dei nuovi rapporti di lavoro agile prorogata al 2023 la scadenza del 1 dicembre. Le istruzioni per la nuova modalità

Il primo provvedimento del nuovo ministro del Lavoro Calderone, già presidente del consiglio nazionale dei Consulenti del lavoro,  aveva riguardato le comunicazioni dei nuovi rapporti di lavoro in modalità agile  come  definite dal  Decreto del Ministero del Lavoro  del Lavoro n. 149 del 22 agosto 2022 . L'obbligo di invio era stato spostato dal 1 settembre, data prevista dal decreto, al 1 novembre 2022 a causa dei ritardi nell' implementazione del servizio Rest per gli invii massivi.

Ieri sul sito istituzionale è stato pubblicato un comunicato che proroga ulteriormente la scadenza al 1 gennaio 2023.

Inoltre si preannuncia la predisposizione di un diverso metodo, per gli invii massivi  con file excel, rispetto al sistema Rest  (vedi dettagli nel paragrafo sotto) dal 15 dicembre 2022.

Attenzione al fatto che le disposizioni si applicano agli accordi individuali stipulati o modificati a decorrere dalla data del 1° settembre 2022 

Si ricorda in ogni caso che il   decreto Aiuti bis 115 2022  convertito in legge  ha  previsto  una proroga della modalità semplificata fino al 31 dicembre 2022 per cui è ancora possibile modificare le modalità di lavoro in maniera unilaterale SENZA accordo individuale con il lavoratore .

Rivediamo le due modalità piu in dettaglio.

Lavoro agile: doppia modalità di comunicazione

1 - NUOVA COMUNICAZIONE TELEMATICA

A seguito del decreto Semplificazioni, il DM 149 del 22.9. 2022 ha istituito la  nuova modalità di comunicazione  telematica degli accordi al Ministero tramite la piattaforma telematica servizi.lavoro.gov.it  (vedi sotto i dettagli)

  La comunicazione non necessita di allegare copia dell’accordo, come previsto dalla norma istitutiva del dlgs 81 2017.

Un comunicato sul sito ministeriale  pubblicato il 26 agosto aveva precisato inoltre che:

  1. L'adempimento è previsto  solo nel caso di nuovi accordi di lavoro agile o qualora si intenda procedere a modifiche (ivi comprese proroghe) di precedenti accordi. Restano valide le comunicazioni già effettuate secondo le modalità della disciplina previgente, 
  2. la comunicazione andrà effettuata entro il termine di cinque giorni,  con le conseguenze sanzionatorie di cui all'articolo 19, comma 3, del Decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276
  3. in fase di prima applicazione delle nuove modalità, l'obbligo della comunicazione potrà essere assolto entro il 1° gennaio 2023 2022.

2 -COMUNICAZIONE SEMPLIFICATA EMERGENZIALE

L'art  25 bis del Decreto Aiuti bis ha previsto però che:

  1.  fino al 31 dicembre  è ancora possibile utilizzare la  procedura "emergenziale" semplificata di comunicazione telematica QUI IL MODELLO  dello smart working per i lavoratori del settore privato, senza  la necessità di sottoscrizione dell'accordo individuale;
  2. con  tale procedura  potranno essere inviate esclusivamente le comunicazioni  per  periodi di lavoro agile che terminano il 31 dicembre 2022. Qualora si estendano temporalmente oltre il 31 dicembre e laddove siano stati sottoscritti accordi individuali, i datori di lavoro utilizzeranno la (nuova) procedura ordinaria di cui al D.M. n. 149 del 22 agosto 2022.IN ogni caso NON è richiesto l'invio dell'accordo individuale.

Comunicazione telematica  nuovi accordi smart working

Il modello  compilato con tutte  le informazioni relative all’accordo di lavoro agile  per le prestazioni che proseguono oltre il 31.12.2022  va trasmesso  con le nuove modalità telematiche attraverso il portale dei servizi on-line del ministero del Lavoro,  accessibile tramite autenticazione con 

  •  SPID  oppure  
  • CIE

Agli utenti è consentito l’accesso alle funzionalità di trasmissione scegliendo uno tra i seguenti profili:

• Referente aziendale: che può inviare comunicazioni solo per un’azienda, indicata successivamente all’autenticazione 

• Soggetto Abilitato: nella medesima sessione di lavoro può inviare comunicazioni per diverse aziende, indicate durate la fase di compilazione.

Il decreto precisa che restano valide le comunicazioni già effettuate secondo le modalità della disciplina previgente.  Il nuovo modello va utilizzato quindi per le modifiche di accordi già presenti o per la nuova istaurazione della modalità agile del rapporto di lavoro decorrenti dal 1 settembre.

Come previsto dalla legge 81 2017  il datore di lavoro  deve conservare copia dell’accordo individuale per un periodo di cinque anni dalla sottoscrizione.

Il sito consente di trasmettere e consultare tre distinte tipologie di comunicazione:

  1. • Inizio: per comunicare l’avvio del periodo di lavoro agile;
  2. • Modifica: per apportare delle rettifiche e degli aggiornamenti sui periodi di lavoro agile in corso già comunicat
  3. • Annullamento sottoscrizione: per eliminare un periodo di lavoro agile precedentemente comunicato, non deve essere confusa con una cessazione o un recesso anticipato né dal periodo di lavoro agile 
  4. • Recesso: per i casi di chiusura anticipata dei periodi di lavoro agile. 

Invio massivo: Sistema Rest  e novità in arrivo

In alternativa alla trasmissione tramite  il nuovo  applicativo web   il decreto 149 del 22.8.2022  aveva  confermato la modalità Massiva con il sistema  REST, utile per l’invio di un elevato numero di periodi di lavoro agile da comunicare.

L’attivazione della modalità massiva REST richiede che l’Azienda o il Soggetto Abilitato debbano inviare una richiesta di contatto tramite un form online disponibile nell’URP Online del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.Nella richiesta deve essere indicato almeno un referente tecnico al quale potersi rivolgere per concludere la procedura di abilitazione. Con questo passaggio si dovrebbe realizzare  la registrazione al sistema di gestione degli accessi alle API REST (secondo il modello OAuth2.0) e lo scambio delle informazioni per le  comunicazioni.

Come detto questo sistema  nei piani del  Ministero dovrebbe essere sostituto dal 15 dicembre 2022 da una modalità piu semplice simile a quella semplificata utilizzata nel periodo di emergenza, con l'utilizzo di  file excel  integrati con maggiori informazioni.


Allegato

DM comunicazione lavoro agile 2022

Tag: SMART WORKING (LAVORO AGILE) 2022 SMART WORKING (LAVORO AGILE) 2022 LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO UNIEMENS_LUL_ADEMPIMENTI UNIEMENS_LUL_ADEMPIMENTI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

SMART WORKING (LAVORO AGILE) 2022 · 29/11/2022 Comunicazione lavoro agile: istruzioni sui campi INAIL

Il Ministero del lavoro comunica istruzioni specifiche sulla compilazione delle nuove comunicazioni di smart working

Comunicazione lavoro agile:  istruzioni sui campi INAIL

Il Ministero del lavoro comunica istruzioni specifiche sulla compilazione delle nuove comunicazioni di smart working

Smart working: slitta al 1 gennaio la scadenza per i nuovi accordi

Per le comunicazioni dei nuovi rapporti di lavoro agile prorogata al 2023 la scadenza del 1 dicembre. Le istruzioni per la nuova modalità

Smart working - lavoro agile: guida alle novità dal 22 settembre

Lavoro agile : facciamo il punto sulle novità con le sovrapposizioni normative delle ultime settimane: comunicazioni semplificate senza accordo scritto, nuovo modello

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.