HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

BONUS DIGITALIZZAZIONE TOUR OPERATOR E AGENZIE VIAGGIO: BENEFICIARI E COSTI AMMISSIBILI

Bonus digitalizzazione tour operator e agenzie viaggio: beneficiari e costi ammissibili

Il decreto di attuazione del PNRR prevede un credito di imposta per agenzie di viaggi e tour operator per i costi di digitalizzazione: vediamo a chi spetta e le spese ammissibili

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il Decreto Legge del 6 novembre 2021 n. 152 c.d. Decreto Recovery, contenente "Disposizioni urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose", ha introdotto un pacchetto di misure a sostegno del settore turistico.

In particolare, l'articolo 4 prevede un Credito d’imposta per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator

Vediamo nel dettaglio in che cosa consiste, a quali soggetti è destinato e quali sono i costi ammissibili.

I soggetti beneficiari del credito d'imposta

Per l'attuazione della linea progettuale "Digitalizzazione Agenzie e Tour Operator", Misura M1C3, investimento 4.2.2, nell'ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza, destinatari del contributo riconosciuto sotto forma di credito d’imposta sono le agenzie di viaggi e ai tour operator con codice ATECO:

  • 79.1 - Attività delle agenzie di viaggio e tour operator 
  • 79.11 - Attività delle agenzie di viaggio 
  • 79.12 - Attività dei tour operator

Il bonus è riconosciuto sotto forma di credito d'imposta nella misura del 50% dei costi sostenuti a decorrere dal 7 novembre 2021 (dalla data  di entrata in vigore del presente decreto) e fino al 31 dicembre 2024, per investimenti e attività di sviluppo digitale, fino all'importo massimo complessivo cumulato di 25.000,00 euro, nel rispetto del limite delle risorse stanziate:

  • 18 milioni di euro per l'anno 2022, 
  • 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024, 
  • 60 milioni di euro per l'anno 2025. 

Spese ammissibili al credito d'imposta

Il credito di imposta è riconosciuto esclusivamente per le spese sostenute (come definite dall’articolo 9, commi 2 e 2-bis, Dl n. 83/2014) relative a:

  • impianti wi-fi, solo a condizione che l'esercizio ricettivo metta a disposizione dei  propri clienti un servizio gratuito di velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s in download;
  • siti web ottimizzati per il sistema mobile;
  • programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, purche' in grado di garantire  gli  standard di interoperabilita' necessari all'integrazione con siti e portali di promozione pubblici  e  privati  e  di  favorire  l'integrazione  fra servizi ricettivi ed extra-ricettivi;
  • spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;
  • servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;
  • strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
  • servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente ai fini di quanto previsto dal presente comma.

Sono esclusi dalle spese i costi relativi alla intermediazione commerciale.

Utilizzo del credito d'imposta

Il credito d'imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione a decorrere dall'anno successivo a quello in cui gli interventi sono stati realizzati, utilizzando il modello F24 da presentare esclusivamente tramite i servizi telematici offerti dall'Agenzia delle entrate, pena il rifiuto dell'operazione di versamento. 

Il credito d'imposta è cedibile, in tutto o in parte, con facoltà di successiva cessione ad altri soggetti, comprese le banche e gli altri intermediari finanziari.

Non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell'imposta regionale sulle attività produttive.

L'incentivo di cui al presente articolo è riconosciuto nel rispetto della vigente normativa sugli aiuti di Stato e delle deroghe previste per il periodo di applicazione del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenzaCOVID-19, di cui alla comunicazione della Commissione europea 2020/C 91 I/01, come integrata dalle successive comunicazioni della Commissione.

Attenzione va prestata al fatto che con decreto di natura non regolamentare del Ministero del turismo, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legge in questione, sono individuate le modalità applicative.

Tag: AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 03/12/2021 Fondo grandi imprese in crisi: dal 13 dicembre riapre lo sportello per le domande

Come presentare la domanda per il fondo grandi imprese in difficoltà. Attenzione è una agevolazione ad esaurimento fondi.

Fondo grandi imprese in crisi: dal 13 dicembre riapre lo sportello per le domande

Come presentare la domanda per il fondo grandi imprese in difficoltà. Attenzione è una agevolazione ad esaurimento fondi.

Credito immobili uso non abitativo e affitto d'azienda: l'utilizzo nella cessione

I chiarimenti delle Entrate sulle modalità di utilizzo del credito d'imposta per i canoni di locazione immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda in caso di cessione

Credito di imposta edicole 2021: ecco l'elenco dei beneficiari e codice tributo per F24

Tax credit edicole: le novità per il 2021 e il 2022. Il decreto con l'elenco dei beneficiari per l'anno 2021. Leggi le novità sul bonus edicole

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.