HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

INVALIDITÀ - DOMANDA E ACCERTAMENTI ONLINE: NOVITÀ DALL'INPS

Invalidità - domanda e accertamenti online: novità dall'INPS

Un nuovo servizio si aggiunge alla possibilità di invio dei documenti sanitari per la verifica dello stato di invalidità L. 104/92, evitando la visita

 La valutazione dell'invalidità può essere richiesta  sulla base della documentazione medica , senza recarsi di persona alla sede INPS per la visita. Il servizio era stato comunicato dall'INPS con il messaggio  3315 del 1 ottobre 2021.

La novità deriva dall'applicazione dell’articolo 29-ter del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, rubricato “Semplificazione dei procedimenti di accertamento degli stati invalidanti e dell’handicap”  che consente la definizione dei verbali sanitari  anche solo attraverso la valutazione agli atti, cioe dei documenti.

Il  nuovo servizio , spiega l'Istituto, consente alle commissioni mediche di:

 - snellire il procedimento di verifica sanitaria

 - agevolare l’accertamento nei casi di pazienti particolarmente gravi per i quali il recarsi a visita diretta potrebbe essere particolarmente disagevole; 

- utilizzare una modalità che tenga conto dell’attuale contesto pandemico.

 La valutazione sugli atti può essere richiesta dal diretto interessato  allegando la  documentazione sanitaria attraverso la piattaforma online dell'Istituto .

 La commissione INPS  valuta i documenti e solo  nei casi in cui non li ritenga non sufficiente per una valutazione obiettiva, l'interessato sarà convocato a visita diretta. 

Il servizio “Allegazione documentazione sanitaria invalidità civile” 

Attraverso il nuovo servizio sul sito INPS i cittadini  possono inoltrare online all’Istituto la documentazione sanitaria  per la definizione delle domande/posizioni in attesa di valutazione sanitaria

  •  di prima istanza/aggravamento (dove le commissioni mediche INPS operano in convenzione con le regioni)
  •  o di revisione 

ai fini delle indennita di invalidità, cecità, sordità, handicap e disabilità. 

Il cittadino deve dare  il consenso alla valutazione sugli atti . La documentazione sanitaria pervenuta  via web  online verrà conservata negli archivi dell’Istituto e sarà sempre disponibile e consultabile per gli eventuali successivi accertamenti di revisione, di aggravamento o di verifica straordinaria ovvero per le attività el Coordinamento generale Medico Legale e della Commissione Medica Superiore.

Tutti i cittadini, che 

  • hanno già presentato una domanda di invalidità civile, di handicap, di cecità, sordità o disabilità  oppure che 
  • hanno già ricevuto una comunicazione dall’Istituto riguardante una revisione

potranno chiedere di essere valutati agli atti, inoltrando la documentazione, dopo essersi autenticati con le proprie credenziali di identità digitale (SPID, CNS o CIE).

 La documentazione  sarà accettata solo se in formato PDF e di dimensione massima di 2 MB per documento. 

La Commissione medica INPS, potrà pronunciarsi con l’emissione di un verbale agli atti che verrà poi trasmesso al cittadino a mezzo di raccomandata A/R. Come detto in caso di documentazione insufficiente la commissione potrà convocare l'interessato a visita diretta. 

Servizio.

AGGIORNAMENTO 22 GIUGNO 2022

Al fine di procedere a un’ulteriore semplificazione del procedimento  in linea con il progetto PNRR INPS n. 9 “Servizio di presentazione documentazione sanitaria per il riconoscimento dell’invalidità civile e previdenziale” è stato modificato il servizio di domanda online. Lo comunica INPS con il messaggio 2518 del 21.6.2022.

A partire dal 20 giugno 2022, anche ai cittadini che presentano prime istanze o aggravamenti di invalidità, cecità, sordità, handicap e disabilità, è possibile  allegare la documentazione sanitaria necessaria  subito dopo avere acquisito la domanda facendo click sul pulsante “Allega documentazione sanitaria”.

È stata, inoltre, inserita la nuova voce di menu, denominata “Allegazione documentazione sanitaria (art. 29-ter della legge n. 120/2020)”, che consente di allegare la documentazione anche successivamente alla trasmissione della domanda.

I cittadini, che in precedenza hanno presentato una domanda o che hanno già ricevuto una comunicazione dall’Istituto riguardante una revisione,potranno, comunque, utilizzare il servizio fino alla conclusione dell’iter sanitario.

Il messaggio precisa infine che  per le REVISIONI per le quali non deve essere presentata domanda, il nuovo procedimento è descritto nel messaggio n. 926 del 25 febbraio 2022.

Tra le nostre novità  in tema di lavoro ti potrebbero interessare :

Paghe e contributi 2022  di A. Gerbaldi libro di carta   Maggioli editore 424 pagine

ISEE 2021 (eBook) di A. Donati: tutte le regole e oltre 140 risposte a quesiti

IRPEF 2022: applicazioni pratiche ed esempi (eBook)

Pensioni 2022 (e-Book) di L. Pelliccia

Lavoro autonomo occasionale (obbligo di comunicazione preventiva) ebook 2022 di P. Ballanti

La busta paga: guida operativa 2021  - E- BOOK di M.C. Prudente

I Rimborsi spese, aspetti fiscali e previdenziali   2021 - Pacchetto eBook + foglio excel

Collaborazioni coordinate e continuative - ebook  di P. Ballanti

Il contenzioso contributivo con INPS - Libro di carta 2021 Maggioli editore

Su altri  temi specifici visita  la sezione  in continuo aggiornamento dedicata al Lavoro

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 06/07/2022 Gestione Separata INPGI: versamento contributi entro il 31 luglio

Istruzioni aggiornate INPGI sui versamenti contributivi alla Gestione separata: 1^ o unica rata 31 luglio 2022

Gestione Separata INPGI: versamento contributi entro il 31 luglio

Istruzioni aggiornate INPGI sui versamenti contributivi alla Gestione separata: 1^ o unica rata 31 luglio 2022

Cancellazione da Albo professionale: indicazioni CNDCEC

Il Consiglio nazionale dei commercialisti chiarisce le regole per la cancellazione di un professionista dall'albo: Pronto ordini 125-2022

Falso part -time: è reato di sfruttamento del lavoro

Cassazione 24388/2022: tra le condizioni che realizzano il reato di sfruttamento del lavoro, la stipula di un contratto part time che nasconde attività a tempo pieno

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.