HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

FRINGE BENEFITS 2022, 600 EURO ESENTI ANCHE SE SI SUPERA LA SOGLIA?

Fringe benefits 2022, 600 euro esenti anche se si supera la soglia?

Aiuti bis: franchigia totale per 600 euro compresi contributi per le utenze domestiche dei dipendenti. Nuova interpretazione estensiva da parte dell'Ufficio studi del Senato

Ascolta la versione audio dell'articolo

Per il 2022 la soglia di esenzione  da tassazione  per beni e servizi forniti al dipendente dall'azienda   passa a 600 euro invece che 258,23  come ordinariamente previsto dall'art. 51 comma 3 del TUIR.  Lo ha previsto il Decreto Aiuti bis (Decreto legge 115 2022 ) in vigore dal 10 agosto 2022, all'art. 12

La novità,  dettata dal forte impatto economico sulle imprese  del caro energia e dell'inflazione,  arriva a  sorpresa dopo che si era tornati dal 1 gennaio 2022 alla soglia ordinaria. 

Si ricorda infatti che per il 2020 e 2021 era in vigore invece il raddoppio dell'importo per l'esenzione fiscale dei fringe benefits, grazie al Decreto Agosto n. 104 2020 e al  DL 41 2021 cd Decreto Sostegni convertito in legge n. 69 2021.

L'innalzamento della soglia non è la sola novità.   L'articolo  12 del DL 115 specifica anche che  nella franchigia dei 600 euro possono trovare posto erogazioni liberali dei datori di lavoro a sostegno delle spese per utenze  domestiche del  servizio  idrico  integrato, dell'energia elettrica e del gas naturale.  

Da notare che aggiungendo l'importo di 200 euro di bonus benzina previsto dal DL Aiuti 50 2022, si raggiunge il totale erogabile  esente IRPEF di 800 euro.

AGG. 31.8.2022:  Franchigia totale di 600 euro anche in caso di superamento della soglia 

Nel Dossier  di approfondimento dell'ufficio studi del senato pubblicato il 30 agosto scorso  per i lavori di conversione  in legge del decreto,  si evidenzia che la norma dal punto di vista letterale  differisce sostanzialmente da quella che nel 2020 aveva previsto il raddoppio della soglia per i fringe benefits,  e questo  si traduce in una interpretazione piu favorevole ai contribuenti.

 Viene sottolineato che il nuovo DL non modifica semplicemente  l'importo della soglia ma si pone" in deroga al regime di cui all'articolo 51, comma 3, TUIR" per il quale, come noto.  il superamento dellla soglia comporta l'imponibilità dell'intero importo relativo ai fringe benefits. 

L'ufficio studi afferma  precisamente che" L’articolo 12 prevede un regime specifico, con riferimento al periodo di imposta relativo al 2022, di esenzione dall’IRPEF per i beni ceduti e i servizi prestati al lavoratore dipendente e per alcune somme specifiche eventualmente erogate al medesimo; tale disciplina transitoria prevede che i beni ceduti e i servizi prestati al lavoratore dipendente nonché le somme erogate o rimborsate al medesimo dal datore di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale siano esclusi dal reddito imponibile ai fini dell'IRPEF entro il limite complessivo di 600,00 euro" 

In altre parole ,  in caso di superamento della soglia di 600 euro  tale importo non diventa interamente imponibile come prevede il comma 3 art 51 del Tuir ma l'imposizione fiscale riguarderebbe solo le somme eccedenti.

Questa lettura, diversa da quella presente nella relazione illustrativa del DL Aiuti bis,  verrebbe confermata anche dal fatto che l'onere finanziario  è quantificato in 86,3 milioni di euro per il 2022 e in 7,5 milioni per il 2023,   molto superiore a quello previsto per la precedente modifica normativa  che aveva portato al raddoppio della soglia ma aveva mantenuto  inalterate le modalità di applicazione.

Probabile  e molto auspicabile,  quindi, l'emanazione di una circolare di istruzioni dell'Agenzia che chiarisca le modalità applicative , come avvenuto per il bonus  benzina (circ 27 del 14 luglio 2022). 

Cosa sono i fringe benefits

Vale forse la pena ricordare che costituiscono "fringe benefits" le erogazioni in natura sotto forma di beni e servizi  ( auto aziendale, cellulare, nido aziendale) o anche buoni /voucher rappresentativi (ad esempio: buoni carburante o buoni spesa ) che l'azienda  decide di  assicurare ai dipendenti come premio ad personam e  incentivo alla fidelizzazione.

Quando  il valore di tali beni o servizi  è superiore a € 258,23, i fringe benefits partecipano  interamente al reddito del lavoratore  come prevede l'art 51 comma 1 TUIR per il principio generale della omnicomprensivita del reddito da lavoro dipendente " il reddito di lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro".

Per verificare se il valore è non superiore complessivamente, nel periodo d’imposta, a € 258,23, occorre fare riferimento agli importi tassabili in capo al percettore del reddito. Se, ad esempio, il datore di lavoro regala ad un dipendente un buono benzina di valore inferiore ad € 258,23 ed è certo che non ci sia la concomitanza di altri benefits nello stesso periodo di imposta, tale assegnazione è totalmente esente da contributi e ritenute fiscali. 

Va ricordato che,  diversamente dal welfare aziendale e dai premi di produttività ammessi al regime agevolato art 51 comma  2,  il  fringe benefit:

  • non deve necessariamente essere  riconosciuto alla totalità dei lavoratori, ma può essere accordato liberamente, a scelta del datore di lavoro e 
  • non è necessario che il riconoscimento venga effettuato in occasione di festività o ricorrenze.
  • In linea generale, anche i documenti di legittimazione (c.d. voucher) costituiscono fringe benefit in capo ai dipendenti (art. 51 comma 3-bis del TUIR).
  •  Non rientra nell’ambito della soglia di esenzione l’importo dei buoni pasto che eccede il limite previsto dall’art. 51 comma 2 lett. c) del TUIR (circ. Agenzia delle Entrate n. 28/2016).

Ti possono interessare per approfondire anche :

 "Fringe benefits e rimborsi spese" di R. Braga - e book 2022  e il 

completo e nuovissimo "Paghe e contributi 2022"  di A Gerbaldi - Libro di carta 424 pagine

Leggi sul tema Tabelle ACI 2022  e Lavoro dipendente le regole di deducibilità per il welfare aziendale 

Sui bonus benzina vedi  Buoni benzina 200 euro in busta paga, come fare


Tag: LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE DICHIARAZIONE 730/2022: NOVITÀ DICHIARAZIONE 730/2022: NOVITÀ LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 30/09/2022 Omesse ritenute previdenziali: nuovo regime sanzionatorio

nuove procedure per il reato di omesso versamento e modifica del calcolo delle sanzioni amministrative: Inps illustra le novità nel messaggio 3516 2022

Omesse ritenute previdenziali: nuovo regime sanzionatorio

nuove procedure per il reato di omesso versamento e modifica del calcolo delle sanzioni amministrative: Inps illustra le novità nel messaggio 3516 2022

Indennizzi cessazione commercianti: ok ai pagamenti fino al 31.8.22

Ripresi i pagamenti delle indennità per cessazione attivita commerciali: saranno evase le domande arrivate fino al 31 agosto 2022.

Esonero agenzie viaggi: istanze riesame entro il 13 ottobre

Le istruzioni per utilizzare l'esonero contributivo totale di 5 mesi per agenzie viaggi e tour operator previsto dal Sostegni TER. Richieste riesame. Uniemens da Ottobre

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.