HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

ISCRO INDENNITÀ PROFESSIONISTI: SI PUO FARE DOMANDA

4 minuti, Redazione , 05/07/2021

ISCRO indennità professionisti: si puo fare domanda

Istruzioni ufficali, requisiti e caratteristiche della nuova indennità per i professionisti in Gestione separata. Aperta la piattaforma per le richieste

Dopo la circolare di istruzioni dettagliate, n. 94 2021,  INPS ha comunicato venerdi sera l'apertura della piattaforma online per le domande   di ISCRO  "indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa"  , la nuova indennità  di sostegno indirizzata  ai liberi professionisti iscritti alla gestione separata INPS, che si trovino in temporanee difficoltà economiche.   per il 2021 . Le domande possono essere inviate  fino al 31 ottobre 2021 .

La novità è stata  istituita dalla legge 178/2020,  in forma sperimentale, per il triennio 2021-2023 e consiste in   un sussidio  che puo variare dai 250 agli 800 euro mensili, erogati per 6 mesi ai soggetti con reddito professionale  inferiore a circa 8mila euro nell'anno  precedente la domanda, unitamente ad  altri requisiti .

Il professionista  dovrà seguire anche un percorso formativo , per la definizione del quale si attende un decreto ministeriale ancora inattuato . L'ISCRO  puo essere richiesto da ciascun professionista una sola volta nell'arco di un triennio. 

Di seguito riepiloghiamo le istruzioni INPS su requisiti, importi e modalità per la domanda di ISCRO.

Requisiti soggettivi ed economici per l' ISCRO professionisti 

  • Essere titolari di partita IVA da almeno 4 anni per l'esercizio di arti o professioni (Il periodo di osservazione si calcola andando a ritroso di quattro anni dalla data di presentazione della domanda di ISCRO. Nel predetto periodo deve essere presente una attività professionale connessa all’attività autonoma  per cui si è iscritti alla Gestione separata  . Nel caso di partecipante a studio associato, sarà verificata la partecipazione dello stesso nello studio nel periodo di osservazione .
  • Non essere titolari pensione diretta, APE sociale
  • non essere iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie
  • non essere titolari di  reddito di cittadinanza, per tutto il periodo di percezione dell'ISCRO

 Requisiti economici per ottenere ISCRO

  •  reddito da lavoro autonomo, nell’anno precedente alla presentazione della domanda,   inferiore al 50% della media  nei  tre anni precedenti a quello precedente la domanda e 
  •  non superiore a  8.145 euro nell’anno precedente alla presentazione della domanda.
  • essere in regola con gli obbligi contributivi associati alla iscrizione , da certificare con DURC ON LINE.  

Esempio di una situazione reddituale in cui il richiedente ha diritto all'ISCRO:

Anno di presentazione della domanda 2021; 

Reddito dell’anno 2020 (antecedente alla domanda) pari a € 6.000; 

Redditi del triennio precedente all’anno antecedente la domanda:

201916000
201814000
201715000
SOMMA45.000
MEDIA15000
50% da considerare 7500

 L'istituto precisa che il reddito da prendere in considerazione è SOLO  quello prodotto per lo svolgimento dell’attività lavorativa autonoma di cui all’articolo 53, comma 1 del TUIR ed esposto nella Dichiarazione dei redditi:

  • nel quadro “RE”, nel caso di attività professionale individuale, 
  • nel quadro “RH”, nel caso di partecipazione a studi associati, o
  •  nel quadro “LM”, per i soggetti in regime forfettario  

e non anche ad altre tipologie di reddito, ( lavoro dipendente o parasubordinato o di partecipazione ad impresa).

ATTENZIONE Non verranno prese in considerazione richieste  per le quali non sia rilevabile alcuna  dichiarazione dei redditi dei 4 anni precedenti.

Importo  della indennità ISCRO 

  • l’indennità spettante è pari al 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito dichiarato 
  • Puo variare  da un minimo di 250 euro a un massimo di 800 euro mensili
  • L'erogazione avverra dal mese successivo a quello di presentazione della domanda, per un periodo di sei mesi. 
  • La cessazione della partita Iva nel corso dell’erogazione dell’indennità comporta l’immediata cessazione dell'Indennità. 

Esempio di calcolo dell'importo 

Nel caso di reddito dell'anno precedente pari a 6000 euro  lo stesso verrà diviso per due (€ 6.000/2 = € 3.000) e poi  moltiplicato per il 25 per cento (€ 3.000 x 25% = € 750), determinando così l’importo mensile di ISCRO pari a 750 euro. Se il calcolo produce un risultato inferiore a 250 euro o superiore a 800 euro, saranno rispettivamente erogate tali cifre minime e massime.

Presentazione domanda ISCRO

  • L'indennità ISCRO potrà essere richiesta una sola volta nell'arco del triennio.
  •  La domanda dovrà essere presentata all’Inps  in forma telematica entro il 31 ottobre di ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023 uilizzando i consueti canali mper i cittadini e per gli Istituti di Patronato nel sito internet dell’INPS, accedendo con  PIN INPS • SPID di livello 2 o superiore; • Carta di identità elettronica 3.0 (CIE); • Carta nazionale dei servizi (CNS). ; oppure ttramite il servizio di Contact Center integrato, telefonando al numero verde 803 164 da rete fissa (gratuitamente) oppure al numero 06 164164 da rete mobile.
  • alla domanda va allegata autocertificazione dei redditi  per gli anni di interesse salvo che non siano già a disposizione dell'istituto. L'agenzia delle entrate potra verificare i dati forniti.

Trattamento fiscale e previdenziale e compatibilità dell'ISCRO

  • L’importo della indennità non è imponibile fiscalmente
  • L'importo non prevede l'accredito di alcuna contribuzione figurativa  ai fini pensionistici.

La prestazione ISCRO è compatibile con l'assegno ordinario di invalidità.

E' compatibile con lo svolgimento di cariche elettive o politiche  che comportino esclusivamente il gettone di presenza e non compensi , indennità o emolumenti di altra natura

Obblighi formativi connessi all'ISCRO

Da notare infine che la norma prevede che ci siano percorsi di aggiornamento e formazione collegati alla percezione dell'ISCRO. 

La circolare INPS precisa che i percorsi formativi "accompagnano" la misura economica;  la definizione  e la tempistica delle domande portano a  ritenere che  l'erogazione dell'indennità partira anche in assenza del decreto attuativo atteso per fissare tali obblighi in dettaglio .

La circolare fornisce infine le istruzioni per i ricorsi e  i dettagli sull'istruttoria  delle domande da parte degli enti interessati.


Ti potrebbe interessare Le agevolazioni per imprese e professionisti eBook 2020.

Per un calcolo della convenienza ti potrebbe interessare il Pacchetto "Regime forfetario 2020 e convenienza (eBook + excel)

Inoltre ti segnaliamo anche la Fattura Professionista regime forfettario (excel) Foglio di calcolo che consente di produrre la fattura del professionista in regime forfettario, pronta per essere stampata su carta intestata.

Allegato

INPS circolare 94 2021 ISCRO

Tag: LAVORO AUTONOMO LAVORO AUTONOMO LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Claudio - 09/07/2021

Ho letto l'articolo del 1/7/21 su "ISCRO". Se non ho capito male mi sembra ci sia un'inesatteza nell'esempio di calcolo e nella completezza delle istruzioni. Viene detto che l'indennità viene calcolata sull'ultimo reddito (domanda nel 2021 - reddito dichiarato 2020). Ho presentato domanda ma il reddito da considerare è quello (nel mio caso solo quello 2017) che compare già nel prospetto della domanda con la dicitura "certiificato" AdE.. Non solo ma le sitruzioni INPS dicono che qualora al momento della domanda nessun reddito fosse PRECERTIFICATO, la domanda non verrebbe accolta. Se è corretto quanto sopra (ripeto che ho capito io) come avviene la "certiificazione"? A me compare solo il 2017 ma il 2018 è stato inserito d'ufficio giù nella richiesta ISEE 2020: quindi AdE conosceva già anche il 2018! Il fatto è che con il reddito certificato 2017 otterrei solo 1500 euro, mentre con un reddito più recente (2018,2019 e anche 2020 per cui ho già trasmesso Redditi PF) avrei un'indennità superiore. Visto che ci siamo chiedo: mi conviene annullare la domanda 2021 e tentare il prossimo anno? Grazie e cordiali saluti Claudio Giordani

Susanna - 12/07/2021

Gentilissimo Claudio, La ringraziamo della Sua segnalazione ma rivedendo il nostro articolo non rileviamo errori rispetto a quanto riporta la circolare INPS che abbiamo riassunto sinteticamente nell'introduzione , riportando poi l'esempio integralmente e allegando il testo per completezza . Per l'iscro ci sono vari requisiti necessari tra cui quelli relativi al reddito richiedono che quello dell'anno precedente sia inferiore ad una certa soglia e anche non superiore al 50% della media dei 4 anni precedenti. La circolare specifica anche che se non sono presenti le dichiarazioni dei redditi , questo effettivamente è un punto che abbiamo tralasciato dandolo per scontato ma provvediamo volentieri a integrare il contenuto Purtroppo da quanto scrive non è chiaro il perche del fatto lei faccia riferimento solo al reddito del 2017 ma i ogni caso non possiamo esserle utili con consulenze personalizzate in questa sede. Le consigliamo di provare a proporre il quesito nel nostro attivissimo Forum . Un grazie per la sua attenzione al nostro Portale e in bocca al lupo per la richiesta all'inps. Cordialmente Susanna

Alessandro - 16/07/2021

Ciao Claudio, ho la stessa tua problematica, l'ultimo reddito "certificato" che risulta all'inps è anche per me quello del 2017, anno nel quale ho avuto un reddito molto basso, mentre nel 2018 ho avuto un reddito alto. Da ciò che ho capito è l'AdE che deve trasmettere il reddito certificato all'INPS, vorrei capire se esiste la possibilità di richiedere tale certificazione, almeno per il 2018

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

DECRETI RISTORI - EMERGENZA CORONAVIRUS · 29/07/2021 Esonero contributi professionisti: le domande entro il 31 luglio o 31 ottobre

Pubblicato il decreto sull'esonero contributivo. Le domande di esonero, per gli autonomi INPS entro il 31 luglio, per gli altri enti previdenziali entro il 31 ottobre

Esonero contributi professionisti: le domande entro il 31 luglio o 31 ottobre

Pubblicato il decreto sull'esonero contributivo. Le domande di esonero, per gli autonomi INPS entro il 31 luglio, per gli altri enti previdenziali entro il 31 ottobre

Artigiani, Commercianti, Autonomi in gestione separata: al 15 settembre la rata INPS

Slittano al 15 settembre, oltre alle tasse, anche i versamenti contributivi della gestione Artigiani e Commercianti, nonché per gli autonomi iscritti alla Gestione separata.

Reddito di libertà per le donne vittime di violenza: come si richiede

Pubblicato in GU ufficiale il DPCM del 17 dicembre 2020 recante modalità di attuazione del reddito di libertà. Vediamo a chi spetta e come richiederlo

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.