IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 25/11/2020

Part time verticale: la legge di bilancio 2021 riconosce l'anzianità

Tempo di lettura: 3 minuti
part time retribuzione

Parificazione dell'anzianità lavorativa per i lavoratori a tempo parziale, che sia verticale o orizzontale, nell'art 63 della bozza della legge id bilancio 2021

Commenta Stampa

Riconoscimento pieno dell'anzianità lavorativa ai fini della pensione  per i lavoratori in part time verticale ciclico del settore privato .   E' una delle novità della legge di bilancio 2021 appena approdata in Parlamento per la discussione  e l'approvazione (entro il 31 dicembre 2020) .

Nel testo approvato dal Consiglio dei ministri e anche dalla Ragioneria Generale dello stato,   si  prevede  all'art 63  una nuova modalità di calcolo dell'anzianità di contribuzione pensionistica per i titolari di contratti di lavoro a tempo parziale verticale ciclici, (ovvero coloro che prestano servizio in alcuni giorni a tempo pieno e mentre in altri  non lavorano affatto). 

L'articolo  recepisce l'indirizzo giurisprudenziale costante, in base al quale anche le settimane non lavorate sono da includere nel computo dell'anzianità utile ai fini del diritto al trattamento pensionistico. Si parla, va sottolineato,  di requisiti temporali,  non di importi contributivi; in altre parole la finalità è che, ad esempio un lavoratore con  40 anni part time ciclico verticale abbia lo stesso diritto ad accedere alla pensione del lavoratore con 40 anni di part time orizzontale, entrambi con lo stesso  assegno pensionistico, ridotto rispetto ad un tempo pieno.

L'Inps prevede invece un trattamento differenziato tra i lavoratori che effettuano il part time verticale ciclico e quelli che effettuano il part time orizzontale, riconoscendo a questi ultimi l'intero periodo di anzianità contributiva, anche se per importi ridotti,  ed ai primi la sola anzianità relativa ai periodi lavorati, con conseguente allontanamento del momento di accesso alla pensione,  sulla base  della normativa vigente art.. 7 comma 1 L. 638/83 , e relativa circolare INPS di chiarimenti del 1986.

L'articolo 63 della bozza della legge di bilancio  2021 prevede dunque :  "per i contratti di lavoro a tempo parziale in corso dalla data di entrata in vigore della legge (1° gennaio 2021) o con  decorrenza iniziale successiva, il numero delle settimane da includere nel computo dell'anzianità utile ai fini del diritto al trattamento pensionistico va determinato rapportando il totale della contribuzione annua al minimale contributivo settimanale; per i contratti di lavoro a tempo parziale già esauriti prima della suddetta data, il riconoscimento delle settimane in oggetto è subordinato alla presentazione di apposita domanda dell'interessato, corredata da idonea documentazione". 

Come detto l'intervento normativo non concerne i dipendenti pubblici, per i quali gli anni di servizio ad orario ridotto sono considerati comunque utili per intero ai fini della pensione, come previsto dall'articolo 8, comma 2, della L. 29 dicembre 1988, n. 554 

Nello scorso mese di aprile 2019 il Parlamento Europeo ha pubblicato la petizione presentata nel 2018 dalla  Fisascat Cisl    che chiedeva  per i lavoratori in part time verticale ciclico il riconoscimento dell’anzianità contributiva per tutte le 52 settimane dell’anno, a prescindere dai periodi per i quali sono versati i contributi.

(Vedi ulteriori dettagli in Part time verticale ciclico: si chiede l'intervento della UE)

Nella richiesta veniva evidenziato anche il costoso  contenzioso legale sia per chi lo intraprende, sia per la collettività, sia per gli uffici che amministrano la giustizia che ha caratterizzato questa anomalia .Peraltro attraverso le decisioni della Corte di Cassazione il diritto  veniva regolarmente riconosciuto . Anche la Corte di Giustizia europea si era espressa in questo senso (Leggi in merito "Part time ciclico, per la pensione serve il ricorso?" con testo della sentenza UE)

Con l'approvazione della legge di bilancio si otterrà dunque la parificazione di trattamento previdenziale tra part time orizzontale e part time verticale, modificando  il fondamento legislativo a cui l'istituto nazionale di previdenza dovrà adeguarsi.  


Ti puo interessare   il volume APE Anticipo pensionistico e rendita integrativa RITA   (libro di carta Maggioli Editore - 120 pagine)

E' disponibile anche il videocorso accreditato "Quota 100 e altre novità previdenziali ( Riscatto laurea e pace contributiva)"

Per tutte le notizie e approfondimenti  segui sempre il nostro DOSSIER gratuito: Pensioni: Quota 100 e novità 2021

Fonte: Parlamento Italiano


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Credito di imposta nuovi investimenti (excel)
In PROMOZIONE a 36,90 € + IVA invece di 49,90 € + IVA fino al 2021-02-15
Affrancamento partecipazioni 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 34,90 € + IVA invece di 39,90 € + IVA fino al 2021-02-15
Valutazione d'azienda e Affrancamento: Pacchetto
In PROMOZIONE a 119,90 € + IVA invece di 159,96 € + IVA fino al 2060-12-31
Affrancamento terreni 2021 (excel)
In PROMOZIONE a 34,90 € + IVA invece di 39,90 € + IVA fino al 2021-02-15

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE