IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 25/03/2021

Esonero giovani agricoltori istruzioni 2021

Tempo di lettura: 3 minuti
regolarizzazione immigrati agricoltura

Prorogato per il 2021 lo sgravio per imprenditori agricoli e coltivatori under 40 modalità di richiesta e di fruizione degli importi.

Commenta Stampa

 Con la  circolare n. 72 del 9 giugno 2020 l'Inps ha pubblicato le istruzioni operative per l'utilizzo dell'esonero  contributivo per i nuovi imprenditori agricoli del 2020. 
L' agevolazione è stata prorogata anche per il 2021 dalla nuova legge di bilancio (legge 178 2020) e l'istituto nella nuova circolare 47 del 23.3.2021  conferma la validità delle stesse istruzioni operative.

Vediamo di seguito alcuni dettagli

Esonero contributivo agricoltori under 40: di cosa si tratta

La misura, istituita la prima volta nel 2004, prevede l'esonero  contributivo totale   ed è diretta ai 

  • coltivatori diretti e
  •  agli imprenditori agricoli professionali
  •  con età inferiore a quaranta anni,   
  • iscritti alla previdenza agricola  per la prima volta tra il 1° gennaio 2021 e  il 31 dicembre 2021.
Le caratteristiche dell'esonero:
  •  100% della  quota di contributi per l'invalidità, la vecchiaia ed i superstiti (IVS) e del contributo addizionale di cui all’articolo 17, comma 1, della legge 3 giugno 1975, n. 160
  •  per un periodo massimo di 24 mesi di attività,
  •  per l’imprenditore agricolo professionale e il coltivatore diretto per l’intero nucleo familiare.
Sono esclusi, pertanto, dall’agevolazione:
-  il contributo di maternità, dovuto per ciascuna unità attiva iscritta alla Gestione agricoli autonomi;
 -  il contributo INAIL, dovuto dai soli coltivatori diretti.
 Al fine del rispetto del limite “de minimis”  il coltivatore diretto può richiedere il beneficio per l’intero nucleo familiare ovvero solo per se stesso come titolare o per se stesso e per alcuni componenti del nucleo.
Da notare che:
  •  l’esonero non è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente. 
  • Nei casi di diritto a  più esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa(es. riduzione ultra 65 anni con riferimento ai soli coadiuvanti o riduzione del premio INAIL) sarà applicata, in sede di tariffazione, l’agevolazione più favorevole al contribuente.
 Per l’ammissione al beneficio i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali devono aver presentato tempestivamente la comunicazione di inizio attività autonoma in agricoltura utilizzando il relativo servizio on-line “ComUnica”. Inoltre la fruizione del beneficio è subordinata alla regolarità  inerente a:
 -     l’adempimento degli obblighi contributivi;
 -     l’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro;
 -     il rispetto degli altri obblighi di legge;
 -     il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali  

Domanda di esonero contributivo giovani agricoltori 2021

 La domanda va inviata  entro 120 giorni dalla data di comunicazione di inizio attività.  Per le attività iniziate in data 1° gennaio 2021, il termine scade il 30 luglio 2021.
 L’istanza di ammissione al beneficio deve essere inoltrata, esclusivamente, in via telematica accedendo al Cassetto previdenziale per autonomi agricoli, alla sezione “Comunicazione bidirezionale” > “Invio comunicazione”, utilizzando il modello telematico “Esonero contributivo nuovi CD e IAP anno 2020 (CD/IAP2021)”. Non saranno prese in considerazione le domande in formato cartaceo.
Per le iscrizioni alla gestione agricola autonoma di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali non ancora perfezionate, per le quali vi è comunque l’attribuzione del codice azienda, le domande di ammissione al beneficio saranno acquisite ed elaborate dopo il perfezionamento dell’iscrizione .
 L’INPS effettuerà le verifiche  e, nel caso di esito positivo, comunicherà l'esito positivo o negativo della domanda,  in modalità telematica, nell’apposito campo “esito” del  modulo di istanza, con l'importo del beneficio presuntivamente spettante,in caso positivo o con l'indicazione della motivazione in caso di rigetto.  
 Con il messaggio 2787 del 13 luglio l'istituto aveva specificato anche che a decorrere dal 1° luglio 2020 il controllo del massimale relativo agli aiuti de minimis e  SIEG già concessi avviene esclusivamente attraverso il Registro Nazionale Aiuti , pertanto, ai fini del riconoscimento del beneficio è necessario acquisire la visura dal Registro Nazionale Aiuti.   

Fonte: Inps


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31
Gestione fiscale del fondo svalutazione crediti (excel)
In PROMOZIONE a 22,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2022-12-31
Analisi di Bilancio - Pacchetto completo (pdf + excel)
In PROMOZIONE a 91,70 € + IVA invece di 130,75 € + IVA fino al 2060-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE