Rassegna stampa Pubblicato il 17/04/2020

Imposta di bollo fatture elettroniche: versamento entro il 20 aprile

Tempo di lettura: 1 minuto
e fatture

Lunedì 20 aprile ultimo giorno utile per il versamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche del primo trimestre, ma solo se di importo pari o superiore ai 250,00 euro

Nessuna sospensione, per il versamento dell’imposta di bollo relativa alle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre 2020, in scadenza entro il prossimo 20 aprile 2020, se l’importo è pari o superiore a 250,00 euro.

Qualora l'importo fosse inferiore a 250,00 euro, il versamento potrà essere effettuato entro il 20 luglio.

Questo quanto stabilito dalla nuova disposizione introdotta dall'art. 26 del Decreto liquidità, che allo scopo di ridurre e semplificare gli adempimenti dei contribuenti,  ha modificato il comma 1-bis dell’art. 17 del DL 124/2019, e ha stabilito che il pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche possa essere effettuato:

  • per le fatture emesse nel primo trimestre solare, se l’importo dovuto è inferiore a 250,00 euro, unitamente all’imposta dovuta per il secondo trimestre, ovvero entro il 20 luglio 2020;
  • per le fatture emesse nei primi due trimestri solari, se l’importo complessivamente dovuto è inferiore a 250,00 euro, unitamente all’imposta dovuta per il terzo trimestre, ovvero entro il 20 ottobre 2020.

Pertanto, nei casi in cui l’importo dovuto sia non rilevante, tale misura rappresenta una semplificazione rispetto alle scadenze ordinarie di pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche, fissate al giorno 20 del mese successivo a ciascun trimestre.

Ricordiamo che l’imposta di bollo è dovuta sulle operazioni in generale non assoggettate ad Iva (se di ammontare superiore a 77,47 euro).

All'interno dell'area riservata del soggetto passivo I.V.A. sul sito dell'Agenzia delle Entrate, nella sezione “Fatture e Corrispettivi”, è presente il servizio per verificare l'ammontare complessivo dell'imposta di bollo dovuta sulla base dei dati presenti nelle fatture elettroniche inviate attraverso il Sistema di interscambio (SdI). Il pagamento dell'imposta può essere effettuato:

  • mediante il servizio presente nella predetta area riservata, con addebito su conto corrente bancario o postale,
  • oppure utilizzando il modello F24 predisposto dall'Agenzia delle entrate.

I codici tributo istituiti con la risoluzione n. 42/E/2019, differenziati in relazione al trimestre di competenza, sono:

- 2521 per il primo trimestre,
- 2522 per il secondo trimestre,
- 2523 per il terzo trimestre,
- 2524 per il quarto trimestre.

Per approfondire ti segnaliamo:

Potrebbe interessarti l'e-book L'applicazione dell'imposta di bollo con tutte le regole sull'imposta di bollo, dalla marca al bollo digitale: disciplina, pagamento e sanzioni;elenco documenti esenti

Fonte: Fisco e Tasse




Prodotti consigliati per te

 
4,90 € + IVA
151,41 € + IVA
89,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)