Rassegna stampa Pubblicato il 04/03/2013

Tobin Tax, individuati i Paesi che garantiscono lo scambio di informazioni

Individuati, per esclusione, i Paesi con cui non si hanno accordi di cooperazione fiscale

Venerdì 1° marzo 2013 è entrata in vigore la nuova imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. "Tobin tax"), introdotta dall'art. 1, comma 491, della Legge 228/2012, il cui primo versamento da parte degli operatori finanziari è previsto per il 1° luglio 2013. L'Agenzia delle Entrate, con provvedimento del direttore del 1° marzo, ha fornito l’elenco dei Paesi che effettuano con l’Italia sia lo scambio di informazioni sia l’assistenza al recupero dei crediti, individuando, di conseguenza, per esclusione quelli che non forniscono scambi di informazioni e non riportati nel provvedimento. In particolare, i Paesi per i quali sono in vigore accordi sono: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria. Sono esclusi tutti gli altri.
Fisco e Tasse ti offre gratuitamente un utile file in excel per il calcolo della Tobin Tax:

Fonte: Agenzia delle Entrate





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)