HOME

/

PMI

/

IDENTITÀ DIGITALE

/

RINNOVO CERTIFICATI DI SICUREZZA ENTRATEL: PROROGA AL 31 DICEMBRE 2022

Rinnovo certificati di sicurezza Entratel: proroga al 31 dicembre 2022

Le entrate dispongono una proroga dal 30 aprile al 31 dicembre 2022 del rinnovo dei certificati di sicurezza Entratel: istruzioni pratiche

Con un comunicato pubblicato il 29/04/2022 nell'area riservata,  l'Agenzia delle Entrate dispone una proroga al 31 dicembre 2022 del rinnovo certificati per adeguamento ai nuovi standard di sicurezza

L'Agenzia delle entrate ha reso più sicuri i certificati digitali per la firma e cifratura dei documenti informatici da scambiare mediante i canali telematici e l'infrastruttura SID.
Il termine ultimo per il rinnovo è stato prorogato al 31 dicembre 2022.
In particolare, specifica l'avviso delle entrate, i nuovi requisiti minimi di sicurezza da recepire sono:

  • algoritmo di hash: SHA-256;
  • algoritmo di cifratura: AES-256;
  • lunghezza delle chiavi RSA: 4096 bit (cifratura) e 4096 o 2048 bit (firma).

Si sollecita gli utenti interessati a rinnovare i propri certificati utilizzando

  • le applicazioni "Desktop Telematico - Entratel" 
  • oppure "Generazione certificati", 

mediante le quali è possibile anche verificare l'aggiornamento dei certificati, come di seguito descritto.

Rinnovo certificati di sicurezza Entratel: proroga al 31 dicembre 2022

Cosa fare:

  • Desktop Telematico
    • utilizzare la funzione "Sicurezza - Visualizza certificati" del menù "Entratel", 
    • selezionare il bottone "Dettaglio" dopo aver specificato il certificato da verificare, 
    • e verificare che nella cartella "Generale - Certificato selezionato" appaia la dicitura "Chiave Pubblica: Sun RSA public key, 4096 bits"; nel caso la dicitura elenchi un valore diverso, il certificato dovrà essere aggiornato procedendo alla revoca dell'ambiente di sicurezza e alla generazione di un nuovo ambiente di sicurezza;
  • Gestione certificati
    • utilizzare la funzione "Gestisci ambiente - Visualizza certificati", 
    • selezionare il bottone "Dettaglio" dopo aver specificato il certificato da verificare, 
    • e controllare che nella cartella "Generale - Certificato selezionato" appaia la dicitura "Chiave Pubblica: Sun RSA public key, 4096 bits". Qualora la dicitura descriva un valore diverso, il certificato dovrà essere aggiornato procedendo alla revoca dell'ambiente di sicurezza e alla generazione di un nuovo ambiente di sicurezza.

ATTENZIONE
Eventuali richieste di generazione dei certificati effettuate con una versione non aggiornata delle applicazioni, saranno scartate dal sistema con il messaggio:

  • "Formato della richiesta di iscrizione al registro utenti non valido (K1024). Verificare la versione del software di generazione dell'ambiente di sicurezza".

Ti consigliamo anche: Novità Desktop telematico: cosa si deve fare entro il 30 aprile 2022? Ecco la guida

Ti potrebbero  interessare gli e-book:

Tag: IDENTITÀ DIGITALE IDENTITÀ DIGITALE CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022 CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

IDENTITÀ DIGITALE · 27/06/2022 Digitalizzazione notifica atti in materia tributaria: tutte le regole

Notifica digitale atti: l’avviso di cortesia, il perfezionamento della notifica, la decadenza e la prescrizione, la conservazione dei documenti informatici

Digitalizzazione notifica atti in materia tributaria: tutte le regole

Notifica digitale atti: l’avviso di cortesia, il perfezionamento della notifica, la decadenza e la prescrizione, la conservazione dei documenti informatici

Notifica digitale atti in materia tributaria

Modalità di notificazione atti e avvisi di accertamento sulla piattaforma digitale del DPCM 8 febbraio 2022

Notifiche digitali atti amministrativi: il regolamento in vigore dal 21 giugno

Pubblicato in G.U. del 6 giugno il Decreto con le regole per le notifiche digitali di multe e altri atti amministrativi

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.