HOME

/

FISCO

/

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS

/

STATO DI EMERGENZA: DOVREBBE TERMINARE IL 31 MARZO 2022

Stato di Emergenza: dovrebbe terminare il 31 marzo 2022

Il sottosegretario Sileri afferma che lo stato di emergenza dovrebbe terminare il 31.03. Che cosa è lo stato di emergenza, che poteri dà al Governo e quanto dura

Secondo quanto ha dichiarato sulla piattaforma del gruppo GEDI-Repubblica il Sottosegretario Sileri lo stato di emergenza attualmente fissato al 31 marzo 2022 non verrà prorogato.

Sileri ha dichiarato: "La circolazione del virus sarà più limitata, pian piano toglieremo le mascherine prima all'aperto e successivamente al chiuso e andrà poi rimodulato il Green Pass e la campagna vaccinale, sulla base della reale esigenza sanitaria". 

Ricordiamo che in data 14 dicembre 2021 si informava della approvazione del decreto-legge con la proroga dello stato di emergenza nazionale e delle misure per il contenimento dell’epidemia da COVID-19 fino al 31 marzo 2022.
Per effetto dello stesso provvedimento, venivano prorogati:

  • i poteri derivanti dallo stato di emergenza al Capo del Dipartimento della Protezione Civile, 
  • così come è prorogata la struttura del Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica,
  • restano in vigore altresì le norme relative all’impiego del Green Pass e del Green Pass rafforzato e ai test antigenici rapidi gratuiti e a prezzi calmierati.

Il decreto ha stabilito anche l’estensione, sino al 31 marzo 2022, della norma secondo cui il Green Pass rafforzato debba essere utilizzato anche in zona bianca per lo svolgimento delle attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla.

Lo stato di emergenza, secondo l'articolo 24 del decreto legislativo 1/2018, ossia il Codice della Protezione Civile, non può superare i dodici mesi ed è prorogabile per non più di ulteriori dodici mesi.

Esso recita testualmente "Al verificarsi degli eventi che, a seguito  di  una  valutazione speditiva svolta dal Dipartimento della protezione civile sulla  base dei dati e delle  informazioni  disponibili  e  in  raccordo  con  le Regioni e Province autonome interessate, presentano  i  requisiti  di cui all'articolo 7, comma 1, lettera c), ovvero nella loro imminenza, il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente  del  Consiglio dei ministri, formulata  anche  su  richiesta  del  Presidente  della Regione o  Provincia  autonoma  interessata  e  comunque  acquisitane l'intesa,  delibera  lo  stato  d'emergenza  di  rilievo   nazionale, fissandone la durata e determinandone l'estensione  territoriale  con riferimento alla natura e alla  qualità degli  eventi  e  autorizza l'emanazione delle ordinanze di protezione civile di cui all'articolo 25. La delibera individua, secondo criteri  omogenei  definiti  nella direttiva di  cui  al  comma  7,  le prime  risorse  finanziarie  da destinare all'avvio delle attività di  soccorso  e  assistenza  alla popolazione e degli interventi più urgenti..." 

Una ulteriore estensione necessiterebbe un apposito Decreto Legislativo del Governo.

Stato di emergenza: scade il 31 marzo 2022

Con la proroga dello stato di emergenza vengono mantenuti in funzione gli organismi istituiti per far fronte alla pandemia Covid, a partire dal commissario straordinario, attualmente Francesco Paolo Figliuolo, e dal Cts, Comitato tecnico scientifico

Allo scadere dello stato di emergenza, se non sono necessarie o non sono possibili ulteriori proroghe, viene emanata un’ordinanza di chiusura che disciplina e regola il subentro dell'amministrazione competente in via ordinaria.

Stato di emergenza: a cosa serve

Lo stato di emergenza consente a Governo e Protezione civile di agire con “poteri straordinari” o “speciali”. 

In pratica si provvede in deroga a ogni disposizione vigente e nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico con procedure snellite per l'approvazione di leggi e decreti. 

Con la delibera dello stato di emergenza, il Consiglio dei Ministri stanzia una somma iniziale per realizzare i primi interventi necessari

Con lo stato di emergenza introdotto per contrastare il Covid sono state disposte misure come:

  • le zone rosse, 
  • l’obbligo delle mascherine all’aperto, 
  • il distanziamento sociale e altro

Inoltre, lo stato di emergenza ha consentito al governo di ricorrere ai DPCM,  decreti del presidente del Consiglio dei ministri, che non passano attraverso l’approvazione parlamentare.

L’esecutivo guidato da Mario Draghi, diversamente dal precedente guidato da Giuseppe Conte, ha però preferito intervenire attraverso decreti legge, soggetti alla conversione in legge del Parlamento.

Tag: AGEVOLAZIONI COVID-19 AGEVOLAZIONI COVID-19 EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS · 03/10/2022 Mascherine al lavoro: obbligo prorogato per sanità e RSA

Le misure in vigore dal 1 ottobre Mascherine - obbligo vaccinazione - protocollo Covid - luoghi di lavoro Quarantena isolamento

Mascherine al lavoro: obbligo prorogato per sanità e RSA

Le misure in vigore dal 1 ottobre Mascherine - obbligo vaccinazione - protocollo Covid - luoghi di lavoro Quarantena isolamento

Sanzioni doganali restrizioni verso la Russia

Le misure restrittive imposte dall’UE verso la Russia

Elezioni politiche 25 settembre 2022: guida per votare

Quando, come e dove si vota alle elezioni politiche del prossimo 25 settembre: i documenti necessari per votare e i residenti all'estero. I fac-simile delle schede

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.