HOME

/

LAVORO

/

LAVORO ESTERO 2021

/

SMART WORKING E REGIME IMPATRIATI NUOVI CHIARIMENTI DELL'AGENZIA

2 minuti, Redazione , 04/10/2021

Smart working e regime impatriati nuovi chiarimenti dell'Agenzia

Nell'interpello 621/2021 l'agenzia affronta un ulteriore caso di smart working in paesi eesteri, con imposizione fiscale legata alla durata della permanenza

Continuano le risposte dell'Agenzia in tema di applicazione del regime speciale per lavoratori impatriati  per  lavoratori dipendenti bloccati in smart working in paesi diversi dalle sedi lavorative ordinarie. .L'interpello piu recente riguarda il dirigente  di cittadinanza olandese  di una società italiana che  ha svolto attività lavorativa in "smart working"  sia in Italia che all'estero  nel 2020.

In materia leggi anche l'ampio approfondimento "L'agenzia ammette  il regime impatriati anche per smart working con societa estera".

Interpello 621 del 23 settembre 2021 

Un società multinazionale italiana chiedeva  chiarimenti sull apossibile applicazione ad un suo dipendente del regime speciale per lavoratori impatriati di cui all'articolo 16 del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 147. Il dipendente è  un cittadino olandese,  assunto come dirigente a Milano dal 2019 e iscritto all'Anagrafe della popolazione residente (Anpr) la cui famiglia è rimasta nei Paesi Bassi.  L'Istante chiedeva, nello specifico: 

  1. - se per il lavoratore che, nel corso del periodo d'imposta 2020, ha trascorso all'estero più di 184 giorni, il reddito relativo ai giorni di lavoro svolti nei Paesi Bassi sia comunque da considerare come reddito prodotto in Italia e beneficiare dell'agevolazione  per gli impatriati nonostante il mancato rispetto del requisito della prevalenza dell'attività svolta in Italia 
  2. se, nel caso in cui il reddito derivante dall'attività svolta nei Paesi Bassi risultasse  invece ivi imponibile, il contribuente, considerato fiscalmente residente in Italia ai sensi dell'articolo 2 del TUIR, possa fruire del credito per le imposte estere, anche in caso di applicazione del regime degli impatriati. In tale ipotesi, verificandosi un concorso parziale alla formazione dell'imponibile, il credito per le imposte estere verrebbe calcolato ai sensi dell'articolo 165, comma 10, del TUIR, con riduzione proporzionale alla misura ridotta del regime speciale per lavoratori impatriati dell'imposta estera recuperabile. 

L'agenzia ricorda  che il citato  " regime speciale per lavoratori impatriati"  è stato oggetto di modifiche normative, operate dall'articolo 5 del decreto-legge 30 aprile 2019, n. 34 (convertito dalla legge 28 giugno 2019, n. 58), in vigore dal 1° maggio 2019 e riepiloga i vari requisiti richiesti.

L'Agenzia ritiene  che l'agevolazione non sia applicabile  considerato che:

  •  i redditi non sono stati prodotti nel territorio dello Stato e che 
  • per il periodo di imposta 2020 l'attività lavorativa non è stata svolta prevalentemente nel territorio dello Stato.

Invece se il reddito derivante dall'attività di lavoro dipendente prestato nei Paesi Bassi  viene tassato nel paese secondo  le prescrizioni della Convenzione contro le doppie imposizioni, il contribuente, considerato fiscalmente residente in Italia ai sensi dell'articolo 2 del TUIR, potrà fruire del credito per le imposte estere.

Ti potrebbero interessare gli ebook:

Tag: LAVORO ESTERO 2021 LAVORO ESTERO 2021 LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LAVORO ESTERO 2021 · 30/11/2021 Ingresso in Italia, nuove regole per gli arrivi dall'Africa

Regole aggiornate per entrare in Italia dall'estero in vigore dal 26 ottobre al 15 dicembre 2021. Novità variante Omicron Le destinazioni vietate.Ordinanze Ministero della Salute

Ingresso in Italia, nuove regole per gli arrivi dall'Africa

Regole aggiornate per entrare in Italia dall'estero in vigore dal 26 ottobre al 15 dicembre 2021. Novità variante Omicron Le destinazioni vietate.Ordinanze Ministero della Salute

Residenza fiscale Italia / Svizzera: precisazioni dell’Agenzia sui compensi del dirigente

Nel rapporto di lavoro svolto all’estero e dipendente fiscalmente residente in Italia vediamo come sono tassate le stock option

Somministrazione e distacchi a catena:  le indicazioni dell'Ispettorato

Distacco transnazionale in somministrazione: le istruzioni della circolare INL n. 2 2021

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.