HOME

/

LAVORO

/

AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ

/

COLONNINE DI RICARICA DI MEZZI ELETTRICI: IVA ORDINARIA ANCHE AI DISABILI

3 minuti, Redazione , 14/09/2020

Colonnine di ricarica di mezzi elettrici: IVA ordinaria anche ai disabili

Disabili: non spetta l’IVA al 4% come per l’acquisto auto elettriche, l’agenzia spiega il perché

Con Risposta a interpello n 334 del 9 settembre 2020 l’Agenzia delle Entrate dice che per l’acquisto di una stazione di ricarica di auto elettrica da installare presso l’abitazione del disabile, non spetta l’aliquota agevolata del 4%, in quanto essa non costituisce un “pezzo” destinato all'adattamento del veicolo del disabile.

L’istante ha acquistato una automobile elettrica usufruendo dell’applicazione dell’aliquota IVA ridotta ai sensi dell’art.53-bis del DL 124/2019 (convertito con modificazioni con Legge n 157/2019)

Questa norma ha modificato il n 31 della Tabella A del DPR 633/72 prevedendo gli autoveicoli elettrici con potenza non superiore a 150 kw tra quelli soggetti ad IVA 4%

L’istante ha necessità di acquistare una stazione di ricarica del proprio mezzo da installare nell’abitazione e chiede di sapere se possa usufruire dell’aliquota IVA agevolata al 4%. 

Egli ritiene di si in quanto la stazione di ricarica è elemento indispensabile per il funzionamento dell’auto elettrica e cita per avvalorare la sua soluzione l’art 8 comma 3 della Legge 449/1997 come modificato dall’art 53-bis in esame che recita testualmente che l’IVA agevolata sia anche applicabile “alle cessioni dei relativi accessori e strumenti montati sui veicoli medesimi”.

Secondo l’agenzia invece l’IVA applicabile a questo acquisto è quella ordinaria e motiva questa risposta con un riepilogo normativo che conduce a specificare che la ratio della norma sia quella di agevolare il solo disabile e non altro soggetto.

L’IVA al 4% per le cessioni o importazioni di veicoli adattati alle persone con ridotte capacità motorie, era inizialmente prevista per i soli disabili muniti di patente speciale. 

In seguito, la fruizione del beneficio non è stata più condizionata dal possesso della patente speciale. 

Poi l’Iva al 4% è stata estesa anche all’acquisto di veicoli con motori ibridi ed elettrici.

Il legislatore ha previsto in seguito l’applicazione dell'aliquota Iva del 4% alle cessioni e importazioni di “autoveicoli di cui all'articolo 54, comma 1,lettere a), c) ed f), dello stesso decreto, di cilindrata fino a 2.000 centimetri cubici se con motore a benzina o ibrido, a 2.800 centimetri cubici se con motore diesel o ibrido, e di potenza non superiore a 150 kW se con motore elettrico, anche prodotti in serie, adattati per la locomozione dei soggetti di cui all'articolo 3 della legge 5 febbraio1992, n. 104, con ridotte o impedite capacità motorie permanenti, ceduti ai detti soggetti o ai familiari di cui essi sono fiscalmente a carico, nonché le prestazioni rese dalle officine per adattare i veicoli, anche non nuovi di fabbrica, compresi i relativi accessori e strumenti necessari per l'adattamento, effettuate nei confronti dei soggetti medesimi” 

Questo è quanto prevede attualmente la formulazione del numero 31) della Tabella A, Parte II, DPR 633

L’Agenzia evidenzia poi che il successivo punto 33) prevede che l'aliquota Iva del 4% sia applicabile alle cessioni di “parti, pezzi staccati ed accessori esclusivamente destinati ai beni indicati ai precedenti nn.30, 31 e 32”. 

La stazione di ricarica che l’istante intende acquistare, invece, secondo l’agenzia non è un elemento indispensabile “in via esclusiva” al funzionamento dell’auto.

Come chiarito con Circolare n. 46/2001, si vuole agevolare solo i pezzi, i ricambi e gli accessori degli apparecchi dedicati a chi ha problemi o ridotte capacità motorie.

Le disposizioni che prevedono l’applicazione dell’aliquota ridotta sono finalizzate ad agevolare solo le persone in difficoltà evitando che la norma possa andare a vantaggio anche da altri soggetti.

Per approfondimenti sull'IVA per gli acquisti dei disabili si legga lo speciale: IVA disabili: aliquota agevolata per auto, ausili tecnici e informatici


Ti potrebbero essere utili:

Agevolazioni disabili e Legge 104E book di A. Donati

la circolare  sui chiarimenti 2021 IVA agevolata veicoli disabili 

Allegato

Risposta a interpello del 10.09.2020 n. 334

Tag: AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ AGEVOLAZIONI DISABILI E INVALIDITÀ ADEMPIMENTI IVA 2022 ADEMPIMENTI IVA 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LA RUBRICA DEL LAVORO · 08/08/2022 Congedo straordinario per assistenza anche ai conviventi

Novità in materia di congedo straordinario e condivisione dei permessi 104 per l’assistenza a familiari disabili nel decreto legislativo 105 2022 appena entrato in vigore

Congedo straordinario per assistenza anche ai conviventi

Novità in materia di congedo straordinario e condivisione dei permessi 104 per l’assistenza a familiari disabili nel decreto legislativo 105 2022 appena entrato in vigore

730/2022: detraibilità al 19% del servizio di interpretariato per sordi

Dichiarazioni dei redditi 2022: detrazione al 19% del servizio di interpretariato per persone sorde. Ecco come funziona

Premi di risultato anche con permessi legge 104

Discriminatorio negare i premi di risultato sulla base delle assenze per la fruizione della legge 104 1992 Sentenza della Corte di Appello di Torino. Le motivazioni

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.