HOME

/

PMI

/

DEDUCIBILITÀ E DETRAIBILITÀ AUTO 2022

/

AUTO E MOTO COMUNITARIE: NOVITÀ PER L'IMMATRICOLAZIONE

2 minuti, Redazione , 20/04/2018

Auto e moto comunitarie: novità per l'immatricolazione

Provvedimento delle Entrate sulla documentazione da esibire nel caso di immatricolazione di moto e auto comunitarie

Pubblicato il 19 aprile 2018 il Provvedimento n. 84332 delle Entrate con la documentazione da esibire nel caso di immatricolazione di autoveicoli e motoveicoli comunitari.  Il DL 262/2006, convertito dalla legge 24 novembre 2006, n. 286, che ha introdotto la procedura di immatricolazione di autoveicoli e motoveicoli di provenienza comunitaria con pagamento dell’Iva tramite modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”, ha limitato il fenomeno delle frodi Iva intracomunitarie nel settore della compravendita di tali veicoli. Tuttavia, ci sono ancora molte criticità soprattutto sull’utilizzo improprio delle deroghe al sistema di versamento anticipato, previste

  • per i veicoli acquistati in regime Iva del margine
  • per i veicoli utilizzati come beni strumentali all’attività d’impresa.

In generale il Provvedimento introduce l’obbligo per il contribuente di presentare le istanze necessarie all’immatricolazione di autoveicoli e motoveicoli di provenienza comunitaria solo presso la Direzione Provinciale territorialmente competente, in ragione del proprio domicilio fiscale. In particolare, il provvedimento prevede che siano presentate alla Direzione Provinciale dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente le seguenti tipologie di istanza:

  1. istanza per la comunicazione al centro elaborazione dati (C.E.D.) del Dipartimento per i trasporti degli estremi identificativi di autoveicoli e motoveicoli usati, al fine di consentirne l’immatricolazione in esclusione dall’adempimento di cui all’art. 1, comma 9, del DL 262/2006, convertito dalla legge 24 novembre 2006 n. 286 (versamento dell’Iva con modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”), ove acquistati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, da operatori residenti in altri Stati membri dell’Unione Europea e rientranti nel regime Iva del margine.  All'atto di presentazione deve essere esibita la documentazione originale che attesti l’esistenza dei requisiti per la legittima applicazione dello speciale regime Iva dei beni usati di cui all’art. 36 del decreto legge 23 febbraio 1995 n. 41,
  2. istanza per la comunicazione al centro elaborazione dati (C.E.D.) del Dipartimento per i trasporti degli estremi identificativi di autoveicoli e motoveicoli, al fine di consentirne l’immatricolazione in esclusione dall’adempimento di cui all’art. 1, comma 9, del  Dl 262/2006, convertito dalla legge 24 novembre 2006 n. 286 (versamento dell’Iva con modello “F24 Versamenti con elementi identificativi”), ove acquistati nell’esercizio di imprese, arti e professioni, da operatori residenti in altri Stati membri dell’Unione Europea, e destinati ad essere utilizzati come beni strumentali all’esercizio dell’attività di impresa. All’atto di presentazione delle istanze i richiedenti devono esibire alla Direzione Provinciale dell’Agenzia delle entrate territorialmente competente la documentazione in originale che attesti l’effettiva destinazione del mezzo all’attività d’impresa.
  3. istanza di validazione di un versamento effettuato con modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” per un importo insufficiente ovvero incongruente
  4. istanza di validazione di un versamento di imposta effettuato con modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” per un importo corrispondente all’imposta calcolata secondo l’aliquota Iva agevolata per i casi in cui l’intestatario del veicolo sia un portatore di handicap avente diritto all’agevolazione.

Attenzione: devono essere presentate presso gli Uffici di qualunque Direzione Provinciale dell’Agenzia delle entrate le istanze di correzione del numero di telaio errato del veicolo indicato sul modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” che abbia comportato il mancato abbinamento del versamento con la comunicazione telematica di acquisto intracomunitario di cui al decreto ministeriale 26 marzo 2018.

Segui gratuitamente il Dossier Deducibilità e detraibilità auto 2018 per aggiornamenti, news e approfondimenti.

Per approfondire leggi l'articolo Detrazione IVA e deducibilità dei costi auto 2017 - 2018

Allegato

Provvedimento 84332 del 19.4.2018

Tag: DEDUCIBILITÀ E DETRAIBILITÀ AUTO 2022 DEDUCIBILITÀ E DETRAIBILITÀ AUTO 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

DEDUCIBILITÀ E DETRAIBILITÀ AUTO 2022 · 05/10/2022 Ecobonus auto 2022: aumentano i contributi per i redditi fino a 30.000 euro

Sale a 7.500 euro il contributo massimo con rottamazione auto e acquisto veicolo non inquinante per i redditi entro i 30.000 euro: il DPCM in GU n 232 del 4 ottobre

Ecobonus auto 2022: aumentano i contributi per i redditi fino a 30.000 euro

Sale a 7.500 euro il contributo massimo con rottamazione auto e acquisto veicolo non inquinante per i redditi entro i 30.000 euro: il DPCM in GU n 232 del 4 ottobre

Bonus conversione motore termico in elettrico: fino a 3.500 euro

Bonus fino a 3.500 ai proprietari che convertono il motore termico in elettrico. A breve si aperta la piattaforma per le domande

Multe per semaforo rosso: il ricorrente deve dimostrare le anomalie nell'orario

La Cassazione fissa i paletti per l'onere della prova sulle foto scattate per le infrazioni di passaggio al semaforo e relative multe irrogate

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.