HOME

/

LAVORO

/

LAVORO ESTERO 2022

/

FRONTALIERO SVIZZERO: LA RESIDENZA ENTRO 20 KM DAL CONFINE CON UNO DEI 3 CANTONI

1 minuto, 29/03/2017

Frontaliero svizzero: la residenza entro 20 km dal confine con uno dei 3 Cantoni

Sono considerati frontalieri svizzeri i residenti in comuni italiani il cui territorio è compreso nella fascia di 20 km dal confine con uno dei Cantoni del Ticino, dei Grigioni e del Vallese

Forma Giuridica: Prassi - Risoluzione
Numero 38 del 28/03/2017
Fonte: Agenzia delle Entrate
La qualificazione di “frontaliero” svizzero, delineata a livello convenzionale, è da riconoscersi ai lavoratori che siano residenti in un Comune il cui territorio sia compreso, in tutto in parte, nella fascia di 20 Km dal confine con uno dei Cantoni del Ticino, dei Grigioni e del Vallese, ove si recano per svolgere l’attività di lavoro dipendente.

Questo il chiarimento fornito dall'Agenzia delle Entrate con Risoluzione del 28 marzo 2017 n. 38.

In particolare, gli articoli dell'Accordo stipulato tra l’Italia e la Svizzera il 3 ottobre 1974 prevedono genericamente che i frontalieri “esercitano un’attività dipendente sul territorio di uno dei detti Cantoni” e non richiedono l’ulteriore condizione che l’attività sia prestata in un Cantone “frontista” rispetto al comune di residenza.

Ne consegue che solo qualora il Comune italiano di residenza del lavoratore frontaliero disti più di 20 km dal confine dei tre Cantoni svizzeri, in luogo dell’articolo 1 dell’Accordo del 3 ottobre 1974 troverà applicazione l’articolo 15 della Convenzione contro le doppie imposizioni stipulata dal nostro Paese con la Confederazione Svizzera.
In tale ultima ipotesi, l’Italia, quale Stato di residenza, esercita la propria potestà impositiva sui redditi di lavoro dipendente prodotti in Svizzera e, ai sensi dell’articolo 75 della legge n. 147 del 2013, applica la franchigia di € 7.500, prevista per i redditi di lavoro dipendente prestato all’estero in zone di frontiera.

Riconosce, inoltre, il credito per le imposte pagate all’estero ed, in particolare, ai sensi dell’articolo 165, comma 10, del TUIR il credito sarà riconosciuto riducendo l'imposta estera in misura corrispondente al reddito all'estero che ha concorso alla formazione del reddito complessivo.

Ti potrebbero  interessare:

Visita la sezione dedicata agli E-book Lavoro e la Collana dei Pratici fiscali

Tag: LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE LAVORO ESTERO 2022 LAVORO ESTERO 2022 CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE

Allegato

Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate del 28.03.2017 n. 38
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA
Commenti

Giovanni esposito - 07/04/2017

Sono un lavoratorr che nel 2016 ha prestato lavoro in svizzera pero'dalmese di novembre 2016 risiedo a cantu' nella fascia dei 20 km dalla frontiera ' quest'anno devo fare la dichiarazione dei redditi?

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LAVORO ESTERO 2022 · 27/07/2022 Distacco: nuovo modello per la comunicazione preventiva

Pubblicato il decreto con nuovi modelli e regole aggiornate sulla comunicazione di distacco transnazionale Tutti i dettagli su notifiche superamento dei 12 mesi distacco a catena

Distacco: nuovo modello per la comunicazione preventiva

Pubblicato il decreto con nuovi modelli e regole aggiornate sulla comunicazione di distacco transnazionale Tutti i dettagli su notifiche superamento dei 12 mesi distacco a catena

Proroga regime impatriati: non sanabile l'errore in buona fede

Linea dura dell'Agenzia per gli impatriati che chiedono l'estensione del regime agevolato con versamento errato. I dettagli nell' Interpello n. 383 2022

Impatriati: per la proroga del regime no al ravvedimento

Interpello Agenzia delle Entrate n. 371/2022: non sanabile il mancato versamento del 5% nei termini previsti dal decreto per ottenere la proroga del regime Impatriati

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.