HOME

/

DIRITTO

/

COOPERATIVE E CONSORZI

/

LA RIFORMA DELLE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO

La riforma delle società di mutuo soccorso

Nel Decreto Crescita bis 2012 rivista la disciplina sulle società di mutuo soccorso

Con il Decreto crescita-bis (art. 23 del Decreto-Legge n. 179 del 2012) sono state apportate alcune modifiche alla disciplina delle società di mutuo soccorso, che risale al 1886 (l. n. 3818 del 15.04.1886). La normativa viene così rivista, consentendo alle società di mutuo soccorso di svolgere con maggiore efficacia i propri compiti nel campo socio-sanitario e previdenziale; in particolare viene previsto che:

  • le società di mutuo soccorso (SMS) dovranno essere iscritte nella sezione delle imprese sociali presso il Registro delle imprese secondo criteri e modalità che saranno stabilite con un decreto del Ministro dello Sviluppo Economico;
  • sarà istituita un’apposita sezione dell’albo delle società cooperative, di cui al decreto legislativo n. 220 del 2 agosto 2002, cui le società di mutua soccorso saranno automaticamente iscritte;
  • vengono aggiornati gli ambiti di attività previsti dagli art. 1 e 2 della L. n. 3818, con un importante passaggio che riguarda la possibilità di svolgere le attività previste anche attraverso l’istituzione o la gestione dei fondi sanitari integrativi;
  • possono divenire soci ordinari delle società di mutuo soccorso le persone fisiche, ma anche altre società di mutuo soccorso, purché le persone fisiche soci di queste possano essere beneficiari della prestazioni erogate dalla società, nonché i fondi sanitari integrativi da chiunque costituiti in rappresentanza dei lavoratori iscritti; è ammessa inoltre la categoria dei soci sostenitori, comunque denominati, che possono essere anche persone giuridiche (quindi: associazioni riconosciute, fondazioni, società di capitali o cooperative, enti pubblici);
  • è consentita la detrazione del 19% dall’IRPEF (Imposta sui Redditi delle Persone Fisiche) lorda dei contributi associativi versati dai soci alle società di mutuo soccorso fino ad un importo massimo di 1.291,14 Euro e la deduzione dal reddito complessivo (imponibile) IRPEF dei contributi versati ai fondi sanitari integrativi del Servizio Sanitario Nazionale istituiti ai sensi dell’art. 9 del Dlgs 502/1992, fino ad un importo massimo di 3.615,20 Euro;
  • in caso di liquidazione o di perdita della natura di società di mutuo soccorso, il patrimonio è devoluto ad altre società di mutuo soccorso ovvero ad uno dei Fondi mutualistici o al corrispondente capitolo del bilancio dello Stato ai sensi degli articoli 11 e 20 della legge 31 gennaio 1992, n. 59.
     

In tema di Cooperative potrebbero interessarti questi eBook di G. Visconti:


1) Per saperne di più scarica l’approfondimento

La disciplina delle società di mutuo soccorso

.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LEGGE DI BILANCIO 2022 · 20/07/2022 Sgravio cooperative da aziende in crisi: ecco le istruzioni

Tutti i dettagli e istruzioni INPS per la fruizione dello sgravio contributivo totale per le nuove cooperative (workers' buy out) a partire dal flusso di competenza agosto 2022

Sgravio cooperative da aziende in crisi: ecco le istruzioni

Tutti i dettagli e istruzioni INPS per la fruizione dello sgravio contributivo totale per le nuove cooperative (workers' buy out) a partire dal flusso di competenza agosto 2022

Cooperative in crisi: ok alla deroga per i versamenti contributivi

Obblighi contributivi per le cooperative che abbiano adottato un "piano di crisi aziendale" calcolati sulle retribuzioni effettive. Le istruzioni nel messaggio INPS 2350-2022

Finanziamenti agevolati per il subentro di cooperative di dipendenti

Ampliata la platea dei beneficiari dei finanziamenti a tasso zero rivolti alle cooperative (cd Nuova Marcora), dopo la modifica apportata dalla legge di bilancio 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.