Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

Somme liquidate a seguito di pignoramento presso terzi

Una certificazione unica con importi al punto 101 - 102- 103 per Somme liquidate a seguito di pignoramento presso terzi, va inserito nel 730?
 
Stipendi non pagati. Dopo una vertenza legale sono stati pagati e allo stesso tempo pignorati. La cosa strana è che nel precompilato non vedo le somme da nessuna parte. Non so cosa fare.
 
Ultima modifica:

Nicole70

Utente
Mi aggrego alla domanda, visto che il problema è simile.
Nel mio caso si tratta di un assegno non pagato. A seguito della causa è stato pignorato il quinto dello stipendio. Nel cud sono compilati i punti 101-102-103.
Vanno inserite in 730 e se si in quale quadri?
Grazie
 

gaia78

Utente
ciao a tutti
a mio parere non devono essere dichiarate nel modello Unico o nel modello 730 le retribuzioni non percepite, neanche se presenti nel modello di Certificazione unica, né il Tfr, le indennità di preavviso e le somme incassate per il patto di non concorrenza. Queste tipologie di reddito, infatti, sono redditi esclusi dalla dichiarazione dei redditi, in quanto non percepiti.
diversamente
Le somme percepite a seguito della procedura di pignoramento presso terzi non riferite a retribuzioni non percepite vanno indicate nel quadro C (redditi di lavoro dipendente).
Le ritenute subite devono essere indicate nel rigo F13 (colonna 2).
Nello stesso rigo va indicata anche la tipologia del reddito percepito tramite pignoramento presso terzi (e indicato nel modello 730/2017), sul quale sono state applicate le ritenute (codice 3 colonna 1).
m.g.
 
Ultima modifica:

Nicole70

Utente
ciao a tutti
a mio parere non devono essere dichiarate nel modello Unico o nel modello 730 le retribuzioni non percepite, neanche se presenti nel modello di Certificazione unica, né il Tfr, le indennità di preavviso e le somme incassate per il patto di non concorrenza. Queste tipologie di reddito, infatti, sono redditi esclusi dalla dichiarazione dei redditi, in quanto non percepiti.
diversamente
Le somme percepite a seguito della procedura di pignoramento presso terzi non riferite a retribuzioni non percepite vanno indicate nel quadro C (redditi di lavoro dipendente).
Le ritenute subite devono essere indicate nel rigo F13 (colonna 2).
Nello stesso rigo va indicata anche la tipologia del reddito percepito tramite pignoramento presso terzi (e indicato nel modello 730/2017), sul quale sono state applicate le ritenute (codice 3 colonna 1).
m.g.
Ma praticamente se sono somme pignorate,ma già tassate non vanno messe?
Scusa l'ignoranza, ma non capisco cosa significa "Le somme percepite a seguito della procedura di pignoramento presso terzi non riferite a retribuzioni non percepite vanno indicate nel quadro C (redditi di lavoro dipendente).".

Alcuni mi dicono che vanno messe, alcuni no...non ci sto capendo più niente.
 

gaia78

Utente
la regola generale é che le retribuzioni non percepite come gli assegni non pagati, tfr ecc non vadano indicati nel 730
vedi Circolare Ae 23/E del 1997
le stesse istruzione del 730/2017 recitano testualmente
Rigo F13 - Pignoramento presso terzi: in questo rigo devono essere riportati i dati relativi alle ritenute subite in relazione ai redditi percepiti tramite procedura di pignoramento presso terzi. Il creditore pignoratizio, infatti, è tenuto a indicare nella dichiarazione dei redditi i redditi percepiti e le ritenute subite da parte del terzo erogatore anche se si tratta di redditi soggetti a tassazione separata, a ritenuta a titolo di imposta o a imposta sostitutiva. Le ritenute subite saranno scomputate dall’imposta risultante dalla dichiarazione. Le somme percepite a seguito della procedura di pignoramento presso terzi vanno indicate nel relativo quadro di riferimento (ad es. se si tratta di redditi di lavoro dipendente questi vanno riportati nel quadro C). Le ritenute subite devono invece essere indicate esclusivamente in questo rigo (anziché nel quadro di riferimento del reddito) insieme alla tipologia del reddito percepito tramite pignoramento presso terzi. In particolare, nel rigo F13 indicare:  nella colonna 1 (tipo di reddito), uno dei seguenti codici relativi alla tipologia di reddito percepito tramite pignoramento presso terzi e riportato nel modello 730/2017: ‘1’ reddito di terreni; ‘2’ reddito di fabbricati; ‘3’ reddito di lavoro dipendente; ‘4’ reddito di pensione; ‘5’ redditi di capitale; ‘6’ redditi diversi;  nella colonna 2 (ritenute), l’ammontare delle ritenute subite da parte del terzo erogatore in relazione al tipo di reddito indicato in colonna 1
Si parla di ritenute subite relative a redditi percepiti a contrario le retribuzioni non percepite rientrano tra i redditi esclusi dall'Irpef..
Resto a disposizione
m.g.
 
Ultima modifica:

Nicole70

Utente
Buongiorno Gaia,
ma io non riesco a capire.
Si parla di ritenute subite relative a redditi percepiti a contrario le retribuzioni non percepite rientrano tra i redditi esclusi dall'Irpef..

Non capisco la distinzione tra redditi percepiti e retribuzioni non percepite.
Scusami, ma il mio caso specifico non riesco a capire dove rientra e questa distinzione mi mette in crisi.

Si tratta di una somma che verrà riscossa con pignoramento per un debito mai saldato (rientra in retribuzioni non percepite?)
 

gaia78

Utente
Buongiorno Gaia,
ma io non riesco a capire.
Si parla di ritenute subite relative a redditi percepiti a contrario le retribuzioni non percepite rientrano tra i redditi esclusi dall'Irpef..

Non capisco la distinzione tra redditi percepiti e retribuzioni non percepite.
Scusami, ma il mio caso specifico non riesco a capire dove rientra e questa distinzione mi mette in crisi.

Si tratta di una somma che verrà riscossa con pignoramento per un debito mai saldato (rientra in retribuzioni non percepite?)[/QUOTE]
esatto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
 
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto