Ricevuta con ritenuta d'acconto

Discussione in 'Lavoro e dintorni. La Riforma del Lavoro' iniziata da Claudio, 5 Ottobre 2005.

  1. Claudio

    Claudio Ospite

    Buonasera. Mi è stato chiesto per un lavoro occasionale non continuativo di fare una ricevuta con ritenuta d'acconto. Per un compenso netto di 500 euro come devo impostare la ricevuta? Devo scrivere:
    1) compenso lordo: 600 euro
    2) trattenuta in R.A.: 100 euro
    3) netto da corrispondere: 500 euro

    Vi ringrazio per l'aiuto e le eventuali correzioni.

    Claudio
     
  2. Berry

    Berry Ospite

    Lordo 625
    r.a. 125
    netto 500
     
  3. ritenuta d'acconto a soggetto di un altro stato UE

    DEVO EMETTERE UNA FATTURA PER PRESTAZIONI LEGALI SVOLTE IN ITALIA, RICHIESTE DA UNA SOCIETA' ITALIANA CON SEDE A LONDRA (PARTITA IVA LONDINESE).
    SO CHE NON VA APPLICATA L'IVA IN BASE ALL'ART. 7 COMMA 4 DEL D.P.R. 633/1972, MA LA RITENUTA DI ACCONTO VA APPLICATA O NO????
    L'AMMINISTRAZIONE ITALIANA MI RICHIEDE LA FATTURA INTESTATA ALLA SOCIETA' LONDINESE SENZA IVA E CON RITENUTA!COSA DEVO FARE?
    MI POTRESTE INVIARE QUALCHE LEGGE CHE REGOLI TALE CASO?
    GRAZIE DELLA DISPONIBILITA'
     

Condividi questa Pagina

CHIUDI E CONTINUA LA NAVIGAZIONE