Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

Rettifica successione in base al valore di mercato

Buongiorno a tutti.
Ho ereditato un vecchio hotel da una zia. Ho regolarmente pagato la tassa di successione in base al valore catastale dell'immobile. Adesso, a pochi giorni dalla scadenza di un anno dalla morte della zia, il commercialista mi comunica che l'agenzia delle entrate mi potrebbe contestare il ricalcolo della tassa, non in base al valore catastale, ma a quello di mercato e che se non pagassi la differenza (si tratta di diverse decine di migliaia di euro), potrei incorrere in una sanzione del 100% . Avete dei riferimenti legislativi che giustifichino tale interpretazione del mio commercialista?
Grazie in anticipo.
 

STUDIOCEL

Utente
ci son le istruzioni della dichiarazione successione online che riportano sto discorso del valore di mercato... ma non so da dove sia uscito e dubito che sia giusto...
o meglio quello è quanto dice la legge sull'imposta di successione ma c'è poi sempre il Valore catastale minimo automatico applicando il quale l'accertamento è precluso...

IMG_20180522_103631.png
 
Ultima modifica:

STUDIOCEL

Utente
Non mischiamo le cose...i terreni edificabili sono un'altra cosa....per quelli non c'è la possibilità del valore catastale minimo....

Per il tuo hotel la base imponibile può essere calcolata con il relativo coefficiente...e sei tranquillo che nessuno tu accerta niente!
 

STUDIOCEL

Utente
E me lo dici adesso che il problema è un area edificabile?.....

secondo me se accatastato assieme al fabbricato non interessa..."per l'area pertinenziale, è dirimente l'accatastamento col fabbricato"...

Saluti..
 
Scusa ma prima di fare qualche ricerca non sapevo che il terreno edificabile potesse determinare il calcolo della tassa in base al valore commerciale. La citazione che hai riportato a quale normativa si riferisce?
Grazie ancora per la disponibilità.
 
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto