Registrazioni fatture estere

Discussione in 'Professione Professionista' iniziata da Lucia, 20 Febbraio 2004.

  1. Lucia

    Lucia Ospite

    ...non mi è chiara la modalità di contabilizzazione delle fatture extra-cee, tipo USA o Marocco. Bisogna comportarsi come con San Marino? Cioè agire in tre tempi, aggiungendo l'iva e registrando il movimento sia sugli acquisti che sulle vendite, utilizzando dei conti transitori e successivamente effettuare un movimento contabile che accenda il giusto "debito" nei confronti del fornitore e il giusto conto di costo OPPURE no? Nel caso in cui il valore dell'IVA venga pagato alla dogana come si considera tale importo, come un costo? Insomma come funziona tutto il discorso? Scusate ma ho una grande confusione in merito. G R A Z I E
     
  2. michele

    michele Ospite

    devi contabilizzare la fattura come una normale fattura in cui l'imponibile è il valore risultante dalla bolla dogana, l'IVA è quella risultante dalla bolla doganale.
    tutti gli altri costi inseriti in bolla, sono da considerarsi accessori non impon.art. 8/9.
    in avere avrai il conto fornitore estero.
    se hai anticipato l'importo della merce al venditore estero, in valuta, attenta a contabilizzare la differenza cambi, che è data dalla differenza tra quanto hai pagato all'ordine e quanto hai pagato in dogana come imponibile-
    ok?
    ciao
    rag.m.antonacci
     
  3. Lucia

    Lucia Ospite

    ...tutto chiaro.
    Grazie infinite.

    [%sig%]
     

Condividi questa Pagina