Questione delicata.

Discussione in 'Lavoro e dintorni. La Riforma del Lavoro' iniziata da Stefano, 1 Aprile 2007.

  1. Stefano

    Stefano Ospite

    Sono un dipendente responsabile amministrativo di un gruppo di aziende regolarmente assunto dal 2003. Dopo soli 2 anni vengono alla luce (in maniera lecità perchè è la mia mansione) dei verbali del cda dove è esplicitamente scritto che l'azienda ha intentezione di ridurre il personale tramite mobilità e mantenere solo pochi settori tra cui non c'è il mio. I supporti elettronici di questo verbale e lo stesso libro verbale vengono nascosti al sottoscritto per qualche mese senza dare la minima motivazione. Naturalmente non ho provocato disagi all'azienda in questo periodo visto che sono in un settore delicato e la riservatezza e la coerenza le ho sempre mantenute. A ottobre 2006 viene comunicata una CIG per crisi aziendale (buffonata totale) e vengono messi (chissa come mai) in CIG le persone che non riguardano i settori che nel prossimo futuro dovranno restare in azienda. Ho invano tentato per iscritto di studiare una exit strategy ma non mi è stato MAI risposto (mobbing).
    La mia domanda è questa: POSSO ANDARMENE DALLA SERA ALLA MATTINA DALL'AZIENDA SENZA OTTENERE L'ADDEBITO DEL MANCATO PREAVVISO ? NEL CASO IN CUI L'AZIENDA ME LO ADDEBITASSE POSSO RICORRERE DIMOSTRANDO CON METODI LECITI CHE IL MIO PREAVVISO E' GIA' STATO ESPLETATO DA BEN DUE ANNI ?

    E' un caso un po' strano e complesso ma una risposta non sono ancora riuscito ufficialmente a darmela.

    [%sig%]
     
  2. bicia f

    bicia f Ospite

    Re: Questione delicata. x stafano

    caro stefano...che illegalità nei "leciti meandri normativi" all'italiana!
    non posso certo aiutarti, ma mi vengono in mente alcuni aspetti: se tu sia iscritto e rappresentato dal sindacato; se si, se tu abbia, con le dovute cautele, rappresentato il problema al tuo rsa (rsu se previsto); se effettivamente il ritrovamento tardivo di tali documenti rientri nel tuo mansionario, scansando inequivocabilmente le violazioni v/azienda in materia di 196/2003.
    ritengo poi sia una tua accortezza evitare di confermare con qualsiasi atto/fatto/scritto la tua presa di conoscenza circa il fatto della cig, che non ti riguarda, ma di accentrare l'attenzione solo ed esclusivamente su fatti inerenti la tua sola posizione o situazione.
    il fatto di sapere del presunto preavviso gioca a tuo favore, ma anche contro...se non hai manifestato questa notizia in modo manifesto alla ditta. io scriverei una racc.ta a.r. alla ditta, dove con precisione relazioni i fatti di tua conoscenza, e per conoscenza mandala, al rsa se esiste, al ministero del lavoro (ispettorato) e inps.
    senti altri, ciao e in bocca al lupo.
     

Condividi questa Pagina