Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

Giovane medico e P. Iva in regime forfettario

Gemina

Utente
Buongiorno, mi presento, sono Eleonora. Vorrei chiedere alcune informazioni riguardo all'apertura di P. Iva in regime forfettario. Sono all'inizio della mia carriera di medico e nel 2018 ho fatto qualche lavoro di sostituzione per una dottoressa medico di famiglia. Essendo prestazioni sporadiche,a fine anno e non programmate, il mio commercialista mi ha consigliato di fare delle ricevute di prestazione occasionale con ritenuta d'acconto (dal momento che il totale lordo era ben al di sotto dei 5.000 euro). So che per legge i professionisti iscritti all'albo non potrebbero usufruire di questa modalità di "fatturazione" e sarebbe d'obbligo aprire P.Iva, cosa che mi sto accingendo appunto a fare. Non l'ho aperta già da inizio 2019 perchè appunto non pensavo di avere grosse attività di lavoro autonomo (al momento sto seguendo un corso di specializzazione e quindi ho una borsa di studio mensile e non molto tempo libero per fare altro), però qualche sostituzione sporadica l'ho fatta in questi ultimi mesi, sempre per la stessa dott.ssa. Ad aprile poi ho fatto di più del previsto perchè la dottoressa è stata, per così dire, abbandonata dalla sua sostituta "ufficiale" che ha ottenuto un posto fisso in una clinica privata. Perciò nei prossimi mesi credo mi chiamerà per sostituirla un po' di più e quindi sarebbe meglio aprire p.iva.
Ho delle ore di sostituzione che risalgono ai mesi di febbraio-marzo, per le quali non ho ancora ricevuto pagamento e non ho ancora presentato alla dott.ssa la ricevuta con ritenuta d'acconto, posso a questo punto inserire anche questa somma nella prima fattura che le farò dopo aver aperto p.iva. Ho letto che la p.iva andrebbe aperta entro 30 gg dall'inizio dell'attività e quindi tutte le prestazioni che ho svolto prima dei 30 gg devo per forza farle con ritenuta per prestazione occasionale?
Grazie dell'attenzione.
 
Ultima modifica:
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto