Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

forfettario ex datore di lavoro?

cuono

Utente
Salve,
Volevo porre un quesito per avere un vostro parere.
Un soggetto che nel maggio 2018 apre per la prima volta partita Iva aderendo al regime Forfettario(avendo tutti i requisiti) aliquota 5%(nuove attivita’) inizia a fatturare verso terzi e verso una cooperativa.in seguito,viene assunto come dipendente per un solo mese(agosto) dalla società ALFA. Alla fine di agosto, il rapporto di lavoro dipendente termina. Successivamente, riprende a fatturare verso terzi e, nel mese di novembre, inizia a fatturare anche verso la Società ALFA. al 31/12/18 il fatturato verso ALFA supera(di poco) il 50% del fatturato totale.
Nel 2019, il soggetto, continua ad applicare il regime forfettario (che nel frattempo prevede requisiti e cause ostative differenti). Tuttavia, nel 2019, la Società ALFA diventa il principale, se non l'unico, soggetto verso il quale avviene la fatturazione.
La domanda quindi è la seguente: dati i requisiti di accesso e le varie cause ostative del Nuovo Regime Forfettario 2019, e conosciuta la situazione esposta, il soggetto in questione può applicare regime forfettario nel 2019? E nel 2020?

Grazie in anticipo
 
Ciao @cuono,

tutto ruota attorno alla tipologia di lavoro da dipendente che il soggetto X aveva con Alfa. Se il rapporto era parasubordinato, es. Voucher ecc non può essere considerato lavoro dipendente, se ad esempio era un contratto a tempo indeterminato potrebbero manifestarsi delle contestazioni.
 

cuono

Utente
Ciao @[email protected] ,
trattasi di rapporto di lavoro dipendente a tempo determinato (1 solo mese= agosto); pare che per carenze di personale è necessario assumere del personale ad agosto (scegliendo anche tra i collaboratori a p.iva)
 
Ciao @cuono,

dunque mi sembra di capire, che giustamente, l'azienda cerca personale già parzialmente integrato nell'organico piuttosto che andare in cerca di nuove leve. Una scelta logica ai fini aziendali, ma difficile da dimostrare in una verifica.

Inoltre facendo un paio di ricerche ho trovato dei chiarimenti in merito sulla metodologia di valutazione del lavoro dipendente.
Si parla di prevalenza del lavoro dipendente sulla p.iva e vice versa. In merito ci sono dei chiarimenti dell'agenzia delle entrate e ti cito un articolo scritto bene da un blog.

"L’Agenzia delle entrate ha chiarito che, per stabilire la prevalenza dei rapporti nei confronti del datore di lavoro, non ha alcuna rilevanza il tempo impiegato per portare a termine gli incarichi conferiti, ma bisogna far riferimento ai compensi ricevuti dallo stesso.

Se, ad esempio, l’interessato fattura nell’anno, in totale, 15mila euro, di cui 10mila al datore di lavoro (o all’ex datore di lavoro), è sicuramente presente la prevalenza del fatturato nei confronti del datore, quindi l’impossibilità di permanenza nel forfettario

La prevalenza non sarebbe invece presente se, ad esempio, i compensi derivanti dal datore di lavoro fossero pari a 10mila euro, mentre quelli ottenuti da altri fossero pari a 15mila euro: in quest’ultimo caso, il regime forfettario sarebbe applicabile."


Fonte: https://www.laleggepertutti.it/278889_regime-forfettario-e-lavoro-dipendente-sono-compatibili

Per questo caso specifico conviene che valuti il tutto in base a questa nota.
 
Alto