Scopri il nostro network Home Business Center Blog Site Center

Eredità dall'estero, cosa dichiarare e cosa pagare?

Salve,
il mio quesito è questo, ricevendo in eredità dei fondi che si trovano in un paese estero, bisogna mettersi in regola in qualche modo con il fisco?

dovendo regolarizzare dei fondi ricevuti da eredità in un paese estero, quali sono le procedure da espletare?

un ultimo quesito, i fondi (regolarizzati o meno, cioè in entrambi le casistiche in funzione dell'obbligatorietà a regolarizzarli o meno con il fisco) possono essere importati in italia, ci sono dei costi, se si quali?

grazie a chi voglia darmi delucidazioni in merito essendo io completamente all'oscuro delle procedure da seguire.
 

guido1964

Utente
Sei i fondi sono stati depositati all'estero in modo irregolare occorre regolarizzarli pagando i tributi omessi, gli interessi e le sanzioni dovute. Per fare un calcolo occorre ovviamente fare una ricostruzione puntuale della situazione. Peraltro è in corso di approvazione (attesa per la fine del corrente mese) una procedura agevolata cd "voluntary disclosure".
 
Sei i fondi sono stati depositati all'estero in modo irregolare occorre regolarizzarli pagando i tributi omessi, gli interessi e le sanzioni dovute. Per fare un calcolo occorre ovviamente fare una ricostruzione puntuale della situazione. Peraltro è in corso di approvazione (attesa per la fine del corrente mese) una procedura agevolata cd "voluntary disclosure".
Grazie per la risposta,

No, i fondi non sono stati depositati all'estero, bensì sono stati accumulati da genitori che hanno vissuto gran parte della loro vita nel paese estero.

Con queste condizioni, vanno comunque regolarizzati? considerando che già sono state pagate le tasse nel paese estero per quanto riguarda l'eredità.
 

guido1964

Utente
Intendevo dire che va verificato se le somme all'estero sono regolari sotto il profilo della legge fiscale italiana. Mi sembra di capire che le somme sono il risultato di un attività lavorativa svolta all'estero e che i vs genitori erano anche fiscalmente residenti all'estero. Se le cose stanno così andrebbe comunque verificato se rientrati in Italia i suddetti investimenti esteri sono stati riportati nel quadro RW del modello Unico e gli interessi e i capital gains (maturati dopo il riacquisto della residenza) sono stati ivi tassati. Poi si pone il tema delle imposte di successione.
 
Ultima modifica:
Intendevo dire che va verificato se le somme all'estero sono regolari sotto il profilo della legge fiscale italiana. Mi sembra di capire che le somme sono il risultato di un attività lavorativa svolta all'estero e che i vs genitori erano anche fiscalmente residenti all'estero. Se le cose stanno così andrebbe comunque verificato se rientrati in Italia i suddetti investimenti esteri sono stati riportati nel quadro RW del modello Unico e gli interessi e i capital gains (maturati dopo il riacquisto della residenza) sono stati ivi tassati. Poi si pone il tema delle imposte di successione.
Grazie nuovamente per la pronta risposta,
Si la casistica è proprio questa, le somme sono scaturite dagli anni di lavoro che loro hanno svolto nel paese estero.

il discorso è valido anche se le somme non sono state importate in italia, ma si trovano ancora nel paese estero?
 

guido1964

Utente
I redditi ovunque prodotti (in Italia e all'estero) da soggetti fiscalmente residenti in Italia sono tassabili in Italia (nelle condizioni previste da i trattati internazionali contro le doppie imposizioni). Inoltre gli investimenti e le attività finanziarie detenute all'estero sono soggette al monitoraggio fiscale sul quadro RW della dichiarazione dei redditi. Ribadisco che se le somme in questione sono irregolari (dal punto di vista delle norme fiscali) è necessario dichiararle all'Amministrazione finanziaria tramite la cosiddetta "voluntary disclosure".
 
Intendevo dire che va verificato se le somme all'estero sono regolari sotto il profilo della legge fiscale italiana. Mi sembra di capire che le somme sono il risultato di un attività lavorativa svolta all'estero e che i vs genitori erano anche fiscalmente residenti all'estero. Se le cose stanno così andrebbe comunque verificato se rientrati in Italia i suddetti investimenti esteri sono stati riportati nel quadro RW del modello Unico e gli interessi e i capital gains (maturati dopo il riacquisto della residenza) sono stati ivi tassati. Poi si pone il tema delle imposte di successione.
Nel caso in cui i genitori non hanno compilato il quadro rw e i genitori sono morti, le eventuali sanzioni si sono estinte con la morte dei genitori. Le sanzioni infatti hanno carattere personale e non si ereditano. Si ereditano eventuali imposte non pagate, che sono dovute dagli eredi insieme agli interessi e SENZA SANZIONI.
Per quanto riguarda le imposte di successione, se i genitori erano residenti fiscalmente in Italia al momento della morte, sono dovute se per erede vengono lasciati beni che eccedono il milione di euro.
 
Buongiorno

la mia moglie è di origine extra comunitario e ha ricevuto in eredità un terreno in suo paese. Abbiamo intenzione di vendere il terreno e portare i Soldi in Italia . Cosa dobbiamo fare per non avere problemi col fisco?
 
Mobile app for XenForo 2 by Appify
Alto