Deducibilità sopravvenienze passive

Discussione in 'Dedicato alle aziende - Amministrazione Bilancio ' iniziata da Underworld, 1 Marzo 2013.

  1. Underworld

    Underworld Utente

    Buongiorno,
    avrei bisogno di chiarire un dubbio, magari per molti banale.
    Nel caso a fine esercizio siano stati stanziati costi per fatture da ricevere, relativamente ad un determinato servizio, per 100 (esempio), e nell'anno successivo invece arrivi il consuntivo di 130, i 30 in più sono da considerarsi sopravvenienza indeducibile oppure posso dedurla, in virtù del fatto che avevo comunque stanziato dei costi per questa operazione?

    Grazie.
     
  2. AlexCr12

    AlexCr12 Utente

    Buonasera Giuseppe,
    Nel caso proposto la sopravvenienza passiva non dovrebbe essere indeducibile per carenza del requisito della competenza? Sbaglio qualcosa nel ragionamento? Grazie per il chiarimento.
    Saluti.
     
  3. gianni1968

    gianni1968 Utente

    Buongiorno Alex: concordo con Giuseppe (che saluto) in merito alla deducibilità del maggior costo fatturato; nel caso prospettato, in sede di bilancio civilistico l'operatore avrà peccato (credo involontariamente) di precisione imputando per competenza un costo inferiore. Fiscalmente sfido l'Agenzia delle Entrate a contestare la deducibilità di un costo regolarmente fatturato e inerente l'attività aziendale semplicemente per.... competenza temporale posticipata.
    Del resto concorderete con me che il doppio binario (civilistico/fiscale) talvolta genera risultati sorprendenti.
    Io tranquillamente caricherei il costo nel 2013 per la differenza con la quota imputata nel 2012.
    Buon weekend a tutti - Gianni
     
  4. AlexCr12

    AlexCr12 Utente

    Buongiorno Gianni,
    Direi che ha chiarito in maniera esaustiva il mio dubbio :)
    Approfitto della sua competenza per porle ancora una piccola domanda: se nell'esercizio n+1 mi accorgo che lo stanziamento del costo a fatture da ricevere nell'esercizio n era insufficiente, posso aggiornare la mia stima per maggiori oneri nell'esercizio n+1 nella stessa voce in cui si era rilevato l'onere originario (acquisto di beni, di servizi, oneri diversi di gestione, ecc..)? Nel caso prospettato il costo sarà regolarmente fatturato nell'esercizio n+2. Ai fini contabile la scrittura sarebbe: costi a ft. da ricevere (ad es. x aggiornameto stima costi di precedenti esercizi, ecc..). Il maggior onere così determinato posso considerarlo deducible nel'esercizio n+1 sostenendo che nello stesso ha manifestato i requisiti di certezza e determinabilità oggettiva?
    Grazie per il confronto.
    Buon fine settimana.
     
  5. Underworld

    Underworld Utente

    Grazie per le risposte!
     
  6. gianni1968

    gianni1968 Utente

    Ciao Alex, vedo solo ora la domanda (perdono) - e diamoci del tu per favore... (mi sa che sono + stagionato di te, oltretutto):
    la domando mi è poco chiara, faccio un esempio al limite correggilo con un altro così ci capiamo:
    31/12/2012 merci c/acquisti a ft da ricevere € 1000
    dopo l'approvazione del bilancio arriva la fattura x € 1200
    30/06/2013
    D merci c/acquisti € 200
    D ft da ricevere € 1000
    A fornitore € 1200
    quindi la 1° risposta è sì assolutamente!

    E' la 2° parte della domanda che mi è poco chiara e rifaccio un esempio
    31/12/2012 merci c/acq. a ft da ricev. € 1000
    31/12/2013 merci c/acq. a ft da ricev. € 500
    30/06/2014 se arriva la ft precisa x € 1500
    ft da ricevere a forn. € 1500

    Ma non sono affatto sicuro di avere capito la questione che mi poni.
    Ciao - Gianni
     
  7. guido1964

    guido1964 Utente

    Torno sulla questione delle sopravv.passive perchè ritengo che il maggiore costo sia indeducibile, salvo la mancanza di elementi determinabili in modo obiettivo ex art. 109, comma 1, tuir. In pratica il maggior onere lo considereri deducibile solo se la contabilizzazione è avvenuta sulla base del proforma del professionsita.
     
  8. gianni1968

    gianni1968 Utente

    Buonasera Guido, e grazie anzitutto per l'interesse - l'art.109 c.1 tuir recita:
    1. I ricavi, le spese e gli altri componenti positivi e negativi, per i quali le precedenti norme della presente Sezione non dispongono diversamente, concorrono a formare il reddito nell'esercizio di competenza;
    tuttavia i ricavi, le spese e gli altri componenti di cui nell'esercizio di competenza non sia ancora certa l'esistenza o determinabile in modo obiettivo l'ammontare concorrono a formarlo nell'esercizio in cui si verificano tali condizioni.

    da come lo interpreto io, se al 31/12/2012 la proforma del consulente a mia insaputa era incompleta, quando nel 2013 riceverò la ft definitiva (con dentro un costo aggiuntivo 2012 che prima non c'era) in quell'esercizio lo deduco dal reddito perchè è solo nel 2013 che in maniera obiettiva ho la possibilità di determinare il costo di competenza 2012.
    Sbaglio?
    Grazie ancora e buona serata - Gianni
     
  9. AlexCr12

    AlexCr12 Utente

    Ciao Gianni,
    Hai risposto perfettamente alle mie precedenti domande e ti ringrazio per le delucidazioni.
    Buon week-end.
     
    Ultima modifica: 9 Marzo 2013

Condividi questa Pagina