NORME

Speciale del 30/03/2011

Accertamento Iva fondato su accertamento induttivo IRPEF: la rettifica dell’imposta è valida. – Corte di Cassazione sentenza n.1202 del 20 gennaio 2011

L’accertamento IVA basato su altro accertamento induttivo, per imposte dirette nel caso specifico, è considerato legittimo. Si tratta infatti non di allargamento del valore delle presunzioni ma di acquisizione secondo legge in base all’articolo 51, comma n. 5: se sono stati accertati nei confronti di un contribuente determinati fatti da parte dell'ufficio delle imposte dirette, l’Ufficio IVA non è tenuto a svolgere nessuna altra indagine per procedere nei confronti dello stesso contribuente relativamente agli stessi eventi economici. Questo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 1202 del 20 Gennaio 2011.
Normativa del 24/03/2011

INAIL: minimali per l'anno 2011

Con circolare n. 21 del 24 marzo 2011 l'Inail pubblica i limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi per l'anno 2011
Normativa del 15/03/2011

Agevolazione Prima Casa - Successione o donazione con più eredi o donatari

Con Risoluzione n. 33 del 15/03/2011 l'Agenzia delle Entrate ha chiarito l'ambito applicativo della c.d. "Agevolazione Prima Casa" in presenza di successione o donazione relativa ad un unico immobile con più eredi o donatari beneficiari
Speciale del 15/03/2011

Le scritture contabili non certificano il pagamento - Corte di Cassazione, sentenza n. 105-2011del 4/01/2011

Le scritture contabili dalle quali si può desumere il pagamento di un debito, in mancanza di altri elementi che dimostrino il soddisfacimento dell'obbligazione, non possono assolvere la funzione di prova a favore del debitore. Questo, ribadendo un consolidato orientamento, ha affermato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 105 del 4 Gennaio 2011.
Normativa del 14/03/2011

Modello 730/2011 e assistenza fiscale - I chiarimenti dell'Agenzia

Chiarimenti sugli adempimenti relativi all'assistenza fiscale prestata dai sostituti di imposta, dai Centri di assistenza fiscale per lavoratori dipendenti e dai professionisti abilitati, forniti dall'Agenzia delle Entrate con Circolare del 14/03/2011 n. 14
Normativa del 11/03/2011

Compensazione dei debiti erariali: pronto il Modulo di dichiarazione da presentare a Equitalia

Con un Comunicato stampa dell'11/03/2011 Equitalia ha pubblicato il Modello per consentire ai contribuenti che effettuano pagamenti parziali mediante compensazione di scegliere a quale parte del debito erariale imputare il pagamento
Normativa del 11/03/2011

Leasing Immobiliare e imposta sostitutiva

L'Agenzia delle Entrate fa il punto sulle modifiche apportate alla disciplina del leasing immobiliare, con particolare attenzione all’imposta sostitutiva da versare entro il 31/03/2011; questi i chiarimenti forniti con la Circolare dell'11/03/2011 n. 12
Normativa del 09/03/2011

Determinazione del reddito degli immobili di interesse storico e/o artistico concessi in locazione

L'Agenzia delle Entrate, con risoluzione n. 28/E del 9 marzo 2011 ha chiarito le modalità di indicazione dei dati relativi agli immobili di interesse storico e/o artistico concessi in locazione.
Normativa del 09/03/2011

Proventi dei fondi immobiliari chiusi corrisposti a non residenti - il regime tributario

Chiarimenti sul regime tributario dei redditi derivanti dalla partecipazione a fondi immobiliari percepiti dai non residenti a seguito delle modifiche apportate dal Dl 78/2010; Circolare del 9/03/2011 n. 11
Speciale del 08/03/2011

Bancarotta esclusa per il liquidatore del concordato preventivo – Corte di Cassazione sentenza n. 43428-2010

Il liquidatore dei beni del concordato preventivo non può essere considerato soggetto attivo dei reati di bancarotta di cui agli artt. 223 e 224 legge fall., richiamati nell’art. 236, comma secondo, n. 1, stessa legge, in quanto non espressamente menzionato tra gli autori propri dei suddetti reati, per come vengono indicati da tale disposizione né può essere ricompreso nella categoria dei “liquidatori di società” menzionata dalla stessa disposizione. Questo il principio di diritto ribadito dalle Sezioni Unite della Cassazione con la sentenza n. 43428 del 7 Dicembre 2010