VAT Inglese: aprire la partita Iva in UK

di Angelo Chirulli 4 CommentiIn Fiscalità Estera, Testata

Alcune domande e risposte ci serviranno a chiarire le principali caratteristiche della VAT inglese, che è la corrispondente IVA italiana.

Che cos’è la VAT?

La VAT, ossia la Value Added Tax, rappresenta l’imposta sul valore aggiunto. Si tratta di un’imposta indiretta che viene addebitata nel Regno Unito sulla maggior parte dei beni e servizi forniti dalle imprese che sono registrate per la VAT.

Essa è un’imposta generale sui consumi, che colpisce solo l’incremento di valore che un bene o un servizio acquista ad ogni passaggio economico (ossia il valore aggiunto o Added Value), a partire dalla produzione fino ad arrivare al consumo del bene o del servizio stesso.

E’ importante sapere che sono soggetti a tale imposta non solo beni e servizi importati da Paesi facenti parte dell’ Unione Europea, ma anche alcuni beni e servizi provenienti da Paesi extracomunitari.

La VAT è principalmente dovuta quando un soggetto VAT vende beni e/o servizi ad un’altra azienda oppure ad un privato.

Quando un’impresa acquista beni o servizi assoggettati alla VAT, essa ha la possibilita’ di recuperare la VAT che ha pagato.

Qual e’ la corrente aliquota VAT?

L’aliquota standard della VAT Inglese è del 20%. Alcuni articoli vengono addebitati a tassi inferiori, ad esempio gli abiti per bambini, che sono addebitati ad un tasso dello 0%, mentre il carburante domestico, ad esempio gas e elettricità, viene addebitato ad un tasso ridotto del 5%.

Il numero di VAT è un valore alfanumerico costituito da 7 numeri casuali piu’ ulteriori due scaturenti da una formula specifica.

Verifica della correttezza del numero VAT

Per poter verificare se un numero di VAT e’ attivo ed e’ realmente esistente, si può utilizzare il VIES VAT Number Validation utilizzando il sito internet http://ec.europa.eu/taxation_customs/vies/vieshome.do

Mi e’ stata addebitata l’IVA su alcuni degli articoli che ho acquistato. Posso richiedere un rimborso VAT?

Se non sei registrato per la VAT, non sarai in grado di recuperare alcuna VAT a meno che tu non sia un visitatore extracomunitario: quando gli individui acquistano beni e servizi nel Regno Unito pagano la VAT sulla maggior parte delle cose che acquistano. E’ da notare  pero’, che esiste il ‘VAT Retail Export scheme”, che consente a determinate persone di richiedere la VAT che e’ stata addebitata sulla maggior parte delle merci che vengono portate al di fuori dell’ Unione Europea.

Se sei un operatore registrato per la VAT, normalmente potrai dedurre la VAT che ti è stata addebitata dai tuoi fornitori dalla VAT sulle tue vendite e poi pagare il saldo ad HMRC (l’equivalente della Agenzia delle Entrate Italiana).

Aliquote Vat

Le aliquote VAT Inglesi attualmente in vigore sono tre e variano a seconda dei prodotti venduti o dei servizi prestati:

1.         Aliquota Ordinaria: 20% (in vigore dal Gennaio 2011) – di solito applicata sulla maggior parte dei beni e servizi;

2.         Aliquota Ridotta: 5% di solito applicata su alcuni beni e servizi )ad esempio sui seggiolini da auto per bambini);

3.         Aliquota Zero: 0% di solito applicata su alcuni beni e servizi (ad esempio i vestiti per bambini).

Vi sono, inoltre, alcuni beni e servizi che sono esenti dalla VAT (tipo i francobolli) o esclusi dal regime VAT.

Quando dovro’ iniziare ad applicare la VAT ai miei clienti?

Quando le tue prestazioni imponibili raggiungono la soglia di registrazione VAT, dovrai registrarti ad essa.

Ogni mese è necessario calcolare le vendite totali per il mese di riferimento e sommarle al totale delle vendite negli 11 mesi precedenti. Quando (e se) il totale raggiunge la soglia di registrazione VAT (85.000 sterline per un periodo di 12 mesi nell’ anno 2017/18), è necessario registrarsi entro la fine del mese successivo.

Ad esempio, se il tuo fatturato è superiore a £ 85.000 per i dodici mesi fino al 31 agosto 2017, devi registrarti per la VAT entro il 30 settembre 2017.

È necessario ricordare che bisogna registrarsi per la VAT se le vendite totali in qualsiasi periodo di 12 mesi consecutivo raggiungono il limite di registrazione: non devi controllare solo il livello delle vendite durante il tuo accounting period.

Se all’inizio di ogni periodo di 30 giorni  ritieni che il tuo fatturato per tale periodo  supererà la soglia di registrazione VAT, sara’ allora necessario registrarsi per la VAT immediatamente.

Infine, e’ da notare il fatto che sono obbligate ad avere il VAT number anche le piccole imprese, operanti al di fuori del regime VAT, che fanno acquisizioni comunitarie o operazioni imponibili sopra la succitata soglia di £85.000.

La cosidetta Soglia di Cancellazione per VAT è a tutt’oggi £83.000,  ed e’ inferiore alla soglia di registrazione (£85,000) di modo tale da evitare che le aziende gravitanti intorno al livello di soglia siano costrette a registrarsi e deregistrarsi in brevi periodi.

Come faccio a registrarmi per la VAT?

Dovrai compilare il modulo VAT1. Per ulteriori informazioni clicca su https://www.gov.uk/government/publications/vat-application-for-registration-vat1

Quando dovro’ inviare la dichiarazione VAT ad HMRC?

La maggior parte delle imprese deve completare dichiarazioni VAT trimestrali.

Di solito esse devono essere completate on line e presentate elettronicamente entro 37 giorni dalla fine del periodo in esame ed effettuando contemporaneamente il pagamento.

Rimborsi VAT

Eventuali rimborsi VAT vengono di prassi erogati entro 10 giorni dalla richiesta e necessaria presentazione della documentazione rilevante al HMRC.

Schemi VAT

Esistono diversi tipi di regimi VAT che si possono utilizzare se idonei:

1.VAT Annual Accounting Scheme.

2.VAT Cash Accounting Scheme.

3.VAT Flat Rate Scheme.

4.VAT margin schemes.

5.VAT retail schemes.

Ognuno di essi ha peculiarita’ specifiche e vantaggi/svantaggi a seconda del tipo di attivita’ svolta.

Vai alla Collana degli eBook dedicati alla Fiscalità Estera



Autore dell'articolo
identicon

Angelo Chirulli

Dottore Commercialista e Consulente del Lavoro operante a Londra. Iscritto sia all’Ordine Italiano dei Commercialisti che all'Ordine Inglese dei Chartered Accountants (ICAEW). Abilitazioni Inglesi: ACA, MAAT e CIPD. Mail: [email protected] Website: https://www.hwfisher.co.uk/about-us

Comments 4

  1. Salve vivo a londra e no stavo chiedemdo come fare ad aprire una partita Iva viato Che tra qualche mese apriro’ un negozietto online. Spero Che mi potrai essere di aiuto

  2. buon giorno,
    vivo e lavoro in Italia, e stavo pensando di aprire una partita iva o vat in uk finalizzata ad una attività di ecommerce che vorrei avviare, per motivi di incompatibilità con la mia attività prevalente.
    Non cerco un risparmio di tassazione (seppur non dispiacerebbe) ma solo la possibilità di farlo, e credo che un’attività all’estero, supererebbe il discorso di incompatibilità con la mia attuale attività.
    Potrebbe consigliarmi e far capire i costi ma soprattutto se posso gestire il tutto dall’Italia e senza conoscere una parola d’inglese?
    Grazie

  3. Egregi Signori ho aperto una società a Londra da 1 mese e mezzo ho chiesto la vat ho mandato compilato al hmrc che mi hanno inviato non mi hanno ancora risposto come si puo comunicare con loro o cosa bisogna fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *