trasmissione telematica corrispettivi e fatture e le sanzioni dal 2017

Trasmissione telematica dei corrispettivi e delle fatture dal 2017: le sanzioni

di Dott. Giovanni Barra 1 CommentoIn Il peso del fisco, Parliamo di ...

TRASMISSIONE TELEMATICA DEI CORRISPETTIVI

Le sanzioni previste, in caso di omessa trasmissione dei dati o trasmissione dei dati incompleti o non corrispondenti al vero, sono quelle previste dal D.Lgs. 471/1997 art. 6 co. 3 (sanzione amministrativa pari al 100% dell’imposta) e art. 12, co. 2 (sanzioni accessorie in materia di imposte dirette ed Iva).

Tale sanzione, per effetto delle disposizioni previste dal co. 4, art. 6 del medesimo decreto legislativo, oggetto di modifica ad opera del D.Lgs. 158/2015, non può essere inferiore a € 500,00.

L’importo minimo della sanzione poc’anzi attiene alla fattispecie disciplinate dal primo e secondo periodo del co. 3 dell’art. 6 del D.Lgs. 471/1997. Per finalità espositiva si riporta il testo del co. 4 dell’art. 6 del D.Lgs. 471/1997 che stabilisce che: “Se le violazioni consistono nella mancata emissione di ricevute fiscali, scontrini fiscali o documenti di trasporto ovvero nell’emissione di tali documenti per importi inferiori a quelli reali, la sanzione è in ogni caso pari al 100% dell’imposta corrispondente all’importo non documentato. La stessa sanzione si applica in caso di omesse annotazioni su apposito registro dei corrispettivi relativi a ciascuna operazione in caso di mancato o irregolare funzionamento degli apparecchi misuratori fiscali. Se non constano omesse annotazioni, la mancata tempestiva richiesta di intervento per la manutenzione è punita con sanzione amministrativa da € 250 a € 2.000”.

Ti segnaliamo il nostro ebook “Le sanzioni tributarie dopo la Legge Delega (eBook)” contenente un quadro d’insieme del sistema sanzionatorio connesso alle principali imposte di maggiore riscontro nella pratica, dopo la Delega fiscale e venduto anche nel Pacchetto Delega Fiscale: Sanzioni e Contenzioso contenente anche un ebook di approfondimento delle novità su sanzioni, riscossioni, interpello e contenzioso dopo i D.gls. 156/158/159 2015.

Sulla trasmissione telematica delle fatture leggi dello stesso autore l’articolo Come cambierà la trasmissione telematica dei corrispettivi dal 2017

 

TRASMISSIONE TELEMATICA DELLE FATTURE

La sanzione amministrativa prevista in caso di omissione ovvero di trasmissione di dati incompleti o inesatti, attiene invece ai contribuenti che esercitano l’opzione per la trasmissione telematica delle fatture emesse e ricevute, è quella prevista dal co. 1, art. 11, D.Lgs. 471/1997 e cioè fissa da € 250 a € 2.000 (quella previgente era da € 258 a € 2.065)  in virtù della modifica normativa prevista dal D.Lgs. 158/2015.

 

Acquista subito “Le sanzioni tributarie dopo la Legge Delega (eBook)”  o il Pacchetto Delega Fiscale: Sanzioni e Contenzioso in offerta speciale!

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Giovanni Barra

Giovanni Barra nato ad Angri (Sa) il 21 novembre 1974, esercita la professione di Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti, ed è iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti. Laureato in Economia e Commercio presso l'Università degli Studi di Salerno. Esperto in consulenza tributaria e fiscale, nella redazione di pareri fiscali e di agevolazioni fiscali e finanziarie, nazionali e comunitarie.

Comments 1

  1. Pingback: Come cambierà la trasmissione telematica dei corrispettivi dal 2017 - FISCOeTASSE.com Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *