Spesometro 2017 non piu’ trimestrale ma semestrale

di Sergio Massa 11 CommentiIn Tessera sanitaria

Intanto ricordiamo che lo spesometro annuale per il 2016 (il vecchio elenco clienti/fornitori) andra’ presentato entro il 10 aprile 2017 dai contribuenti Iva mensili e entro il 20 aprile 2017 per quelli trimestrali.

Le liquidazioni Iva 2017 dovranno essere trasmesse trimestralmente in via telematica, anche per chi e’ a credito. Sono esonerati da questo adempimento i soggetti passivi Iva non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale Iva o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche.

Per approfondire acquista l’eBook Spesometro 2016/2017 e Comunicazioni Iva (eBook 2017)

Il Milleproroghe,  stabilisce che la trasmissione telematica dei dati del primo semestre 2017 andrà in scadenza al 18 settembre 2017 (il 16, infatti, cade di sabato). Così come la comunicazione relativa al secondo semestre 2017 andra’ in scadenza alla fine di febbraio del 2018.

Il vero problema di questo oneroso adempimento e’ che la trasmissione dei dati riguardera’ anche la fatturina da dieci euro per il pranzo di lavoro e anche le fatturine registrate riepilogativamente in quanto inferiori a 300 euro: ogni fatturina infatti comporta l’obbligo di comunicazione.

Per la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche sono invece confermate le date del 31 maggio 2017, 18 settembre 2017, 30 novembre 2017 e dell’ultimo giorno di febbraio 2018.

Questo e’ il nuovo scadenziario, che non e’ detto sia l’ultimo:

Termine Adempimento
28 febbraio 2017 Dichiarazione annuale IVA relativa al 2016
10 aprile o 20 aprile 2017 Spesometro relativo al 2016
31 maggio 2017 Comunicazione liquidazioni Iva I trimestre 2017
18 settembre 2017 1° Spesometro 2017: comunicazione fatture emesse e ricevute I semestre 2017
18 settembre 2017 Comunicazione liquidazioni Iva II trimestre 2017
30 novembre 2017 Comunicazione liquidazioni III trimestre 2017
28 febbraio 2018 Comunicazione liquidazioni IV trimestre 2017
2° Spesometro 2017: Comunicazione fatture emesse e ricevute II semestre 2017
30 aprile 2018 Dichiarazione annuale IVA relativa al 2017

Segui tutte le novità sul Dossier dedicato allo Spesometro

 

Autore dell'articolo
identicon

Sergio Massa

Dott. Sergio Massa, iscritto all'Albo Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bologna col n. 214/A, Revisore Svolge attività di consulenza nei confronti di societa', imprese e professionisti in materia contabile, amministrativa, tributaria e societaria, contenzioso tributario,revisione società, procedure concorsuali.

Comments 11

  1. … e portiamoci a casa questa ridicola facilitazione, probabilmente dovuta più che altro al fatto che non sono pronti i programmi, piuttosto che alla volontà di venire incontro agli operatori, dei quali frega niente a nessuno.

    1. E tenga pure presente che questa pseudo “facilitazione” vale solo per il 2017. Nel 2018 si torna alla periodicita’ trimestrale.
      E comunque nel 2017 rimane la periodicita’ trimestrale delle Liquidazioni Iva, il che obbliga a registrare tutte le fatture del I trimestre entro maggio (che bella scadenza …) anche se sappiamo di essere a credito per cui alla fine la facilitazione semestrale dello spesometro a cosa serve? Se comunque dobbiamo registrare il tutto in quanto nella Liquidazione chiedono pure il numero delle fatture registrate? Tanto valeva lasciare trimestrale anche lo Spesometro.

  2. A quando i tracciati del nuovo Spesometro ?

    Se si vogliono costruire questi benedetti programmi entro quali termini ?

    Occorre oltre i tracciati il tempo per provare i nuovi programmi che oltretutto devono produrre un file in XML completamente differente da quello prodotto con il vecchio Spesometro.
    Mai possibile che tutto avvenga sempre all’ultimo momento mettendo in stress le software house e le loro utenze?
    Si sa qualcosa in merito ?
    Grazie.

    1. La sua e’ una domanda che dovrebbe rivolgere all’Ag. Entrate, la quale non brilla certo per tempestivita’, come e’ successo con le nuove Dichiarazioni d’intento degli esportatori abituali il cui software e’ apparso piu’ o meno il giorno stesso in cui esse partivano.
      Per sapere qualcosa bisogna curiosare sul sito dell’Agenzia.

  3. Qualcuno sa dirmi quali strumenti sono o saranno messi a disposizione dei professionisti da parte dell’agenzia delle entrate per trasmettere in autonomia le liquidazioni Iva trimestrali e gli spesometri?
    Grazie.

    1. Buongiorno.
      Sul sito dell’Ag. Entrate sono disponibili sia i modelli dello Spesometro che i modelli per la Comunicazione trimestrale delle liquidazioni Iva, con le relative istruzioni.
      I professionisti possono, disponendo dell’accesso, compilare e trasmettere telematicamente tutta questa mole di dati.
      Se non dispongono dell’accesso, consiglio comunque di compilare i modelli e poi di trasmetterli a chi e’ abilitato alla trasmissione telematica.

  4. COMUNICAZIONE DATI FATTURE (SPESOMETRO)
    La circolare 1/E stabilisce che gli enti pubblici sono esonarati dall’invio delle fatture ricevute. Resta l’obbligo di trasmettere quelle emesse che non sono transitate per il sistema di interscambio.
    Quindi fatture cartacee ricevute dall’estero non vanno trasmesse. Oppure sì; ma allora tale esonero sarebbe superfluo visto che tutti i soggetti obbligati alla trasmissione devono trasmettere solo le fatture emesse e ricevute al di fuori del sitema di interscambio …….

    1. Buongiorno.
      Vedo di rispondere cercando di capire i suoi quesiti, anche se non e’ proprio agevole.
      Si, gli Enti pubblici sono soggettivamente esonerati dallo Spesometro.
      I loro fornitori possono escludere dallo Spesometro le fatture elettroniche ma solo quelle transitate attraverso lo SDI. Per cui, se fa’ comodo, e’ possibile nello Spesometro inserirle tutte, essendo una facolta’.
      Le altre fatture ci vanno tutte. Quindi anche le fatture cartacee dall’estero.
      Tenga presente che questo Spesometro non e’ piu’ uno Spesometro, esso e’ completamente diverso da quello del 2016, infatti gli hanno pure cambiato il nome e ora si chiama Comunicazione dei Dati delle Fatture emesse e ricevute.
      Esso e’ l’elenco pedissequo delle fatture emesse e ricevute (con facolta’ di escludere quelle elettroniche SDI).

  5. Non ho capito niente: Io L’ Elenco Fornitori l’ho sempre fatto annuale. L’IVA la pago mensilmente. Cosa vuol dire trimestrale????? Per me è diventato semestrale da annuale.
    Ritengo che non serva a niente di fronte alla grande evasione delle Multinazionali che non pagano Iva e Tasse. Bruno Boni

    1. Mi dispiace.
      Questo nuovo gravoso adempimento non e’ piu’ un Elenco clienti e Fornitori, bensi’ un elenco di tutte le fatture emesse e ricevute.
      Adempimento semestrale nel 2017 ma che diventera’ trimestrale nel 2018, come le liquidazioni Iva.
      E le chiamano semplificazioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *